• 0 commenti
  • 11/12/2022 12:14

Bcl - Olimpia Legnaia 77/84

Le motivazioni c’erano tutte. La voglia di riscatto pure. Non sono state però sufficienti per conquistare i due punti in palio e provare a risalire la china intrapresa.

Il Bcl è partito in sordina, riuscendo, malgrado un gioco non proprio brillante a tenere il passo degli avversari per buona parte del primo quarto, per poi cedere, fino al meno otto alla prima sirena.

Stessa storia nella seconda frazione di gioco, poca difesa e percentuali bassissime fanno schizzare il Legnaia a più 14

A tre minuti dal riposo lungo, entra in scena Simonetti, che dà il via ad un nuovo modo di porsi in campo, il Bcl riprende coraggio e con Del Debbio che ha smesso di litigare con il canestro, Lippi e Tempestini si porta sul meno cinque al termine del secondo quarto.

La ripresa vede il Bcl sempre molto reattivo e in un altalena di risultati fa suo il quarto portandosi a sole tre lunghezze dal Legnaia.

L’ultimo quarto è un arrenbaggio, gli ospiti soffrono la pressione dei biancorossi, a due minuti dal termine il tabellone segna 77/77, una situazione alla quale le coronarie del pubblico e degli addetti ai lavori sono già abituate.

E’ un momento topico del match, ma che il Bcl non riesce a sfruttare, resta impantanato a quota 77, mentre gli avversari con molta freddezza, siglano in successione il più due, il più cinque e infine il più sette in chiusura di partita.

Sicuramente a concorrere alla sconfitta c’è il fatto che Nalin si è dovuto presentare con una panchina più corta del solito, ma ciò che il Bcl paga maggiormente è l’aver imbarcato troppi punti nelle prime fasi del match. In un campionato dove in realtà non esistono primedonne, dimostrazione lo è, il fatto che Nalin riesca sempre a mettere in discussione qualsiasi franchigia, recuperare i pesanti passivi diventa estremamente difficile.


16/24 – 42/47 – 60/63 – 77/84

 

Bcl

Lippi 14, Piercecchi, Tempestini 12, Russo 8, Del Debbio 15, Simonetti 18, Landucci, Burgalsassi 10, Pierini, Cattani

All. Nalin, Ass. Giuntoli

 

Olimpia Legnaia

Pinarelli 4, Baldasseroni 5, Catalano 9, Pracchia 11, Merlo 6, Radchenko 2, Baldinotti, Riboli 2, Sakellariou 18, Del Secco 11, Nikoci 8, Scampone 8

All. Zanardo, Ass. Armellini

 

Inizio di partita per il Legnaia con Sakellariou e risposta di Lippi dai liberi, poi una serie di ribaltamenti continui portano le squadre sul 14 pari a tre minuti dalla prima sirena.

Bcl più preciso sul tiro da tre, mentre il Legnaia si difende con percentuali più alte dall’area, sufficienti per restare ala guida del match. Negli ultimi due minuti, il Legnaia imprime più ritmo riuscendo ad allungare sul più 8 di fine primo quarto.

 

Legnaia che fa suo anche l’inizio della seconda frazione di gioco spingendosi sul più 11 dopo appena due minuti.

Il Bcl non riesce a finalizzare le azione che imbastisce, trovando spesso il ferro a negargli il canestro, ma la difficoltà maggiore per il Bcl giungono dal reparto difensivo che non riesce a frenare le incursioni degli ospiti.

Ai cinque minuti, i gigliati raggiungono il più 14, un gap che rischia di diventare pesante se i ragazzi di Nalin non dovessero riuscire ad invertire il trend del match.

A suonare la sveglia è Simonetti, poi Del Debbio che finalmente trova la tripla, poi ancora Lippi dai liberi accorcia ancora e subito dopo Tempestini, ancora dai liberi riporta la squadra sul meno 5 alla sirena del riposo.

 

Ripresa con il Legnaia che si ritrova sui liberi dopo 20 secondi di gioco, la risposta è affidata tutta a Lippi, prima con un gioco da tre, poi dall’area per il meno uno.

Il Legnaia replica con Nikoci e Tempestini risponde dall’area, poi è Simonetti a siglare il primo vantaggio per il Bcl, 51/50 a sei minuti dalla terza sirena.

Il Bcl sembra aver ritrovato freschezza, nuova energia e molta più aggressività, tanto da riuscire ad impensierire gli ospiti che, comunque riescono di nuovo a scavare punti importanti che gli permettono di tenere la testa della partita con un più tre di fine del terzo periodo.

 

L’ultimo quarto lo apre il Bcl con Russo, è di nuovo il meno uno, ma le triple di Pracchia e Catalano proiettano il Legnaia avanti nel punteggio.

Del Debbio prova ad accorciare dalla distanza e Lippi dalla lunetta, ma il polso caldo di Catalano, piazza l’ennesima tripla per il legnaia, siglando il più sette, un vantaggio che fortunatamente dura poco, è Burgalassi questa volta a metterla da tre.

Ad accorciare ancora è sempre Burgalassi, ma la risposta degli ospiti è di nuovo una tripla a firma Sakellariou, poi Del Debbio da sotto e con un libero riporta il Bcl a meno due ed infine Simonetti aggancia il Legnaia sul 77/77  a due minuti dalla sirena.

Per il Bcl è di nuovo un finale ad alta tensione, Del Secco va a segno, più due per gli ospiti, Scampone la mette dagli oltre sei metri ed è il più cinque, Lippi dalla lunetta fa 0 su 2, Sakellariou subisce fallo e fa due su due, per il più sette. 77/84 a 19 secondi dalla sirena, e palla in mano al Bcl, ma neppure l’ultimissima azione si chiude a canestro, mentre lo stridulo suono della sirena segna la fine di una partita che vede i biancorossi lasciare due importanti punti sul parquet. 


Gli altri post della sezione