• 8 commenti
  • 01/12/2022 15:03

Ma le Mura sono davvero una location per spettacoli ??

Eh, certo, il concerto lo fa la location... Ma certo, se i Rolling Stones ti fanno il concerto su un prato qualsiasi chi vuoi che ci vada, son quattro bischeri che sònano. Il promoter, se è bravo, non credo abbia tutto questo bisogno della location per attirare gli artisti, ma sono opinioni mie. Woodstock non la conosceva nessuno, ma ci hanno lavorato sopra. Ma appunto bisognerebbe lavorare. "Gli spazi fanno gli eventi"... mah! Ma mettiamo che sia vero. Chi sta "prendendo quota" adesso non riesce neppure a concepire che queste NON SONO location. Ormai siete abituati a vedere tutto come un palcoscenico, vivete a Disneyland. La vostra unica base ideologica? I soldi. Vanno al barista, al piastrellista... ci fate anche la lezioncina di economia, alle volte 'un si fosse capito (e poi giustamente ci sono quelli che vorrebbero sapere dove vanno davvero tutti 'sti soldi). E allora il discorso è chiuso, certo che quest'amministrazione ha le idee chiare, esattamente come quella prima. E si leggono robe tipo "ripiantare l'erba è inutile [vero], asfaltiamo gli spalti, così si risparmia, si intensificano gli eventi ['attenzione attenzione, in piazza Napoleone parte l'evento delle 11,30'] e ci ricaviamo pure tanti bei parcheggi tra un evento e l'altro". Siamo tornati mentalmente agli anni 70. Comunque quest'anno i Maneskin a Lucca 'un ci vengono, gli hanno proposto Piazza San Pietro a Roma, tié!

I commenti

Ancora? Ancora e sempre "e allora le foibe"?
Quante milioni di milioni, le stelle di Negroni di volte lo dovrei dire che per me, Summer e Comics (games) sono la STESSA devastazione del pratone?
Maro', mi fate veramente venire la voglia di fottermene il xxxxx e lasciar perdere, forse lo farò.

JD - 02/12/2022 13:32

Gentile signore, forse mi sono espresso male.
Io volevo proprio evidenziare il fatto che, appunto, negli anni 70, si poteva andare in auto sulle Mura in spregio alla loro valenza storica e monumentale, e per rimediare, se non ricordo male ed è anche possibile, fu necessario un referendum, se non erro negli anni 90, e se erro pazienza, non sono uno storico.

https://www.loschermo.it/quando-sulle-mura-di-lucca-si-circolava-in-auto-un-viaggio-nel-tempo/

E' vero quel che Lei dice, che negli anni 70 Lucca non era (Deo Gratias) una città a vocazione Disneyland, e che viveva in modo opposto a quella attuale, tanto è vero che allora il Salone dei Comics (manifestazione a un tempo culturale E popolare) non era proprio ben visto dalla cittadinanza "che conta". Poi, 10-20 anni dopo (c'è sempre, storicamente, un certo ritardo nella consapevolezza di queste lobbies bottegaie lucchesi), si accorsero che quei bischerotti fumettomani portavano soldoni, ovvero, se si chiedevano loro soldoni (il biglietto d'ingresso fu il primo step), quelli te li davano. E fu la fine.
Sempre e comunque mie opinioni personali, s'intende.

JD - 02/12/2022 13:11

Ovviamente unca.
Ma se mi dice che Pompei è una "location da concerti", se per Pompei Lei mi dà QUESTA definizione, per via di quel disgraziato evento coi Pink Floyd, di cui ancora si pagano le conseguenze (ovviamente aggiunte all'incuria italica, che è endemica), allora non c'è dialogo.
Ma davvero secondo lei si sono presi la briga, nel 700, di scavare fuori Pompei (che era protetta e poteva durare nei secoli dei secoli) per farla diventare una location da concerti? Per farla rovinare dai Pink Floyd (che peraltro sono una delle mie band preferite, band epocale)?
Ma come cristo ragionate?

JD - 02/12/2022 12:46

Negli anni settanta sotto le mura c'erano tre aree destinate a funzioni particolari, questo è vero, ma Lucca non era una città di eventi o di festival. Lucca era una città che viveva nel quotidiano.

Un'area era un campo di calcio utilizzato tutto l'anno.

Un'area era un parcheggio per lo stadio utilizzato per tutto il campionato

Un'area era utilizzata per gli eventi, ma erano eventi di antica origine come le giostre del settembre ed i circhi.

Tutte le migliaia di posti auto gratuiti sulle Mura e nelle piazze erano utilizzati ogni giorno e non certo da turisti o la domenica.

Lucca anni settanta era una città che viveva in modo opposto a Lucca attuale.

anonimo - 02/12/2022 01:09

Cioè cementare tutto. Come a San Concordio?

anonimo - 01/12/2022 19:17

Se lo sono per i comics, lo sono anche per i concerti.

anonimo - 01/12/2022 18:39

Ovviamente SI, le mura sono una location per spettacoli esattamente come lo è Pompei, il circo massimo, il colosseo, etc etc....
Gli eventi più unici del mondo si realizzano in location del genere, e per fortuna anche a Lucca abbiamo qualcosa di simile. Il bene monumentale non è a rischio (e se qualcuno lo dice è in mala fede). Viene gestita l'erba, anche se io sarei per una soluzione definitiva che lasci lo spazio 365 per eventi (come hanno fatto a Pompei, Circo Massimo, Colosseo... etc etc

anonimo - 01/12/2022 17:22

Gli altri post della sezione

Ballano dieci milioni

in sintesi i fatti - nel ...

Le città turistiche

Ha presente Venezia? Ci so ...

Quale turismo per Lucca ?

Si parla spesso di Lucca s ...

Eppure

Eppure con le famose lucin ...