• 0 commenti
  • 13/09/2022 08:43

I fortunati dei comics – continua

L’articolo del consigliere Raspini conferma che la fretta è una pessima consigliera e certamente lo è di più non documentarsi prima di replicare su argomenti che non si conoscono. LuccaCrea con una procedura di gara aperta, non una manifestazione d’interesse, ha affidato i servizi di portierato, custodia ed altri ancora per la manifestazione Lucca Comics and Games come risulta dalla Determina n. 124 del 23 dicembre 2020 a firma del direttore Vietina. Il vincitore, ATI WINCH RANGERS e GIS ha offerto un piccolo ribasso (4,35%) sull’importo indicato da LuccaCrea per un totale di 711.449,20 euro oltre IVA. L’azienda vincitrice l’ha spuntata sulle altre quattro offerte, alcune ben più vantaggiose dal punto di vista economico che prevedevano ribassi fino al 20% (ATI Top Segret Investigzioni e Il Globo Vigilanza), grazie ad una migliore offerta qualitativa. Il Disciplinare di gara infatti, reperibile nel sito di LuccaCrea, prevedeva una serie di punteggi premiali per il “Benessere Organizzativo” visto anche le giuste polemiche sorte negli anni passati per le pessime condizioni del personale impiegato ai Comics. Entrando più nel dettaglio, la Winch per vincere si è impegnata su diversi fronti e precisamente: a) Miglioramento delle condizioni lavorative in termini di erogazione servizio mensa o equivalente con l’introduzione dei buoni pasto; b) Miglioramento delle condizioni lavorative in termini di capi di vestiario o accessori con l’assegnazione gratuita con l’intento di rafforzare il senso di appartenenza del lavoratore alla manifestazione; c) Miglioramento delle condizioni lavorative in termini di organizzazione del lavoro e della relativa remunerazione; con la previsione di una migliore organizzazione del lavoro; un miglior trattamento economico con l’introduzione di benefit/bonus oltre a quelli previsti dalla normativa vigente; d) Integrazione delle misure inerenti la valutazione dei rischi specifici del lavoro in solitario e stress da lavoro correlato con annessi rischi psicosociali da aggressione; infine il punto e) Piano di formazione del personale con programmi di formazione e addestramento del personale che si intendono realizzare durante la vigenza contrattuale compresi corsi di lingua, programmi aggiuntivi di formazione sul primo soccorso e la gestione delle emergenze. Sempre per chiarezza, la vincitrice ha fatto la migliore proposta per i punti d) ed e), terza classificata per i punti a) e c) e seconda classificata per il punto b). Siamo quindi in presenza di una offerta economica equilibrata (limitandosi ai soli usceri, ad esempio, LuccaCrea riconosce importi orari di ben 25,00 euro circa) affiancata da un’offerta sul Benessere Organizzativo certamente d’interesse. Putroppo di tutte queste note sul “Benessere Organizzativo” non si ritrova traccia negli articoli apparsi sulla stampa né sulle offerte di lavoro delle agenzie specializzate che reclutano il personale per i Comics. La formazione dei lavoratori è un preciso obbligo (art. 37 c.4;12 D.Lgs 81/08) e in questo caso un preciso impegno dell’azienda vincitrice. A fronte di questi obblighi generali e speciali credo che sia del tutto fuori luogo che si parli di “corsi OBBLIGATORI e gratuiti dopo aver superato il primo step di selezione” . A questo proposito mi chiedo se l’attuale Presidente di LuccaCrea e il suo Direttore Generale non ritengano che questo agire sia in piena violazione degli impegni presi e se la formazione che ha costituito uno dei punti di forza dell’offerta possa essere aggirata così facilmente e infine se non ritengano che si debba richiamare l’azienda ai suoi impegni, riconoscendo la formazione e l’addestramento all’interno del rapporto contrattuale e quindi retribuita. Per fissare le idee, questi ragazzi, se la durata della formazione promessa è di 20 ore, hanno il diritto di vedersi riconosciuti i 120 euro corrispondenti alla loro paga oraria per tutta la formazione che OBBLIGATORIAMENTE dovranno fare. Sarebbe altresì utile che LuccaCrea inserisse all’interno del sito, non solo il verbale di aggiudicazione ma anche l’allegata OFFERTA QUALITATIVA sia per la sua valenza economica, sia perché dovrebbe essere un preciso obbligo di legge e più di tutto perché sarebbe chiaro cosa è stato offerto e quali sono le condizioni di “Benessere Organizzativo” a cui hanno diritto i prestatori dei servizi alla manifestazione Lucca Comics & Games. Raspini converrà che non è stato gettato fango su LuccaCrea o sui Comics, quanto piuttosto si è voluto richiamare la governance della società a tenere ben presente l’importanza del rispetto delle persone e del lavoro che, a prima vista, non sembra essere stato preso nella giusta considerazione.

Massimo Viviani, gruppo Lista Civile.


Disciplinare di gara

https://drive.google.com/file/d/1LE-4LdB2Ndir3dWOvf6Qq0426YsaiL4F/view?usp=sharing


Gli altri post della sezione

Il pulpito

"" “Non mi sembra un buo ...

Cosa farà ora Marcucci?

La non rielezione del ex s ...

Io ho votato

Poter esprimere liberament ...