• 0 commenti
  • 27/03/2023 18:17

Unione Comuni Garfagnana: un nuovo mezzo per il servizio di antincendio boschivo


Un servizio potenziato per le attività di prevenzione e repressione


L’Unione Comuni Garfagnana, con il contributo della Regione Toscana, ha acquistato un nuovo mezzo per il servizio antincendio: si tratta di un fuoristrada Suzuki Jimny 4x4, attrezzato con radio ricetrasmittente per interagire con i mezzi aerei di soccorso ed il personale a terra, con la possibilità di allestire un centro di comando avanzato per la gestione di incendi di grosse dimensioni. Il mezzo di nuovo acquisto permette l’accesso sulla viabilità forestale garantendo il raggiungimento e l’allestimento del punto di comando nelle vicinanze dell’incendio.

L’Unione gestisce il servizio antincendio boschivo per conto dei 15 Comuni della Garfagnana. L’attività dell’Ente si sviluppa innanzitutto in direzione di prevenzione, attraverso interventi di manutenzione del bosco e realizzazione di fasce parafuoco, manutenzione della viabilità forestale e della sentieristica, incontri di formazione con le scuole per dare l’opportunità di formare una coscienza sulle tematiche ambientali e sulla biodiversità, e realizzazione di opere antincendio e manutenzione degli invasi, 25 dislocati su tutto il territorio della Garfagnana - da Minucciano a Fabbriche di Vergemoli - dove l’elicottero della Regione Toscana può attingere acqua in quota per spegnere celermente gli incendi boschivi. L’Ente inoltre ospita, dal mese di dicembre al mese di giugno di ogni anno, l’elicottero antincendio al Centro Operativo Intercomunale di Protezione Civile.

In ottica di repressione, l’Unione organizza le squadre antincendio composte dai 21 operai forestali dell’Ente e 6 mezzi antincendio (2 autobotti, 2 TSK e 2 mezzi fuoristrada per trasporto attrezzature ed operai forestali), con turnazioni per garantire il pronto intervento h 24 per la verifica delle segnalazioni e degli interventi di spegnimento. Collabora inoltre con diverse Associazioni di Volontariato Antincendio, ed in particolare l’ANPAS della Garfagnana ed il CAV Gruppo Protezione Civile per il supporto su incendi di vegetazione e la gestione degli incendi che interessano le aree abitate, cosiddetti “di interfaccia” perché interessano sia il bosco che le abitazioni o gli insediamenti produttivi.

Nel corso degli anni la Valle del Serchio ha visto un cambiamento della tipologia degli incendi: se negli anni 80 avevamo numerosi incendi, in alcuni anni abbiamo contato su oltre 100 interventi tra piccoli e grandi incendi boschivi. Gradualmente, grazie ai consistenti interventi di prevenzione e alla accresciuta coscienza ambientalista della popolazione - frutto anche delle campagne di sensibilizzazione tra i giovani svolte dall’Unione Comuni - all’attenzione della Regione Toscana e agli interventi di prevenzione, gli incendi sono diminuiti nel numero ma a causa del cambiamento climatico il rischio di avere incendi di grandi dimensioni con interessamento anche di aree antropizzate è aumentato.

Nel corso dell’anno 2022 la Garfagnana è stata interessata da 22 incendi con una superficie percorsa dal fuoco media di 2/3 ettari.

Il Presidente dell’Unione Comuni Garfagnana, Andrea Tagliasacchi, evidenzia questo importante ruolo svolto dall’Ente che vede impegnata la struttura h24 per 365 giorni l’anno, e rivolge un sentito ringraziamento a tutto il personale ed ai Sindaci sempre in prima linea durante le operazioni di spegnimento.

Gli altri post della sezione

“La Vita Non Dipende”

FRATERNITA di MISERICORDI ...