• 7 commenti
  • 23/12/2022 16:53

“Per la maggioranza di destra del sindaco Pardini definirsi antifascisti, antirazzisti, democratici e antiomofobi non è più un valore”.

Centrosinistra all’attacco: “Per la maggioranza di destra del sindaco Pardini il fatto di riconoscersi nei valori della Costituzione e della Resistenza e di ripudiare fascismo, razzismo, xenofobia, antisemitismo e omofobia non è più un valore: la maggioranza porterà nel prossimo consiglio comunale una mozione per eliminare la dichiarazione introdotta nel 2018, così da poter concedere i luoghi comunali anche a chi si fa esplicitamente portatore di parole e atti di intolleranza e odio”.



Per la maggioranza di destra del sindaco Pardini definirsi antifascisti, antirazzisti, democratici e antiomofobi non è più un valore”. 

I consiglieri e le consigliere dei gruppi di centrosinistra in consiglio comunale (Partito Democratica, Lucca Futura, Sinistra Con Lucca, Lucca Civica - Volt - Lucca è Popolare, Lucca è un grande noi) vanno all’attacco e denunciano la mozione proposta dalla destra per il prossimo consiglio comunale che chiede di revisionare la delibera adottata dalla precedente amministrazione comunale (delibera di giunta n.401 del 21/12/2018) nella parte in cui dice che la concessione di beni comunali o di benefici economici deve essere sottoposta alla firma di una “dichiarazione esplicita e formale di riconoscersi nei valori della Costituzione e della Resistenza, di ripudio del fascismo, del nazismo, di ideologie razziste, xenofobe o antisemite, omofobe e antidemocratiche, portatrici di odio o intolleranza religiosa”. 


“La delibera in questione - continuano - era stata adottata in seguito a un indirizzo preciso emerso dal precedente consiglio comunale. Per la destra riconoscersi in questi valori non è importante e non serve: niente di nuovo, insomma. La destra fa la destra e questa maggioranza si presenta a ogni occasione possibile per quello che è:  un’accozzaglia di partiti tenuti insieme solo dalla voglia di potere, continuamente alla ricerca di una visibilità personale per dimostrare la propria esistenza. Così, come già successo per altre nomine e per altri atti nei mesi scorsi, l’amministrazione comunale ha evidentemente oggi necessità di dare un segnale a una componente della sua maggioranza, cioè quella di estrema destra, andando a inserire un generico richiamo alla Costituzione, ma sentendo forte la necessità di eliminare i riferimenti espliciti a antifascismo, antisemitismo, omofobia, xenofobia, razzismo. Con tanti saluti a tutto quello che riguarda la promozione concreta della cultura della non violenza, della pace, della tutela dei diritti umani e della democrazia. Per noi si tratta di un modo di agire inaccettabile e non resteremo in silenzio”.

I commenti

bisogna dichiararsi PRO UCRAINA O PRO RUSSIA VA SCRITTO ?

NONI - 28/12/2022 10:53

Dichiarare il proprio rispetto per la Costituzione esaurisce abbondantemente il discorso. La Costituzione parla chiaro e non occorre firmare un lungo elenco di cose che si sconfessano, siano esse fascismo, comunismo, sovietismo, leninismo, omofobia, antisemitismo.....e poi cosa?? Forse in futuro l'elenco dovrà allungarsi??? Ma non scherziamo. Queste boiate qui esistono solo in Italia perché ci piace strumentalizzare tutto. Siamo tutti obbligati, per fortuna, al rispetto della Costituzione e delle leggi. Se prenoto una sala devo solo dichiarare di rispettare sempre la Costituzione e le leggi vigenti. Altro non devo fare. Se esiste ancora lo stato di diritto. Basta menate inutili!!!!!

Anonimo - 24/12/2022 20:38

No. Non basta. I totalitarismi vanno apertamente sconfessati. In particolare quelli che hanno distrutto la tua nazione.

anonimo - 24/12/2022 16:46

Anche per il centro(sinistra?) la difesa dei diritti dei lavoratori, la costruzione di uno stato sociale equo, la lotta alla disuguaglianza non sono più valori, anzi sono tabù. Come la mettiamo?

JD - 24/12/2022 13:28

Mi permetto di chiedere, tra le altre cose per la seconda volta, all' Arcivescovo di Lucca, di vietare, almeno per il futuro, che l'interno di luoghi sacri venga utilizzato come sfondo a fotografie poi utilizzate a fini di propaganda politica.

anonimo - 24/12/2022 02:31

Un no secco alle inutili dichiarazioni attestanti le analisi del sangue di anti nazismo, anti fascismo, ma anche anti comunismo, anti leninismo ecc. Queste cose lasciamole ai sistemi autoritari. Qui dovremmo essere liberali, per cui basta che uno dichiari di rispettare la Costituzione. Quello basta. Tutto il resto è strumentalizzazione.

anonimo - 24/12/2022 02:28

ma se insieme a antifascisti, antirazzisti, democratici e antiomofobi ci mettiamo anche i comunisti, post-comunisti, marxisti-leninisti ecc... se vengono aggiunti queste ideologie ne possiamo anche discutere 


 Franco M.

anonimo - 23/12/2022 16:56

Gli altri post della sezione

Successo per

Sala gremita all'Agorà pe ...

Capannori e Lucca

anche se ad alcuni ultras ...