• 4 commenti
  • 24/05/2023 09:05

L’Associazione Parco di Sant’Anna organizza un’assemblea

L’Associazione Parco di Sant’Anna organizza un’assemblea, aperta a tutte e tutti i cittadini, per parlare dei cambiamenti in corso nel quartiere. L’appuntamento è mercoledì 24 maggio alle ore 21, presso l’Auditorium dell’Oratorio Giovanni Paolo II in via Fratelli Cervi.

Sono molti gli argomenti all’ordine del giorno, tra cui spicca la proposta, fatta dall’amministrazione comunale, di realizzare una nuova strada di scarico del traffico pesante. Un’ipotesi che ha suscitato numerose perplessità, a causa della frattura che si verrebbe a creare con il parco fluviale, con un tracciato ipotizzato che passerebbe vicino a parchi giochi e campi sportivi. La strada infatti partirebbe da via Cavalletti fino a via de Gasperi, deviando il traffico verso la rotonda tra quest'ultima e viale Einaudi, già notevolmente congestionata.

Altro tema importante è il piano operativo, oggetto di un’assemblea molto partecipata nel 2022. L’Associazione si è fatta portavoce di molti cittadini che chiedono di modificare il Piano con indicazioni chiare: preservare l’area pubblica a verde in via Nerici, prevista sin dal 2004, potenziare quella in via Ferraris, e inserire un collegamento ciclopedonale nella previsione di fermata ferroviaria a San Donato.

L’Associazione punta al dialogo e al confronto costruttivo. Si sono già svolti incontri con gruppi di cittadini nel quartiere, e l’assemblea di mercoledì è un primo momento di dibattito collettivo, uno spazio di partecipazione auto-organizzato, a cui sono invitati tutti i lucchesi, le associazioni, e le forze politiche.

I commenti

Questa strada venne inserita nel piano strutturale al tempo di Fazzi e non ha alcun senso. Infatti una via di scorrimento a Nord sarebbe utile, ma non fatta in quel modo. Fatta in quel modo infatti:

1. non libera dal traffico via delle Tagliate (la zona del palasport) che è una vera e propria autostrada urbana indecorosa
2. non allontana il traffico dalle case, Infatti la nuova strada viene fatta a ridosso appunto delle case riproducendo quello che oggi è in via delle Tagliate, via Cavalletti, via Vecchi Pardini, ecc.

O si ha il coraggio di fare una strada che si stacchi dalla via Galilei e scorra sotto l'argine del fiume fino a congiungersi con via De Gasperi, oppure si lasci perdere.

Capisco che facendo la strada sotto l'argine si invade una zona verde, ma si abbia la capacità di fare una strada parco, alberata, con assoluta proibizione di costruire alcunché lungo la viabilità stessa, con tratti in galleria sotto collinette artificiali. Insomma o si fa una cosa fatta bene, oppure evitiamo un ennesimo spreco di suolo.

anonimo - 25/05/2023 01:25

Appare razionalmente assolutamente incredibile, ma....
MA è quello che desiderano!!!!!!!
Inglobare gli 'Assi" tra nuovi edifici!!!!!!
Assolutamente fantasmagorico fantascientifico realizzato!
L'equivalente di uno che si pianta un coltello in pancia, per risolvere il suo proprio problema di flatulenza!!!!!!

... - 24/05/2023 15:51

E' l'andazzo del genere homo. Da manuale!
Sarei per chiedere di campà un'altro pò, solo per rimirar dove faranno i prossimi "Assi 2 la vendetta".
Viene in mente la famosa 'variante di Gallicano", la prossima la faranno in fiume.
Viene in mente un'altra zona, la città di Brescia, una delle zone più inquinate d'Italia! Pur AVENDO anche la tangenziale!!!!!!
Che sagome!
Fantasmagorico!
Di quante tangenziali avrebbero bisogno?
Ahr! Ahr! Ahr!

... - 24/05/2023 15:24

il problema è che le grandi strade per scaricare sono state fatte poi...sono state fatti gli accessi per nuove attività così nel tempo queste strade sono state inglobate nel quartiere

SS - 24/05/2023 11:18

Gli altri post della sezione

Arroganza

L'Amministrazione comunale ...

Chi dice il falso?

Chi dice il falso? Due ...

Campi sportivi

Chiedo per il nostro noto ...

le antenne a Pontetetto

In data 23/02/2024 gli abi ...