• 0 commenti
  • 25/11/2022 16:30

VIOLENZA SULLE DONNE: VIAREGGIO , IL BARSANTI E MATTEUCCI ORGANIZZA UNA MOSTRA

VIOLENZA SULLE DONNE: IL BARSANTI E MATTEUCCI ORGANIZZA UNA MOSTRA E LA CAMPIONESSA OLIMPICA INVIA AGLI STUDENTI UN VIDEOMESSAGGIO

Gli studenti del Liceo scientifico Barsanti e Matteucci dicono «No» alla violenza sulle donne e lo fanno dando vita ad una mostra fotografica che vuol «rompere le righe» degli stereotipi. Sì perché gli alunni e le alunne delle classi quinte coordinati dalle insegnanti Arianna Pecchia Ramacciotti, Lara Casadio ed Eleonora Prayer hanno voluto dare risalto alle donne che nel passato o nel presente hanno dimostrato la loro forza, la loro bellezza fisica, culturale e intellettiva. «Solitamente – commentano gli studenti – quando si parla della violenza di genere si dà il via a scene drammaticamente violente, che hanno come protagoniste donne che dalle immagini appaiono spaesate, deturpate e impaurite. Poche volte, invece, viene messo in primo piano l’aggressore in tutta la sua bruttezza e crudeltà. Questa mostra – concludono gli alunni – vuole essere un piccolo esempio contro ogni stereotipo di genere ed è per questo che abbiamo scelto donne che ieri o oggi, hanno in qualche modo cambiato il mondo oppure semplicemente dimostrato di essere grandi donne». La piccola, ma importante kermesse fotografica tanto voluta dalla dirigente Silvia Barbara Gori è stata inaugurata il 25 novembre nella sede del Liceo Scientifico Barsanti e Matteucci. «Ogni classe – spiegano le insegnanti organizzatrici - ha scelto una tematica in relazione alle donne; la 5A con la donna e la scienza: Rita Levi Montalcini, Samantha Cristoforetti e Maria Salomea Sk?odowska. La 5B ha scelto Giovanna D’Arco, Elnaz Sarbar Boczek (attivista iraniana) e Gauri Lankesh, attivista induista uccisa. La 5C invece si è buttata sull’arte e non poteva mancare Artemisia Gentileschi con le sue opere. La 5D invece ha optato per Frida Kahlo, Malala Yousafzai e Anna Frank; la 5H le donne giornaliste: Matilde Serao, Oriana Fallaci e Agnese Pini che oggi, giovanissima, è direttrice di tre quotidiani nazionali. Infine la 5G ha scelto la donna nello sport: Serena Wiliams, Paola Egonu e Giulia Quintavalle, medaglia d’oro alle Olimpiadi di Pechino, che ha voluto partecipare alla mostra organizzata dagli studenti del Barsanti e Matteucci, inviando loro un video con parole veramente importanti: «Come donna, atleta e allenatrice vi posso assicurare che da sempre lotto per sensibilizzare i giovani a rispettare le regole, se stessi e gli altri. Tutti i giorni sono importanti per rispettare le donne. Non deve esistere la diversità di genere e le competenze di ognuno devono essere premiate: ogni persona che si mette in risalto per i suoi risultati deve essere presa in considerazione a prescindere dal genere. Lottiamo per questo, alleniamoci per vincere e sensibilizzare i giovani contro gli stereotipi di genere». 

Gli altri post della sezione

Perennemente sporco

in piazza San Michele dava ...

Più decoro!

Da mesi ci sono biciclette ...

Residui di verde mura

Ben vengano le manifestazi ...

Eureka! Alleluia!

Hanno iniziato la manutenz ...