• 9 commenti
  • 04/11/2022 15:09

I GRUPPI DI OPPOSIZIONE CHIEDONO UN CONSIGLIO COMUNALE STRAORDINARIO SUL TRAFFICO PESANTE SULLA CIRCONVALLAZIONE

I GRUPPI DI OPPOSIZIONE CHIEDONO UN CONSIGLIO COMUNALE STRAORDINARIO IN SEDUTA APERTA SUL TEMA ELIMINAZIONE TRAFFICO PESANTE DALLA CIRCONVALLAZIONE E ASSI VIARI



Le consigliere e i consiglieri di opposizione (Partito Democratico, Lucca Futura, Sinistra Con Lucca, Lucca è un grande noi, Lucca Civica - Volt - Lucca è popolare) chiedono un consiglio comunale straordinario in seduta aperta avente come ordine del giorno: “informativa su Assi Viari e provvedimenti attinenti all’eliminazione del traffico pesante dai viali di circonvallazione”.

«Il tema delle infrastrutture e della mobilità della Piana di Lucca - spiegano - è una delle questioni strategiche da cui dipende la competitività del nostro sistema produttivo e la sostenibilità ambientale del nostro territorio nel lungo periodo e che, allo stesso tempo, l’eccesso di traffico, soprattutto pesante, è percepito dai cittadini lucchesi e dalle imprese come uno dei principali ostacoli alla vivibilità nei quartieri dell’immediata periferia, nonché un fattore determinante dei problemi di inquinamento da polveri sottili che affliggono il nostro territorio e un freno allo sviluppo complessivo. Nel corso della recente campagna elettorale, inoltre, tutte queste problematiche sono state variamente affrontate con molte proposte da parte dei vari candidati sindaco. In particolare, l’attuale sindaco Mario Pardini, in un comunicato stampa del 18 giugno dichiarava: “Con il nostro insediamento, emaneremo un’ordinanza di divieto di transito ai mezzi pesanti superiori alle 7,5 tonnellate sulla prima circonvallazione, finché non sarà attivata una rimodulazione dell’intera mobilità merci, aprendo un tavolo con i comuni limitrofi. Riteniamo altresì opportuno aprire una trattativa con la società Autostrade per rendere gratuita la tratta autostradale fra Lucca e Capannori, come già indicato dal consiglio comunale di Lucca”».

«Con riferimento, poi, al tema delle infrastrutture e, in particolare, degli assi viari - si legge nella richiesta - la posizione di tutti i candidati sindaco è stata illustrata nel corso dei dibattiti e dei confronti pubblici che si sono susseguiti e anche nel corso di specifiche assemblee che si sono tenute nella frazione di San Cassiano a Vico di fronte al “Comitato Altrestrade”. Nel corso di questi appuntamenti si sono riscontrate significative differenze di approccio in riferimento alla postura da tenere nei confronti di ANAS e del Commissario straordinario nominato dal Governo che dovrà sovrintendere alla realizzazione dell’Asse Nord-Sud. Le posizioni espresse in tali contesti, anche da parte di forze politiche e candidati sindaco poi confluiti nell’attuale maggioranza di governo, oscillavano dal sostegno incondizionato alla richiesta di modifiche al tracciato fino alla assoluta contrarietà alla realizzazione stessa dell’opera».

«Ci risulta che lo scorso 23 agosto 2022 il Comitato Altrestrade abbia protocollato al sindaco e agli assessori competenti la richiesta di prendere posizione sul progetto in linea con quanto dichiarato in campagna elettorale, ossia che il progetto attuale dovesse essere profondamente rivisto in quanto incompatibile con il territorio, in accordo con quanto già deliberato nel 2019 dal Comune di Capannori. Il sindaco Mario Pardini, in una conferenza stampa tenuta il 24 ottobre, ha esplicitamente fatto cenno alla realizzazione degli assi viari dichiarandoli “opere fondamentali” in apparente contrasto con quanto dichiarato nel corso della campagna elettorale da autorevoli esponenti della Lega e di altre liste civiche dell’attuale maggioranza che, in vari interventi pubblici, hanno duramente contestato non solo il tracciato dell’Asse Nord-Sud, ma la stessa realizzazione dell’opera definita pubblicamente “un progetto obsoleto, pensato 45 anni fa”, oppure “un progetto che produrrà danni irreversibili al contesto che andrà ad attraversare”».

«Peraltro, nella citata conferenza stampa, lo stesso sindaco ha informato che il provvedimento per eliminare, o quanto meno ridurre, il numero di tir dalla circonvallazione, annunciato in campagna elettorale come uno dei primi atti del mandato, viene rimandato a data da destinarsi senza spiegare chiaramente le ragioni di un cambio di rotta così repentino. Ecco, sulla base di tutte queste premesse, ritenendo che l’argomento sia strategico per il futuro della città e molto sentito dalla cittadinanza e ritenendo indispensabili ulteriori chiarimenti dell’amministrazione sul punto e al fine di consentire a tutto il consiglio comunale di esprimere un indirizzo chiaro e univoco, chiediamo che sia convocato nei prossimi 20 giorni un Consiglio comunale straordinario in seduta aperta ai sensi dell’art. 39 comma 2 del D.Lgs. 267/2000 (Tuel) e dell’art 28 comma 3 del Regolamento del Consiglio Comunale di Lucca».

