• 0 commenti
  • 29/01/2023 10:20

Bcl - Virtus, E’ andata come in larga parte era prevedibile 76/85

E’ andata come in larga parte era prevedibile, anche se in diversi momenti del match, il Bcl ha dato la netta sensazione di potercela fare.

La Virtus Siena è decisamente forte ed ha a disposizione undici giocatori con la G maiuscola, mentre il Bcl, tolti i senior, ha un roster decisamente giovanile, ma malgrado queste differenze, se l’è giocata alla pari, come ha quasi sempre fatto durante tutto il campionato con tutte le squadre.

La partita con la Virtus è stata forse una delle migliori giocate fino ad ora, ma ancora una volta, i ragazzi di coach Nalin non sono riusciti a dare la zampata decisiva quando occorreva. Hanno invece subito, prima un parziale da 0/5 nella prima parte del secondo quarto che ha portato al comando gli ospiti, poi un ulteriore parziale da 0/6, che ha, in una partita difficile come questa, compromesso tutto l’andamento della gara.

Una differenza che i virtussini sono riusciti ad amministrare fino all’ultima sirena chiudendo il match sul 76/85.

 

 

17/15 – 37/45 – 55/61 – 76/85

17/15 – 20/30 – 18/16 – 21/24

 

Bcl

Landucci , Burgalassi 2, Brugioni , Lippi 9, Barsanti 12, Russo , Tempestini 7, Del Debbio 21, Lenci 3, Simonetti 14, Piercecchi , Pierini 8

All. Nalin, Ass. Giuntoli

 

Virtus Siena

Paunovic 7, Berardi 4, Bartoletti 13, Banchero 8, Dal Maso 11, Bianchi 9, Ricciardelli 5, Olleia 3, Costantini 5, Imbrò 13, Calvellini 7

All. Franceschini, Ass. Braccagni

 

Primo possesso per il Bcl, palla dentroe primo fallo della partita per la Virtus, uno su due per Simonetti, Del Debbio poco dopo attacca il canestro ed è il 3/0.

Quattro minuti di gioco e gli ospiti sbloccano lo score virtussino realizzano il loro primo libero, un solo punto, ma sufficiente a sbloccarli, tanto da portarsi a ridosso del Bcl sul 6/5, ma è Barsanti a far saltare in piedi il pubblico, infilando una delle sue micidiali bombe, poi dal pitturato Pierini si esibisce nel suo armonioso gancio per l’11/9.

Bcl e Virtus hanno rotto gli indugi ed il gioco si è fatto vivo, in un alternanza di azioni il Bcl riesce a tenere la testa del match aggiudicandosi la prima frazione di gioco.

 

La ripresa si apre con uno splendido assist di Tempestini per Simonetti che non ha alcuna difficoltà a realizzare.

Il margine che tiene il Bcl in testa è di sole due lunghezze, un margine che difende strenuamente fino ai primi tre minuti del secondo quarto, quando la Virtus passa a condurre con Dal Maso.

Pierini dai liberi accorcia per il 23/24, gli ospiti però hanno alzato il ritmo e in soli due minuti guadagnano un più 9 sui biancorossi.

Del Debbio con un gioco da tre prova a ricucire e accorcia a meno 6 per il 29/35, poi un fallo di Barsanti su un tiro da tre, manda in lunetta gli ospiti per un tre su tre, la replica arriva proprio dal capitano che si guadagna due tiri dalla lunetta, poi è la volta di Del Debbio da fuori e il Bcl torna sul meno 6. 

La ripresa è a marchio Bcl con un mini break da 4/0, poi Simonetti accorcia ancora con un gioco da tre per il 44/47, tocca poi a Del Debbio dalla distanza impattare sul 47/47.

E’ una ripresa più spigolosa delle precedenti frazioni di gioco, ci sono molti errori da ambo le parti con qualche fallo di troppo che fungono da invito ad accomodarsi in lunetta per la Virtus, l’unica soluzione di gioco redditizia per i rosso blu negli otto minuti di gioco del terzo quarto, che gli permettono però di portarsi di nuovo al comando sul punteggio di 53/57.

I pochi minuti restanti, prima della terza sirena sono giocati ad alta intensità da ambo le parti, con il punteggio che in chiusura va a fissarsi sul 55/61.

 

L’ultimo tempino si apre con Lippi sui liberi che accorcia al meno 4, differenza che regge solo pochi secondi, prima Calvellini, poi Bianchi si inventino due triple che proiettano gli ospiti sul più 10.

A ricucire questa volta ci pensano Tempestini e Barsanti, 64/69 e ancora sei minuti da giocare, ma è la Virtus a dettare le regole, Bartoletti prima da due, poi Dal Maso e Calvellini fanno letteralmente impazzire il tabellone, portandosi sul più 14 in meno di due minuti.

A tre dal termine c’è il quinto fallo di Barsanti, costretto ad uscire, un uscita seguita immediatamente dalla sua espulsione. Vedere profilarsi una sconfitta, se pur messa nel conto, vista la carature dell’avversario, sul morale della squadra ha un effetto oltremodo dannoso, tornano a galle tutte le insicurezze: di fatto il Bcl ha perso lucidità e ha mollata la presa, quello che i ragazzi di Nalin si trovano a pagare per questa sconfitta, è la bassa percentuale realizzativa, tanti, troppi, sono stati i ferri che gli hanno negato il canestro.

Alla fine il match se lo aggiudica la Virtus Siena, con quel margine che si era guadagnata nei primi minuti del secondo quarto, 76/85 il finale di una partita a tratti bella a tratti meno e che lascia ancora una volta la bocca amara a coach Nalin

Gli altri post della sezione