• 16 commenti
  • 23/11/2023 08:44

ASSI VIARI: L’UNIONE DELLA VITA E DEL SUO AMBIENTE- COSA FARE?

Secondo la filosofia buddista nessun uomo è un’isola, ma esso vive in inter-relazione con gli altri uomini e l’ambiente.

 
 
   L’agire dell’uomo è molto influenzato da come esso sta vivendo la propria vita, cioè i diversi stati vitali dell’uomo si riflettono sulla terra che essi abitano e la terra in virtù dello stato vitale dei suoi abitanti vive momenti diversi di equilibri o squilibri.
 
Ciò significa che la vita ed il suo ambiente manifestano la realtà prodotta da una causa interna, dalla relazione e dall’effetto latente. L’IO e l’ambiente sono due aspetti integranti di ogni individuo.
 
 
 
Questa premessa per dire  che  terra  è anche la nostra Piana di Lucca,  essa ospita la vita grazie ad un  equilibrio ambientale molto sottile... e che  da tempo   è l’azione  dell’uomo che ha intaccato fortemente questo delicato equilibrio.
 
 
 
 Nella Piana di Lucca siamo in presenza di uno sviluppo distorto, con una cementificazione costante durata anni, con una ampia rete di strade, vie, reticoli che conducono ai centri commerciali, ai centri servizi, alle fabbriche, presenti in ogni luogo del territorio.
 
Coloro che a livello imprenditoriale , istituzionale o politico,  hanno sostenuto e continuano a sostenere che   gli “Assi Viari” sono funzionali a far diminuire il traffico nella periferia di Lucca, dicono il falso, anzi mentono sapendo di mentire.
 
La verità sta nel fatto che coloro (cittadini e trasportatori di merci) che devono recarsi nelle aziende o nei centri commerciali e servizi del nostro territorio, devono per forza fare sempre le stesse strade, e gli Assi Viari che congiungano Ponte a Moriano all’imbocco dell’auto strada di Capannori,  su una arteria sopraelevate fino a 10 metri , servono solo ed esclusivamente   per fare risparmiare a chi deve prendere l’autostrada meno di 5 minuti di tempo.
 
 
 
Come più volte abbiamo sostenuto anche come “Forum per la tutela dell’Ambiente e salute dei cittadini” , se lo sciagurato progetto dovesse realizzarsi , ci sarebbero effetti devastanti sul territorio con una muraglia d catrame e  cemento, con un notevole incremento del consumo del suolo che nell’anno 2022 sono già stati consumati 160 ettari , con danni immensi per l’agricoltura, con inquinamento delle falde acquifere, con la rovina dell’area protetta de laghetti di Lammari, con un ulteriore aumento delle emissioni inquinanti a causa dell’aumento del traffico su gomma, con il rischio idrogeologico.
 
Possibile che quello che è avvenuto il 3 novembre a Campi Bisenzio non insegni niente ?
 
Ma allora perché insistono ? Perché gli amministratori locali il 19 novembre,  sono andati  a Firenze ad incontrare il Commissario dell’ANAS Mucilli ?
 
 Come non capire che il problema non è quello di verificare le criticità del progetto per ottenere una qualche mitigazione del medesimo , ma che invece esso  va respinto e cancellato in toto ?
 
 
Penso allora di non sbagliare nel dire  che chi insiste nel progetto ha un altro scopo.... quello di considerare il progetto Assi Viari un business di 173 milioni di euro,  e che vogliono agevolare la categorie economiche corporative e le  imprese locali a spartirsi “il bottino”.
 
 
Sono possibili azioni alternative agli Assi Viari, che passano attraverso la realizzazione di una tramvia di superficie su tutto il territorio (Nord, est, sud, ovest) , è possibile il rafforzamento e il raddoppio dei binari sulle tre reti ferroviarie presenti (Lucca Firenze Viareggio, Lucca Aulla, Lucca Pisa) , è possibile progettare un nuovo piano di mobilità pubblica sostenibile e nuove piste ciclabili, è possibile progettare anche una urbanistica più razionale con la ricollocazione in apposite aree dei centri commerciali, servizi, aziende.
 
   Con il convegno svolto il 20 maggio 2023, abbiamo detto che  non è più possibile abituarsi a tutto … è necessario uscire dalla mera posizione di sola denuncia e   trovare la forza di reagire a livello di popolo.
 
 
 
Anche a Lucca in questi ultimi anni le iniziative finalizzate alla prevenzione ambientale sono cresciute in modo consistente.
 
 Dall’inizio dell’anno in ogni territorio sono aumentati i comitati … i movimenti nati dal basso organizzati in forme di democrazia diretta e deliberativa che si sono riuniti nel “Forum per la tutela ambientale e la salute dei cittadini”.
 