Le consigliere e i consiglieri di opposizione (Partito Democratico, Lucca Futura, Sinistra Con Lucca, Lucca è un grande noi, Lucca Civica - Volt - Lucca è popolare) chiedono un consiglio comunale straordinario in seduta aperta avente come ordine del giorno: “informativa su Assi Viari e provvedimenti attinenti all’eliminazione del traffico pesante dai viali di circonvallazione”.

«Il tema delle infrastrutture e della mobilità della Piana di Lucca - spiegano - è una delle questioni strategiche da cui dipende la competitività del nostro sistema produttivo e la sostenibilità ambientale del nostro territorio nel lungo periodo e che, allo stesso tempo, l’eccesso di traffico, soprattutto pesante, è percepito dai cittadini lucchesi e dalle imprese come uno dei principali ostacoli alla vivibilità nei quartieri dell’immediata periferia, nonché un fattore determinante dei problemi di inquinamento da polveri sottili che affliggono il nostro territorio e un freno allo sviluppo complessivo. Nel corso della recente campagna elettorale, inoltre, tutte queste problematiche sono state variamente affrontate con molte proposte da parte dei vari candidati sindaco. In particolare, l’attuale sindaco Mario Pardini, in un comunicato stampa del 18 giugno dichiarava: “Con il nostro insediamento, emaneremo un’ordinanza di divieto di transito ai mezzi pesanti superiori alle 7,5 tonnellate sulla prima circonvallazione, finché non sarà attivata una rimodulazione dell’intera mobilità merci, aprendo un tavolo con i comuni limitrofi. Riteniamo altresì opportuno aprire una trattativa con la società Autostrade per rendere gratuita la tratta autostradale fra Lucca e Capannori, come già indicato dal consiglio comunale di Lucca”».

«Con riferimento, poi, al tema delle infrastrutture e, in particolare, degli assi viari - si legge nella richiesta - la posizione di tutti i candidati sindaco è stata illustrata nel corso dei dibattiti e dei confronti pubblici che si sono susseguiti e anche nel corso di specifiche assemblee che si sono tenute nella frazione di San Cassiano a Vico di fronte al “Comitato Altrestrade”. Nel corso di questi appuntamenti si sono riscontrate significative differenze di approccio in riferimento alla postura da tenere nei confronti di ANAS e del Commissario straordinario nominato dal Governo che dovrà sovrintendere alla realizzazione dell’Asse Nord-Sud. Le posizioni espresse in tali contesti, anche da parte di forze politiche e candidati sindaco poi confluiti nell’attuale maggioranza di governo, oscillavano dal sostegno incondizionato alla richiesta di modifiche al tracciato fino alla assoluta contrarietà alla realizzazione stessa dell’opera».

«Ci risulta che lo scorso 23 agosto 2022 il Comitato Altrestrade abbia protocollato al sindaco e agli assessori competenti la richiesta di prendere posizione sul progetto in linea con quanto dichiarato in campagna elettorale, ossia che il progetto attuale dovesse essere profondamente rivisto in quanto incompatibile con il territorio, in accordo con quanto già deliberato nel 2019 dal Comune di Capannori. Il sindaco Mario Pardini, in una conferenza stampa tenuta il 24 ottobre, ha esplicitamente fatto cenno alla realizzazione degli assi viari dichiarandoli “opere fondamentali” in apparente contrasto con quanto dichiarato nel corso della campagna elettorale da autorevoli esponenti della Lega e di altre liste civiche dell’attuale maggioranza che, in vari interventi pubblici, hanno duramente contestato non solo il tracciato dell’Asse Nord-Sud, ma la stessa realizzazione dell’opera definita pubblicamente “un progetto obsoleto, pensato 45 anni fa”, oppure “un progetto che produrrà danni irreversibili al contesto che andrà ad attraversare”».

«Peraltro, nella citata conferenza stampa, lo stesso sindaco ha informato che il provvedimento per eliminare, o quanto meno ridurre, il numero di tir dalla circonvallazione, annunciato in campagna elettorale come uno dei primi atti del mandato, viene rimandato a data da destinarsi senza spiegare chiaramente le ragioni di un cambio di rotta così repentino. Ecco, sulla base di tutte queste premesse, ritenendo che l’argomento sia strategico per il futuro della città e molto sentito dalla cittadinanza e ritenendo indispensabili ulteriori chiarimenti dell’amministrazione sul punto e al fine di consentire a tutto il consiglio comunale di esprimere un indirizzo chiaro e univoco, chiediamo che sia convocato nei prossimi 20 giorni un Consiglio comunale straordinario in seduta aperta ai sensi dell’art. 39 comma 2 del D.Lgs. 267/2000 (Tuel) e dell’art 28 comma 3 del Regolamento del Consiglio Comunale di Lucca».

