• 9 commenti
  • 20/03/2023 19:08

Ora sono diventati tutti ecologhi, quando dici i casi della vita

dalla pagina facebook di Daniele Bianucci consigliere comunale (ahimé)!

"Finisce così stamattina, col taglio dei mezzi del Comune di Lucca, l’esperienza dei corridoi ecologici lungo gli Spalti delle Mura: una buona pratica ecologica che in questi due anni aveva fatto parlare il mondo intero, con pubblicazioni internazionali che hanno raccontato come il taglio selettivo e il mantenimento di una fascia verde avessero fatto crescere la biodiversità della nostra Città, e come conseguenza fatto tornare le lucciole e le orchidee ad un passo dal Centro.

È questo che fa la destra, e lo stiamo imparando: taglia i servizi sociali, che definisce “assistenzialismo”, esattamente così come taglia il nostro verde, incurante che questa è l’unica strada per combattere efficacemente i cambiamenti climatici e la crisi ambientale che, purtroppo, non risparmiano neppure il nostro territorio."


Che ne abbia parlato il mondo intero è vero ci sono articoli sul NYTimes, The Post, il Times e molti latri. Ci sono state anche manifestazioni di protesta di fronte le Ambasciate italiane in Francia, Inghilterra e, nonostante la guerra, a Kiev.


Peccato che il sig. Bianucci abbia messo le foto dei fossi, finalmente rimessi a pulito, sugli spalti delle Mura e non abbia pubblicato anche gli alberi che ha tagliato il suo capo Tambellini a S.Concordio.


A questo punto sarebbe interessante avere la sua opinione sull'importanza di erbacce e rovi e sugli alberi (42) e su chi contribuisce maggiormente alla purificazione dell'aria - ed al piacere della loro vista -  che respiriamo alberi tagliati per rovinare un parco nel mezzo ad un centro densamente cementificato. Chissà che scala di valori da alle piante.


Se una scala di valori analoga ci fosse anche per gli esseri umani dove pensa che la cittadinanza lo metterebbbe ?

I commenti

Rasata sarebbe meglio come usano oggi le donne, quel pelo rigoglioso non va di moda ma era benefico come i corridoi ecologici magari bruttini ma servirli ad uno scopo

Elio - 21/03/2023 14:11

non fanno una ragione. Coscienza ecologica ce ne è ben poca, chi ha veramente a cuore la natura ha condannato il taglio degli alberi e adesso non è certo contento per il taglio dell'erba sui margini dei fossi, certo quest'ultimo un errore meno grave in quanto basterebbe poco per fare marcia indietro, ma comunque è la dimostrazione che dal punto di vista del rispetto della natura, destra e sinistra pari sono.

anonimo - 21/03/2023 12:02

Lasciare la vegetazione spontanea solo lungo i canali degli spalti, su suggerimento dell'ecologa, fu positivo, erano di nuovo presenti insetti (le lucciole ad es.) e animali come aironi, nutrie e ranocchi; ma quelle piante erbose sembravano segno di trascuratezza e disordine; alcuni non hanno voluto capirne il senso, finendo per convincere l'amministrazione a tornare al passato recente.
Questi pochi hanno trascurato il lungo passato remoto, in cui i cigli dei fossi degli spalti venivano rasati raramente. Pazienza, ci stiamo perdendo sia equilibri naturali che ricordi.

ALBERTO MICARELLI - 21/03/2023 09:46

L'amministrazione di cui ha fatto parte Bianucci non ha solo abbattuto 42 alberi grandi e sani per costruire la galleria coperta e le sue piazzole, ma ha anche cementificato seimila metri quadri di terreno che prima era prativo e boschivo, quando il progetto, per essere finanziato, doveva prevedere zero consumo di suolo. Ha anche interrato un laghetto, o rain garden, sostenendo che non c'era, e ridotto e sfregiato l'area protetta dei Chiariti, ove la poca fauna selvatica sopravvissuta si deve ora sorbire anche l'inquinamento luminoso notturno. Non è stata questa, Bianucci, una enorme perdita di biodiversità, perdipiu' irreversibile, senza rimedio? Questa opera tanto impattante quanto superflua ed irreversibile, con l'altra della piazza coperta, che è ancora peggio, molto peggio, ha reso immortale la giunta Tambellini e tutta la sua maggioranza, compreso Bianucci. Si aspetti pertanto che, fino a che staranno in piedi, per il resto presumibilmente della sua vita, gli saranno rinfacciate, senza rimedio. La sua carriera di sedicente ecologista avrà per sempre questa indelebile macchia.

anonimo - 21/03/2023 08:21

Era l'ora che l'erbaccia nei fossi diventasse un ricordo! La cosa peggiore che stanno facendo ora è il tirar fuori la storiella delle orchidee. Siamo chiari; gli sfalci selettivi sugli spalti andavano benissimo, il non sfalcio delle spallette dei fossi andava malissimo. Le orchidee sulle sponde dei fossi non ci crescono di sicuro in quanto quelle aree erano invase da alte erbe. No ai fossi pieni di piante infestanti. Si agli sfalci selettivi. Con buona pace della Chines.

anonimo - 21/03/2023 00:39

Ed infatti è andato a casa Tuttavia questo non giustifica il taglio dei corridoi ecologici. È proprio una barbarita che poteva essere evitata

anonimo - 20/03/2023 21:32

Ogni azione meriterebbe una risposta opportunua e proporzionale. il taglio dei corridoi ecologici sugli spalti fa gridare allo scandalo? e allora come la mettiamo con gli alberi abbattuti al parco della montagnola a san concordio da parte della precedente amministrazione tambellini? erano tutti sani - mai è stata prodotta uno straccio di perizia che dicesse il contrario - e soprattutto avevano 40 anni e da sempre allietavano residenti e studenti che frequentano quel parco da generazioni dando frescura ed aria sana. Ma cosa contribuiva maggiormente a contrastare il cambiamento climatico? I corridoi ecologici lungo i fossati sugli spalti, oppure 42 alberi adulti e sani a san Concordio? Quindi come mai chi si agita tanto oggi allora non ha detto nulla? Magari riflettere prima di aprire bocca sarebbe meglio. Poi per la cronaca nel parco entrarono con le ruspe e travolsero tutto quello che potevano... erba e fioriture comprese che c'erano li. Tralasciamo su tutto il resto che tanto ci sarebbe da parlare qui, ma tanto a nessuno sembra importare.

anonimo - 20/03/2023 20:03

Bianucci non è credibile? sai che novità !!!!!!!!

anonimo - 20/03/2023 19:41

Caro Bianucci, l'erba cresce velocemente, hanno fatto male a tagliarla, ma ricresce alla svelta. Altrettanto non si può dire dei 42 alberi sani e di alto fusto che la tua Amministrazione ha abbattuto a s.concordio tra piazzale moro e la Montagnola, alberi che non davano noia a nessuno e che non basteranno 50 anni a farli ricrescere. E forse ti sei dimenticato che hai rigettato la mozione consiliare che chiedeva di salvarli e che hai parlato tu a nome di tutti quando hai dato l'ok alle azioni civili de Comune contro i cittadini che si opponevano. Non sei credibile.

Anonimo - 20/03/2023 19:36

Gli altri post della sezione

Assi viari

Dopo anni di incertezze, i ...

Raspini vede i Fantasmi ?

A "Lucca è una città dov ...