• 0 commenti
  • 04/06/2022 10:40

Onorevoli Mallegni, Ronzulli e Cattaneo a Lucca. Forza Italia e la battaglia per una sanità migliore

Sanità lucchese: erano presenti questa mattina i parlamentari di Forza Italia, in sostegno della candidatura a Sindaco di Mario Pardini, che hanno affrontato le diverse problematiche legate all’Ospedale San Luca.

Dopo una visita all’ex ospedale Campo di Marte, il Senatore Massimo Mallegni, la Senatrice Licia Ronzulli e il Deputato Alessandro Cattaneo, insieme al candidato Sindaco Pardini, il capolista di Forza Italia a Lucca Alessandro Di Vito e una delegazione azzurra, hanno visitato l’Ospedale San Luca, potendo vedere con i propri occhi la situazione, a partire dal pronto soccorso.

“Il nuovo Ospedale San Luca, nonostante le dichiarazioni di un miglioramento logistico, in concreto porta con sé un peggioramento – afferma il candidato al consiglio comunale Di Vito – Rispetto al Campo di Marte si hanno 90 posti in meno e il 28% in meno della volumetria. Ma questo è niente: l’elisuperficie non è mai stata attivata, dopo una sola unica prova non autorizzata e la questione parcheggio è un vero problemi sia per i dipendenti che per i cittadini – prosegue Di Vito – Il totale dei posti auto sono 1025, assegnati ai dipendenti solo per il 41% che corrisponde a 425 posti. Coloro che lavorano in ospedale e che vogliono utilizzare lo spazio del privato devono comprarselo alla cifra di 30 euro al mese, mentre i visitatori spendono, oltre la terza ora, 4 euro. Il vero problema, poi, – ha spiegato il capolista ai parlamentari – è la tendopoli che dopo il covid è stata messa all’esterno del pronto-soccorso – per il pretriage – dimostrando una totale inflessibilità dell’ospedale. Ma non è tutto: se questa soluzione era stata data come passeggera, la Regione Toscana ha deliberato, invece, la costruzione di box permanenti all’esterno, luoghi caldissimi in estate e freddissimi in inverno, che saranno realizzati entro il 31 dicembre di quest’anno per il costo di 506 mila euro”.

I prefabbricati sono, infatti, stati già dati in concessione per 12 anni.


“Questa non è la sanità per cui noi paghiamo – commenta il Senatore Mallegni – visto che i cittadini pagano il 64,2% di tasse in Toscana. Questo è qualcosa che è servito alla sanità toscana per fare tutt’altro che un servizio per i cittadini. Alle nostre spalle non abbiamo ospedali, ma casseforti del centrosinistra. Abbiamo regalato tutto agli altri: le persone hanno il diritto di essere servite per quello che pagano e questo non è un servizio adeguato. Con Mario Pardini Sindaco - e a capo della conferenza dei sindaci, visto che sarebbe opportuno che fosse di Lucca – noi combattiamo per rendere un servizio fondamentale ai lucchesi”.


“Non è una sfida facile – prosegue la Senatrice Ronzulli – ma a noi piacciono le cose difficili. La politica dell’uno vale uno è finalmente scomparsa ed è tornata la politica del fare e del merito. La differenza tra noi e gli altri è che noi scegliamo i candidati adatti al territorio per le competenze che hanno e Mario Pardini è la persona giusta. Noi come Forza Italia dobbiamo raccontare il buongoverno del centro destra e far capire, in prospettiva, cosa potrà essere. Sarebbe più facile stare all’apposizione ma non è più il tempo di andare a raccogliere la rabbia – giusta – dei cittadini e il populismo: è il momento di fare”.


“Condivido e ringrazio per ciò che hanno detto i senatori – aggiunge il candidato Sindaco Mario Pardini - a partire dal ruolo del sindaco come capo della conferenza dei sindaci, fino alla sanità che è un tema molto sensibile per i cittadini e su cui è mancato l’ascolto da parte della Regione. Se noi non lavoriamo sulla sanità territoriale di prossimità non riusciamo a ridurre la pressione del pronto soccorso. Iniziare il cambiamento è inteso proprio in questo senso: riportare i cittadini a dare fiducia alle istituzioni”.


Infine, il Deputato Alessandro Cattaneo: “Al Sindaco dico che è il mestiere più bello che si possa fare per chi ama la politica e tu dimostri di aver fatto una scelta non di convenienza ma di reale passione e quindi stai dalla parte degli italiani che vedono che le cose si possono fare meglio. È la cifra distintiva di Forza Italia quella di mettersi in gioco, che ci ha insegnato il nostro Presidente Berlusconi”.

E sul rapporto sanità-politica continua: “La figura del Sindaco è fondamentale, e con il Covid lo abbiamo visto, ma anche in questo momento di trasformazione dove stiamo ripensando in tutte le regioni alla sanità territoriale e alla riorganizzazione dei medici di base. I primi cittadini sono coloro che sono responsabili ultimi della salute del cittadino”.


Un segnale forte, quello lanciato oggi da Forza Italia, che rivendica i propri valori portando avanti battaglie con metodo, competenza e professionalità. Un invito, infine, a presentarsi a votare il prossimo 12 giugno, non solo per le amministrative, ma per il referendum sulla giustizia.

“C’è tutto quel mondo del non-voto – termina Cattaneo – a cui noi ci rivolgiamo per sconfiggere ciò che non va. Andare a votare è fondamentale, perché se le cose si possono fare meglio si deve avere la responsabilità di compiere una scelta, e con Mario Pardini in questa città  potete fare una scelta di grande qualità”.

Gli altri post della sezione

Veronesi e Cecchini

Ci fa molto piacere che il ...

Inopportuno perché ?

Perché inopportuno ?...al ...

Via dei fossi

Qualcuno sa perché i lavo ...

Rimuovete la bandiera

Sindaco e assessori , rimu ...