• 1 commenti
  • 18/09/2023 15:13

LA REALTA’ LUCCHESE THE BIG BREATH PRESENTE A BRESCIA

LA REALTA’ LUCCHESE THE BIG BREATH PRESENTE A BRESCIA PER IL PRIMO EVENTO DELLA CELEBRAZIONE NAZIONALE PER I 40 ANNI DI AISLA (ASSOCIAZIONE ITALIANA SCLEROSI LATERALE AMIOTROFICA)

Si è tenuto a Brescia, nella prestigiosa cornice di Piazzale Arnaldo, il 14 Settembre scorso, l’evento “Baci per Nemo”, che ha dato il via ad una serie di iniziative nazionali per celebrare i 40 anni di AISLA e raccogliere fondi da destinare alla ricerca. Alla manifestazione hanno partecipato anche i rappresentanti della lucchese The Big Breath, realtà che si occupa di progetti etico sociali e di sostenibilità, permettendo alle aziende virtuose di realizzare progetti specifici sul territorio. Ed è proprio per condividere uno di questi progetti che la realtà lucchese è stata invitata, assieme a Franzoni Corse, a partecipare alla manifestazione. Il progetto, ideato e realizzato per l’azienda Isola S.p.A., ha visto la costruzione di un mezzo speciale, un pezzo unico: un sidecar dalle linee aerodinamiche ed eleganti, che ha fatto provare a tante persone affette da questa malattia l’emozione del circuito in moto.

“Per evidenziare i valori dell’azienda Isola, che si occupa di trading di carta da macero e plastica recuperata”- dichiara Rosetta Orsi, CEO di The Big Breath - “abbiamo scelto di realizzare il sidecar con pezzi di recupero, affidandoci all’esperienza ed alla capacità di utilizzare le nuove tecnologie di Gian Antonio Franzoni, titolare della Franzoni Corse, in grado di applicare al mezzo tutti gli accorgimenti che si usano nelle auto da rally, sia in termini di sicurezza che di qualità estetica.” Il risultato è stato questo bellissimo sidecar, costruito con criteri di sostenibilità ed in cui si può salire con qualsiasi tipo di sedia a rotelle per provare, in totale sicurezza, l’emozione di essere in moto.”

“E’ stata una grande emozione essere presenti a questa bellissima iniziativa e poter vedere il sorriso, soprattutto quello dei bambini, nel loro giro in sidecar con il casco da motociclisti” – continua Roberto Landucci, Presidente di The Big Breath - “Siamo orgogliosi di rappresentare la nostra città nella sua attenzione ai temi sociali e di essere la risposta alla propensione etica delle aziende del territorio, che desiderano azioni concrete di miglioramento della qualità della vita di categorie fragili e di rispetto dell’ambiente.”

“Voglio ringraziare The Big Breath ed Isola S.p.A. per avermi permesso di costruire questo mezzo speciale, che consente alle persone costrette in carrozzina di fare un’esperienza unica, in assoluto comfort e sicurezza. Lavorare con serietà, sapendo di poter regalare sorrisi come quelli che siamo riusciti a regalare oggi è la cosa che più ci ripaga” – conclude Gian Antonio Franzoni, titolare della Franzoni Corse.  

I commenti

Ma non si potrebbe usare l'italiano??!? Ma cosa siamo diventati???! Confesso che appena ho visto il titolo volevo commentare ironicamente con: al big breath preferisco il big breast. Data la serietà della malattia di cui trattate ritiro la solita goliardata, ma insisto sul fatto che usare l'inglese a vanvera non ha senso!

anonimo - 19/09/2023 02:34

Gli altri post della sezione

Palazzo Pretorio

Insisto sia un troiaio per ...

Politica

Entri in politica e sei si ...

Corrieri in bicicletta.

il Comune di Lucca fallito ...

Siete dei sudici

Tutta la sortita di via de ...