Essi fanno politica attraverso presidi territoriali dove le popolazioni del luogo sono diventati attori autonomi in grado o di fare residenza prolungata o di fare proposte alternative alla realtà esistente che minaccia l’ambiente.
 
 
 
 Questi  movimenti , supportati nel merito,  dal contributo di tecnici , medici e ricercatori scientifici, sono in grado di intraprendere iniziative tutte finalizzate alla possibilità di effettuare soluzioni alternative.
 
 
 
Credo che gli amministratori , anche in vista delle elezioni , dovrebbero riflettere attentamente.... sono già state raccolte migliaia di firme ed i cittadini sono sempre più convinti della necessità di bloccare un progetto mostruoso, distruttivo dell’ambiente e della salute.   
 
 
 

Umberto Franchi       Lucca 23 novembre 2023 

I commenti

Commento a un commento

Umberto Franchi - 27/11/2023 22:19

Ormai è chiaro che non c'è nessuna volontà ( forse possibilità) di realizzare un sistema tangenziale che risolva il problema del traffico , quindi mettetevi l'animo in pace .
Purtroppo anche questo inverno ( tra poco ) ci toccherà respirare per un paio di mesi , formaldeide,ossido di etilene, 1-3 butadiene, benzene , idrocarburi policiclici aromatici ecc ecc .
Cosa sono e cosa fanno Ve lo andate a leggere da voi .......mi sembra di capire che sapete tutto ( Fenomeni compresi e incompresi ) ...... Un consiglio evitate le passeggiatine e corsette sulle mura .

Filippo - 26/11/2023 09:08

Eh no! Come sono nuovi (si fa per dire) gli assi viari, altrettanto nuovo (si fa per dire!!!!) è il comitatismo. Il comitatismo cerca, da circa cinquant'anni, urlando e mobilitandosi, di passare come maggioranza, quando maggioranza non è. Lo abbiamo visto anche per la vicenda della ex Manifattura Tabacchi! Un gran casino, poi il comitato è diventato lista elettorale e ha preso (se ben ricordo) meno del tre per cento. Gli enti pubblici, che non sono diretti da zombies, ma da eletti dai cittadini, hanno lavorato al progetto per anni. Vinca la democrazia e si faccia finalmente il progetto. Come ha dimostrato il MOSE a Venezia, il tempo del comitatismo è finito. Siete roba vecchia! Rottami della storia!

Anonimo - 24/11/2023 19:05

https://assiviarilucca.it/

presso l’auditorium di San Micheletto si è tenuto un interessante incontro tra cittadini, esperti e tecnici per affrontare non solo il problema (ormai un bel problema) dei nuovi (si fa per dire) assi viari e per avanzare proposte di mobilità alternativa.

Desideriamo ringraziare tutti i numerosi partecipanti e le associazioni con cui abbiamo collaborato per la buona riuscita di questa giornata di confronto ed approfondimento (Senza Confini, Multi Idee e Legambiente). Molte idee, molti dati, molti pareri tecnici che hanno nuovamente sottolineato l’inutilità e la dannosità dell’opera, con un occhio alle soluzioni alternative.

Questo è solo un primo passo di una nuova mobilitazione generale per dimostrare, concretamente, che il progetto degli Assi Viari non è più attuabile e chi ancora lo sostiene è fuori da ogni logica e fuori dal tempo. Guardiamo al futuro con soluzioni adeguate, lasciando perdere questa grande opera (o quello che rimane) in favore di soluzioni più adeguate alla fragile Piana di Lucca e ai tempi che corrono.

Grandi assenti il Comune di Lucca e la Provincia di Lucca. Hanno perso l’occasione per aprire gli occhi e capire che c’è (molto) altro rispetto alla Tangenziale. Ci sarà sicuramente occasione di ricordarglielo in una delle prossime occasioni!

Di seguito i files PDF delle relazioni presentate ieri:



https://assiviarilucca.it/

https://assiviarilucca.it/ - 24/11/2023 17:25

è semplicemente ridicolo. Là hanno cosrtruito per secoli dighe che son poi divenute stradine. I terreni, sottratti al mare, sono sotto di esso per cui pochi ci costruiscono. Qui sono secoli che fanno strade , come minimo dai Romani, e poi lungo le strade sono nate le città e vicino alle città i paesi rurali e tutto il reticolo che unisce. Come fa a fare un paragone proprio con l'Olanda? Lo faccia con la Francia e troverà una situazione uguale alla nostra. .E li non hanno carenza di circonvallazioni e grandi assi viari perché hanno fatto tutt da decenni

cicci - 24/11/2023 15:14

Mi pare che qua stiate tutti partendo dal presupposto che M.D. è contrario alla costruzione di nuove strade (posizione che sarebbe comunque legittima). A lei, in sostanza, contesto unicamente il paragone tra una nazione del tutto particolare e una parte della provincia di Lucca. Per il resto, rispetto le sue idee e convinzioni a riguardo.

