• 5 commenti
  • 24/05/2023 11:19

Un futuro senza gli assi viari: ..........un disastro !!!

Gentile Sig.Franchi, mi è capitato di leggere un suo articolo (https://www.labottegadelbarbieri.org/un-futuro-senza-gli-assi-viari/) in cui affronta il problema degli assi viari di Lucca alla sua solita maniera ideologica che non guarda alla realtà dei fatti ma segue canoni dettati da un'ideologia pseudo-ecologica contraria ad ogni innovazione ed a un grigio conformismo tipici della, per fortuna scomparsa, Germania Est. Siccome non mi piace restare nel vago senza contestare puntualmente ogni cosa che reputo sbagliata estrapolerò qualche frase dell'articolo contestandola seguendo le mie idee. 

1) "Non solo per le centinaia di persone presenti, ma anche e soprattutto perché è stato dimostrato dai diversi relatori e dagli interventi, che se il progetto sciaguratamente si realizzasse avrebbe effetti devastanti sul piano ambientale"...... 
R) centinaia di persone? dove? quando? tipica pratica di disinformazione bolscevica : centinaia vorrebbe dire che la gente era anche fuori nella strada con i maxischermi fino a porta S.Gervaso. Questo è quello che vuol far intendere a chi legge. Immagino che i relatori fossero egualmente divisi fra i favorevoli ed i contrari agli assi. O sbaglio ???? Altrimenti si chiama comizio 

2)"E’ anche stato dimostrato come “l’opera muraria” fatta di cemento e catrame, incrementerebbe il traffico su gomma e porterebbe ad un ulteriore intasamento delle vie esistenti nella Piana di Lucca" 
R) Il traffico è quello che è, non si capisce perché dovrebbe aumentare. Che vengano turisti da fuori per ammirare l'opera? e poi più traffico passa dal nuovo asse e meno ne passa dalle stradine di campagna e dai centri lungo di esse con inevitabile minor inquinamento. Inquina più una macchina che va a 30/kmh o a 70/kmh? Inquina più un semaforo con la fila che crea od una rotonda praticamente senza fila ferma? 

3)"...ma ha anche individuato precise scelte alternative per il futuro di Lucca e Piana di Lucca, attraverso il doppio binario e lo sviluppo delle tre reti ferroviarie che abbiamo in Lucchesia (Firenze/Lucca/Viareggio- Lucca/Aulla- Lucca/Pisa) 
R) ma cosa c'entra il raddoppio della ferrovia con il traffico (ipotesi) tra S.Pietro a Vico e Valdottavo o tra Ponte S.Pietro e Marlia? argomentazione fuorviante che non c'entra niente con la discussione. Parole per metterla in caciara e sfuorviare l'attenzioone 

4) Cosa c’è di sostenibile nel progetto “Assi Viari” se non una prospettiva di grave impatto ambientale e danni alla salute dei cittadini, in contraddizione con l’art. 9 e 41 della Costituzione ? 
R) chiedetelo a chi abita sulla Pescitina o sul Viale Europa ---------- 



Non entro volutamente nel merito del business presunto perché la questione diviene ideologica e come disse OW "mai discutere con.... " La mia impressione, ed è l'mpressione di uno che sulle strade della piana ci fa 30.000 km l'anno, è che, la stragrande maggioranza dei contrari agli assi siano persone che usano ben poco l'auto, o perché sono pensionate, o abitano in città, o sono disoccupate o non escono mai dai quartieri lucchesi e quando lo fanno lo fanno in bicicletta - e questo sarebbe il motivo per cui c'è una forte richiesta di piste ciclabili - Il prossimo convegno fatelo alla confartigianato invitando magari, gli artigiani che lavorano a domicilio cliente, oppure le decine e decine di autisti della Bartolini. Si della Bartolini, quelli che vi portano a casa la roba che acquistate su amazone e che ve la dovrebbero portare in bicicletta od in treno. Questi sono i consulenti veri che conoscono i veri problemi del traffico extraurbano. 
Lasciate da parte i professori che la storia ci insegna che quando fanno politica il disastro è certo. 

ps.: Sig.Franchi ho l'impressione che quello che ha scritto sia stato pensato proprio dal barbiere discutendone fra un taglio ed una barba leggendo la Gazzetta. Si limiti a far restare il suo pensiero in quella bottega che forse è meglio.

I commenti

Opera indispensabile e se deve passare da giardini privati o vicini ad abitazioni non importa è utilità publica e deve essere fatto . A me personalmente mi hanno costruito il cavalcavia di San Donato a 20 metri da casa dividendomi la proprietà in due monconi Utilità publica dissero e non fecero tante storie le ruspe in un giorno facendo il tracciato mi buttarono giù il muro di cinta ,alberi e tutto quello che trovarono non rispettarono niente e nessuno.Quindi se la legge è uguale per tutti avanti ruspe!

