• 1 commenti
  • 28/03/2023 08:52

Sanità: Il PD e chi ha governato la toscana da 50 anni si assuma la responsabilita'

Massimiliano Baldini (LEGA): Il PD e chi ha governato la toscana da 50 anni si assuma la responsabilita' e riconosca il fallimento della riforma sanitaria del 2015.

Quando la lega raccoglieva le firme per il referendum, i rappresentanti del PD di oggi e di ieri utilizzarono in consiglio regionale ogni alchimia regolamentare per evitarlo e difendere questa legge che ci ha portato al collasso del servizio sanitario.


"Il primo presupposto per affrontare e ragionare del fallimento della sanita' toscana e' quello di riconoscerne e sapersene assumere la responsabilita'.

Il PD, chi governa la Toscana da cinquanta anni, chi ha governato il Paese per otto anni negli ultimi dieci, deve prima di tutto prendere atto che la riforma regionale del 2015 ha gravemente peggiorato le prestazioni della nostra sanita', che i cittadini, gli utenti, gli operatori vivono, ormai quotidianamente, condizioni insopportabili ai pronti soccorsi, nei reparti, al 118, nelle liste di attesa, nei concorsi e nelle graduatorie bloccate ed a rischio scadenza e che a dirlo non e' solo la Lega ma sono ancor prima i rappresentanti delle associazioni, dei sindacati, degli ordini professionali che sono intervenuti con durezza in Consiglio Comunale a Lucca ma che nei giorni scorsi hanno raccolto le firme per dire con forza che cosi' non si puo' andare avanti, che hanno proclamato lo stato di agitazione e che vedono sempre piu' professionisti abbandonare la sanita' pubblica ed in particolare l'emergenza urgenza a causa di condizioni di lavoro impossibili.

Cosi' e' intervenuto durante il Consiglio Comunale aperto sulla sanita' a Lucca, Massimiliano Baldini, Consigliere Regionale della Lega."


" L'Assessore Bezzini non deve parlare, come ha fatto oggi, di "condizione bipolare" della sanita' toscana,  contrapponendo statistiche di rispetto - dice lui - alle percezioni negative di utenti e operatori ma deve prendere atto che la sanita' toscana e' quella dei cittadini che stanno fuori dai pronto soccorso al freddo, alla pioggia, sotto gli ombrelloni d'estate, impossibilitati a stare vicino ai propri congiunti, ai propri cari per ore ed ore, che proprio a causa di questo stato di cose le tensioni e la rabbia diventano occasione di violenza ai danni di chi deve far fronte a tali quadri drammatici, spesso in condizioni di assoluta insicurezza come ad esempio all'ospedale San Luca e che le statistiche evidentemente si collocano anni luce lontane dai drammi umani che la cronaca ci racconta ormai ogni giorno anche qui in Provincia di Lucca.

È necessaria una prioritaria assunzione di responsabilita' - continua Massimiliano Baldini - perche' a raccogliere le firme sulle strade e nelle piazze per indire il referendum e dire no alla catastrofica riforma della sanita' Toscana del 2015 c'era la Lega (insieme ad altre forze politiche e civiche) mentre i rappresentanti del PD di oggi (ed anche gli ex PD di ieri che di recente hanno iniziato a stracciarsi le vesti quasi ne fossero estranei) erano a Firenze a sostenerla quella Legge, utilizzando ogni alchimia regolamentare per vanificare proprio quel referendum.

Bisogna avere il coraggio - lo faccia il PD regionale - di riconoscere che le grandi ASL hanno allontanato i cittadini dai servizi sanitari, che le case della salute sono scatole vuote, che il territorio non e' riuscito a fare filtro per evitare l'ingolfamento dei pronto soccorso come diceva chi sosteneva quella riforma ma che tanti reparti specialistici sono stati chiusi, che le graduatorie sono bloccate e rischiano di scadere, ma che nell'emergenza urgenza c'e' il fuggi fuggi, che il privato sta occupando spazi dove la sanita' pubblica taglia, che i Sindaci contano sempre di meno negli organismi della sanita' e che lo stesso concetto di azienda sta trasformando l'umanita' dei medici in freddo calcolo da burocrati, per non parlare di Estar, delle societa' della salute e del "buco" di bilancio della sanita' regionale.


Queste scelte scellerate di chi ci ha governato fino ad oggi ed ancora ci governa hanno ridotto i diritti dei cittadini, degli utenti, dei lavoratori che, come testimonia l'esplosione dei costi delle prestazioni aggiuntive, operano puntualmente sotto organico, con ricorso costante allo straordinario, sottopagati.


La Lega - conclude il Consigliere Regionale del partito di Matteo Salvini - non si tira certo indietro nel fare la sua parte su di un tema cosi' fondamentale per le nostre comunita' come ha dimostrato sia nei recenti sopralluoghi in tutti gli ospedali toscani che a Firenze in Terza Commissione con i colleghi Ulmi e Galli ma, caro Assessore Bezzini, "tutti i gatti non sono bigi" ed il PD deve ammettere di essere responsabile di quanto sta accadendo in Toscana e riconoscere di aver determinato queste fallimentari politiche sanitarie."


Gruppo Lega

I commenti

Forse non ha visto ieri il servizio in TV sullo stato della 'Sanità" al Nord, in 'Padania'.
Ahr! Ahr! Ahr!
Toscana!
Non per nulla oggi son più rare la barzellette su' carabinieri.

... - 28/03/2023 15:54

Gli altri post della sezione

Palazzo ducale

Complimenti per come viene ...

Qualcosa non torna!

Ieri ho qui letto l'artico ...