M.D. - 24/11/2023 13:46

@pippo oppure @memo

Se intende portare avanti la discussione senza proporre alcunché e sommergendomi di domande, temo che andremo ben poco lontano. Le rispondo una domanda alla volta, per cortesia.

"Vabbè ....ti faccio qualche domanda pratica e semplice , inizio ...visto che conosci bene l'Olanda secondo te l'orografia di quel paese è minimamente paragonabile ad un'altro che dici conoscere bene "l'Italia " ?"

Ma questo - rilegga quel che ho scritto - è esattamente ciò che contestavo al commentatore anonimo, quindi che dire? Su questo punto (che poi è L'UNICO che avevo sollevato) siamo completamente d'accordo: poteva fermarsi qua e amici come prima :)

"Le strade secondo te sono necessarie per far defluire il traffico nella piana ?"
Ho forse mai scritto il contrario?

"La concentrazione dei gas rilasciati da un mezzo per percorrere lo stesso tragitto aumentano o diminuiscono in relazione al tempo?"
Perché lo chiede a me? Mi pare una domanda tanto inutile quanto provocatoria. Tendo a non rispondere a domande inutili o provocatorie di cui tutti conoscono la risposta.

"L"inquinamento prodotto anche dalle macchine aggiunto a tutto il resto è un pericolo o meno per la salute pubblica ?"
Vedi sopra.

"I moccoli che stiaccio quando vado a lavorare io come tutto il resto della collettività migliorano o peggiorano la qualità della vita ?"
Immagino che peggiorino la vita sua e di chi le sta intorno. A me non fanno né caldo né freddo: quando viaggio per lavoro mi metto l'animo in pace e cerco di non innervosirmi.

"Leggere certe biscarate di qualche arrogante che crede di essere il detentore delle verità assoluta migliora o peggiora il confronto ?"
Credo che l'arroganza, le biscarate e la supponenza peggiorino il confronto. Per questo evito di rispondere a domande inutili o provocatorie e mi interrogo sul senso del suo commento.

"suvvia fai poco il Fenomeno e cerca di essere più Umile ....magari non muterai le tue incrostate idee , ma sicuramente eviti di fare brutte figure ......"
No comment.

Cordialità


M.D. - 24/11/2023 13:11

Le densità dell'Olanda (495 / Km2) e della piana di Lucca (483 / km2) non sono poi cosi diverse. Se ho citato l'Olanda è comunque perchè ci sono stato, girandola per intero, comprese cittadine paragonabili a Lucca. E nonostante ottimi servizi di trasporto e le ciclabili ci sono anche ottime strade e soprattutto le tangenziali. Anzi ci sarebbe da dire che in Olanda tra una città e l'altra ho meno urbanizzazione rispetto alla piana di Lucca. Le auto (ma anche i camion) non sono eliminabili sul nostro territorio. Per questo sono favorevole ad un sistema di tangenziale.
M.D. io rispetto il suo parere, ma lei deve rispettare il mio e degli altri a prescindere dalla presenza di una sigla per firma o meno.

anonimo - 24/11/2023 11:00

Vabbè ....ti faccio qualche domanda pratica e semplice , inizio ...visto che conosci bene l'Olanda secondo te l'orografia di quel paese è minimamente paragonabile ad un'altro che dici conoscere bene "l'Italia " ?
Le strade secondo te sono necessarie per far defluire il traffico nella piana ?
La concentrazione dei gas rilasciati da un mezzo per percorrere lo stesso tragitto aumentano o diminuiscono in relazione al tempo?
L"inquinamento prodotto anche dalle macchine aggiunto a tutto il resto è un pericolo o meno per la salute pubblica ?
I moccoli che stiaccio quando vado a lavorare io come tutto il resto della collettività migliorano o peggiorano la qualità della vita ? Leggere certe biscarate di qualche arrogante che crede di essere il detentore delle verità assoluta migliora o peggiora il confronto ?......suvvia fai poco il Fenomeno e cerca di essere più Umile ....magari non muterai le tue incrostate idee , ma sicuramente eviti di fare brutte figure ......
Memo o Pippo che dir si voglia ....

Memo - 24/11/2023 05:15

Oh Franchi, ma non eri comunista?!?!?!!? I buddisti sono stati violentati e lo sono tuttora dai comunisti cinesi!!! Ma che buddista sei????