Anonimo - 26/05/2023 07:47

M'importa una s... di Marte!

anonimo - 25/05/2023 01:53

ANSA.itS&TSpazio&AstronomiaToggle navigation
In arrivo un messaggio da Marte, in ascolto 3 radiotelescopi DIRETTA ALLE 20,15
In Italia e Usa. Tutto il mondo è chiamato a decodificarlo
Redazione ANSA 24 maggio 202318:42
Il radiotelescopio italiano coinvolto nel progetto 'A sign in space' (fonte: INAF) © AnsaFOTO

Un messaggio da Marte è in arrivo verso la Terra.

E' atteso il 24 maggio e tre radiotelescopi che si trovano in Italia e negli Stati Uniti si preparano ad ascoltarlo, mentre tutto il mondo è chiamato a decodificarlo: non è un racconto di fantascienza, ma il progetto "A sign in space" ideato dell'artista Daniela de Paulis, ispirato alle Cosmicomiche di Italo Calvino e realizzato in collaborazione con Istituto Nazionale di Astrofisica, Agenzia Spaziale Europea, il Seti Institute e il Green Bank Observatory. L'obiettivo è coinvolgere il pubblico di tutto il mondo nella simulazione di uno scenario senza precedenti e l'esperimento, trasmesso in diretta dal Seti Institute dalle 20.15 italiane del 24 maggio..


Ispirato al racconto delle Cosmicomiche "Un segno dallo spazio", il progetto prevede una performance spaziale che, oltre ai radiotelescopi, coinvolge la sonda Trace Gas Orbiter della missione ExoMars, che si trova nell'orbita marziana. Sarà proprio questa, alle 21,00 italiane del 24 maggio, a trasmettere verso la Terra un messaggio codificato che simula la ricezione di un segnale proveniente da una civiltà extraterrestre. A catturarlo, circa 16 minuti più tardi, saranno il radiotelescopio italiano di Medicina (Bologna), gestito dall'Inaf, e due radiotelescopi americani: l'Allen Telescope Array del SetiI Institute, in California, e il Robert C. Byrd Green Bank Telescope.

Il messaggio, il cui contenuto è segreto, è stato ideato da de Paulis in collaborazione con un gruppo di ricerca interdisciplinare. "Ricevere un messaggio da una civiltà extraterrestre sarebbe un'esperienza profondamente trasformativa per tutta l'umanità. A Sign in Space - osserva l'artista - offre l'opportunità senza precedenti di provare in modo tangibile e prepararsi a questo scenario attraverso la collaborazione globale, promuovendo una ricerca di significato senza termine prestabilito, che coinvolge tutte le culture e discipline".







Sarà anche l'occasione per mettere alla prova la tecnologia, osserva Germano Bianchi, tecnologo dell'Inaf presso la stazione di Medicina: "andremo finalmente a testare la nostra tecnologia, che abbiamo realizzato per la ricerca Seti, ricevendo un segnale 'reale'. In questo modo, simuleremo perfettamente tutta la procedura come se ricevessimo un segnale artificiale proveniente da una civiltà intelligente, dall'acquisizione del dato alla condivisione delle informazioni con la comunità Seti".

Per partecipare alla sfida, subito dopo la diretta si potranno scaricare i dati per cercare di decodificare il messaggio e interpretarne il contenuto, unendosi alla discussione sul sito del progetto e sulla piattaforma online Discord. Nelle settimane successive, sono previsti webinar (in inglese) per guidare il pubblico nell'impresa, compreso quello organizzato dall'Inaf per il 31 maggio.

Ansia o ansa - 24/05/2023 19:42

ANSA 24 maggio 2023 - "In arrivo un messaggio da Marte, in ascolto 3 radiotelescopi - In Italia e Usa. Tutto il mondo è chiamato a decodificarlo." DIRETTA dalle 20:15 [...]

E Lei sta a pensa a viale Europa!
Che Mondo! Che Mondo!

... - 24/05/2023 16:13

non fa una piegaaa

anonimo - 24/05/2023 16:10

Gli altri post della sezione

Lo sport a Lucca

lucca ha un bacino di uten ...

La guerra dell'acqua

Tutti insieme a un tavolo? ...

CaSSaPound Lucca

CaSSaPound Lucca La Giu ...

Coincidenze?

https://www.luccaindiretta ...

La sanità a Lucca

....E' certo che la sanit ...

“CAPANNORI CAMBIA”

Una buona Amministrazione ...