I commenti

Ma non sono finiti i Comics?

anonimo - 06/11/2022 09:54

Hanno proprio perso il senso del ridicolo.

Anonimo - 05/11/2022 12:50

e poi criticavano Salvini quando si faceva fotografare con la statua della Madonna.
Penosi....

Anonimo - 05/11/2022 09:04

IL problema della viabilità di Lucca
Impone una seria ed approfondita valutazione , non può più essere affrontato in modo superficiale.
L'opposizione che adesso si erge a paladina del problema , è stata per 10 anni la forza di maggioranza che non è stata in grado di fronteggiare il la questione del traffico .
Adesso il PD e le altre liste di minoranza propongono soluzioni che dovevano essere impostate già dal 2012 e forse adesso sarebbero state realizzate se non del tutto almeno in parte .
Dall'altra parte un nuovo sindaco Mario Pardini il quale a quasi 50 anni si è scelto un lavoro abbastanza difficile ( non vorrei essere nei suoi panni ) .
Ormai dopo l'Euforia della vittoria , l'estate , il Settembre Lucchese , i Comics e tra poco il Natale si arriverà a Gennaio e il problema della qualità dell'aria si ripresenterà in modo serio e non potrà più essere rimandato .
I dati parlano chiaro non sarà certo l'ordinanza che impone il divieto di accendere i caminetti ad evitare l'inquinamento dell'aria .
Sono stato uno tra gli elettori dell'attuale sindaco e come me molti altri lo hanno sostenuto perché si è impegnato a togliere almeno il traffico pesante dalla Circonvallazione , quindi fino a prova contraria continuerò a crederci ancora .
Pardini è una persona seria e scrupolosa , ma soprattutto è la prima autorità sanitaria del comune e non potrà certo ignorare l'emergenza ponendo a rischio la salute dei cittadini Lucchesi .

Gino il contadino - 05/11/2022 07:39

Penso che sia lecito e possibile farsi fotografare in qualsiasi posto, ma francamente che una chiesa, una basilica minore, diventi fondale per fotografie di gruppi politici mi pare poco appropriato e di pessimo gusto.
La chiesa infatti, prima di tutto, è un luogo sacro, o almeno per quelli della mia generazione lo era. Non mi pare il caso di farsi fotografie personali in un posto del genere, a meno che non si sia coinvolti in qualche cerimonia. A parte questo, penso anche che la chiesa sia di tutti i fedeli e che quindi sia veramente poco opportuno che una parte politica determinata utilizzi l'interno di una chiesa come sfondo per un'immagine di personaggi politici. Che ci dobbiamo aspettare ora? Quelli di destra in cattedrale tutti assieme davanti al Volto Santo? Poi i renziani e i calendiani in Santa Maria Corteorlandini, magari nella cappella della Madonna di Loreto con bandiere e simboli? Poi, in fondo, anche i tifosi della Lucchese potrebbero farsi fotografare con i bandieroni in Santa Maria Forisportam davanti a un quadro del Guercino e quelli della Gesam Basket in San Michele sotto Filippino Lippi con le loro sciarpe.... ma poi infine perché i gruppi politici si e quelli sportivi no?? La fotografia ufficiale dei giocatori della Lucchese, in divisa e pantaloncini, l'anno prossimo la faranno anche loro in chiesa!! Ma vi immaginate se ai tempi della DC Favilla, Baccelli (padre), Pacini, Licheri, Angelini, Bicocchi e soci si fossero fatti fotografare tutti in San Paolino?!?! Erano democristiani, amici delle gerarchie ecclesiastiche, ma avevano un briciolo di cervello e di senso del sacro.

Anonimo - 05/11/2022 01:06

Lodevolissima iniziativa. Basterà che l'opposizione illustri nel dettaglio tutto ciò che l'amministrazione uscente ha fatto negli ultimi 10 anni. Poi si fa l'esatto contrario e il problema è risolto! Ottimo!

Anonimo - 04/11/2022 22:25

Ma non vi guardate mai allo specchio? Ma fino a qualche mese fa dove eravate a pettinare le galline? Un pò di vergogna quando fate queste cose mai?

ANONIMO - 04/11/2022 21:51

COME IL

Anonimo - 04/11/2022 20:05

sono andati tutti a confessarsi e benedire prima per le bugie che racconteranno ai lucchesi dopo non aver fatto un ca...o per 10 anni??? ora magari vi diranno che è colpa di Pardini se la circonvallazione è intasata...
e poi basta guardarli ..... eh, eh...... fanno schiantà da ridere

Anonimo - 04/11/2022 15:12

Gli altri post della sezione

Eppure

Eppure con le famose lucin ...