Anonimo - 24/11/2023 02:24

Caro anonimo, mi chiami pure M.D. così la discussione può proseguire in modo più comprensibile per tutti.
Ciò detto, non so se lei sia l’anonimo di prima o un altro, ma veniamo al dunque:
“ è inutil discutere con lei perché non vuol sentire le ragioni degli altri, magari quelli che fanno 40.000 km /anno su quelle strdae che ci sono per lavoro. A lei non gliene frega niente”

Sono qua a commentare proprio per discutere con gli altri, non mi è chiaro da dove tiri fuori l’idea, dalla pur semplice puntualizzazione che ho sentito di dover fare nei riguardi di un paese che conosco piuttosto bene, che “non me ne frega nulla degli altri”.
La invito a elaborare meglio e in qualche modo identificarsi su questo blog, perché così per come l’ha messa non mi lascia molto spazio per il confronto. Che a questo punto - almeno con lei, ennesimo e generico “anonimo” - inizia a sembrare abbastanza inutile anche a me.
Non è complicato: si scelga o si inventi una sigla, un nickname o un acronimo. Solo per capire a chi sto rispondendo di volta in volta.
A meno che non voglia solo buttarla in caciara, e mi va bene pure quello: sia chiaro che non ho alcuna difficoltà a mandarla in culo come mi pare tenda a fare lei, solo che, nel caso, vorrei circostanziare la cosa.
Grazie
M.D.

M.D. - 23/11/2023 21:37

è inutil discutere con lei perché non vuol sentire le ragioni degli altri, magari quelli che fanno 40.000 km /anno su quelle strdae che ci sono per lavoro. A lei non gliene frega niente

anonimo - 23/11/2023 19:23

Si può essere d'accordo o meno, si può persino prendere in giro un pensionato perché è in pensione e parlare con superficialità imbarazzante di "barzellette", ma sarebbe meglio approfondire un minimo, e soprattutto sarebbe meglio evitare paragoni inappropriati con tanto di palese distorsione dei fatti: il discorso di "Non condivido" è una contraddizione in termini bella e buona:

"Ben venga il potenziamento ferroviario, delle piste ciclabili e magari anche del servizio bus (sarei persino favorevole a ricreare la tramvia smaltellata).....ma pensare che tutto ciò risolva il problema della mobilità in un territorio come il nostro (dove abitazioni, uffici e industrie sono sparsi nel territorio e non concentrati in poche aree) è veramente assurdo. Persino nella green Olanda troverete un efficiente rete stradale."

Se in Olanda - 5º paese più densamente popolato d'Europa! - la rete stradale è efficiente - e comunque lo è sino a un certo punto, e non ovunque, basterebbe esserci andati per saperlo - è proprio perché negli anni (dovendo fare i conti con la ridotta superficie disponibile per nuove strade) si è provveduto a creare un sistema di piste ciclabili e trasporto pubblico sia su rotaia che su gomma qua da noi non siamo neanche in grado di immaginare o sognare, perché come ben dimostrano certi commenti non riusciamo mai a guardare al di là del nostro naso e della partigianeria politica.

Buona giornata

M.D. - 23/11/2023 13:32

Ben venga il potenziamento ferroviario, delle piste ciclabili e magari anche del servizio bus (sarei persino favorevole a ricreare la tramvia smaltellata).....ma pensare che tutto ciò risolva il problema della mobilità in un territorio come il nostro (dove abitazioni, uffici e industrie sono sparsi nel territorio e non concentrati in poche aree) è veramente assurdo. Persino nella green Olanda troverete un efficiente rete stradale.
A Lucca serve un sistema tangenziale esterno ben collegato alle autostrade come già presente in qualsiasi altra città moderna. Trovo molto meno green e più pericoloso far passare queste auto nelle stradine presenti. Le infrastrutture servono eccome.

anonimo - 23/11/2023 10:46

Suvvia sor Umberto , grazie per avermi fatto ridere con le sue barzellette, ma il problema è serio e deve essere affrontato con velocità....gli assi viari dovevano essere realizzati già da 20 anni , probabilmente tante persone non si sarebbero ammalate .

Memo - 23/11/2023 09:56

di un pensionato che non fa un c...o (magari perché ha già fatto) che va in bicicletta e on usa l'auto.
Non per contraddirla ma, escludendo la notte, da Ponte a Moriano all'autosctrada ci vuole quasi mezz'ora: come da S.Anna a Viareggio sulla Bretella.
Ci vada lei a vendere o consegnare nella piana con il campionario o le merci con un pulmino od il treno od in bicicletta. Si capisce chiaramente che Lei non ha mai lavorato per strada

anonimo - 23/11/2023 08:50

Gli altri post della sezione

GEAL, pubblica, o no ?

Stefano Pierini, eletto al ...

Sarebbe bello

Sarebbe bello poter legger ...