• 6 commenti
  • 20/01/2023 17:39

Dalla Giornata della Memoria alla giornata del silenzio. L’amministrazione Pardini decide di accorpare Shoah e Foibe

I gruppi di opposizione: “Dalla Giornata della Memoria alla giornata del silenzio. L’amministrazione Pardini decide di accorpare Shoah e Foibe in un unico appuntamento senza ricordare nessuna delle due vicende. Si consuma un altro strappo nella città”

“L’amministrazione comunale ha deciso di trasformare il Giorno della Memoria nel giorno del silenzio. Per la prima volta il 27 gennaio prossimo il consiglio comunale di Lucca non celebrerà la Giornata dedicata alle vittime dell’Olocausto. Si soddisfano così i desideri della destra, scegliendo di non ricordare, di non riflettere, di rinnegare la storia e offuscare la memoria”.

A dirlo sono le consigliere e i consiglieri del centrosinistra in consiglio comunale, formato da Partito Democratico, Lucca Futura, Sinistra con Lucca, Lucca Civica - Volt - Lucca è Popolare, Lucca è un grande noi.

“La maggioranza - spiegano - sceglie di accorpare due vicende storicamente diverse - Shoah e Foibe - convocando un’unica seduta consiliare e scegliendo di non mostrare rispetto per niente e nessuno: né per la storia, né per le due Giornate, né per le vittime di queste due vicende”.

“È l’ennesimo strappo, l’ennesima frattura con la città - continuano - consumata per soddisfare i diktat della destra, lasciando così spazio a strumentalizzazioni, indifferenza, opportunismi e revisionismi storici. Lucca non ha appuntamenti propri per il Giorno della Memoria, ha dato il patrocinio a iniziative organizzate da altri (tre in tutto). Di più: per la prima volta il Comune decide di non collaborare con la Provincia di Lucca nell'organizzazione di appuntamenti per la Giornata della Memoria, come ha detto ieri lo stesso presidente Luca Menesini”.

“Non è bastato cancellare la dichiarazione di antifascismo per accedere agli spazi pubblici (diventata operativa con la delibera di giunta n° 4 del’11 gennaio scorso) - incalzano - adesso si decide di fare mistificazione e revisionismo storico, finendo per dividere ancora una volta la città in favorevoli e contrari”.

“Un disinteresse sfacciato e ostentato che trova ulteriore espressione nella decisione di inaugurare  l’Augusta, festival di diretta emanazione di Casapound inserito, per la prima volta quest’anno, nel ViviLucca e sostenuto direttamente dal Comune, proprio il giorno prima della Giornata della Memoria. Ennesime cambiali del ballottaggio a minoranze che hanno fornito pacchetti di voti, a discapito della storia, dell’identità della nostra città, dei valori di libertà, pace, rispetto, fratellanza”.

I commenti

La memoria è di tutti, ma pensiamo a ciò che accade oggi specialmente

Cx - 21/01/2023 21:08

E sono antifascista, e pure pronto alla violenza dovesse mai tornare una vera dittatura in futuro (la Meloni è di destra estrema ma il Fascismo è TUTTA un'altra cosa).

Se davvero questa notizia è stata strumentalizzata, e NON è vero che la Giunta ha deciso di azzoppare la Giornata della Memoria, inviterei a non manipolare le informazioni. Se invece è vero, io mi trovo solo in parte in disaccordo, e vi spiego perché.

Una cosa è la violenza per cacciare via un malvagio. E' sacra e indispensabile. Ma la rappresaglia è tutta un'altra cosa. E' comprensibile ma non giusta. Le Foibe sono state una rappresaglia, non una forma di partigianeria.

Foibe e Shoah sono stati due esempi di violenza politica, una di persone che si definivano di destra (non lo erano: erano dittatori, e i dittatori non hanno schieramenti) e una di persone che si definivano di sinistra (non lo erano: erano criminali, e i criminali non hanno schieramenti), a danno di innocenti che non c'entravano nulla con la guerra in corso.

Non trovo di cattivo gusto che il 27 Gennaio diventi la Giornata Mondiale contro la violenza a matrice politica, riassumendo OGNI atto di quella fatta, dai lager nazisti, alle Foibe, all'Holodomor di Stalin, ai pestaggi neofascisti dei nostri giorni. Perché queste cose sono TUTTE la stessa cosa: umani che si sono lasciate tentare dall'usare la violenza per zittire chi non gli piace. E' la stessa matrice psicologica delle Crociate e dell'Inquisizione, del razzismo, di tutto fondamentalmente: non mi piaci, ti faccio del male. Ed è una cosa che come Razza dovremmo superare.

Anonimo - 21/01/2023 18:52

Il mite Pardini ha ha dimostrato di essere ostaggio di alcuni sui consiglieri, non ci passa bene, forse qualcuno comincerà a dubitare della sua scelta alle elezioni. Potevano commemorare queste due tragedie del ventesimo secolo, grandi tragedie ma non equiparabili, in due giornate distinte. Brutta cosa, per me Pardini ha perso dei punti, sono stato un non votante perché deluso da Tambellni, ma comincio a chiedermi se ho fatto bene.

anonimo - 21/01/2023 11:56

È una vergogna che l'opposizione faccia uscire le notizie così.
Non è assolutamente vero perchè il comune celebrerà il 27 come sempre. c'è solo il discorso del consiglio comunale che tra l'altro solo alcuni comuni fanno

anonimo - 21/01/2023 11:40

La città non si è lamentata !

Ma - 21/01/2023 09:15

Lucca è sempre stata moderata e magri spostata leggermente a destra, ma questa amministrazione straordinaria lavorando bene per farsi venire sulle palle bella ammodo. Che Lucca diventi uno dei punti principali di questa destra alla casapound amareggia e indispone.
Riunire Shoa e Foibe è un non senso e forse sarebbe il caso di approfondire il ruolo dell' Italia fascista nei paesi che poi diventarono Jugoslavia. Basta digitare su google "Campi di concentramento italiani in Jugoslavia" e tutti si possono rendere conto

Anonimo - 20/01/2023 20:08

Gli altri post della sezione

Traffico in via di Tiglio

Leggo su un quotidiano onl ...

Ballano dieci milioni

in sintesi i fatti - nel ...

Le città turistiche

Ha presente Venezia? Ci so ...

Quale turismo per Lucca ?

Si parla spesso di Lucca s ...

Eppure

Eppure con le famose lucin ...