• 1 commenti
  • 28/11/2022 10:49

“Per il terzo anno consecutivo slitta il cofinaziamento della Regione per il raddoppio ferroviario Lucca-Pistoia”


“E’ un’ennesima grande opera che non trova ancora completa copertura economica. Continuano inoltre i disagi per pendolari, studenti e turisti”

Firenze 25/11/2022 – “Per il terzo anno consecutivo slitta il cofinaziamento che la Regione ha garantito su più anni per consentire il raddoppio ferroviario Lucca-Pistoia. Un’opera strategica che dovrebbe avvicinare la costa all’area metropolitana consentendo di superare tante criticità nello spostamento di pendolari, studenti e turisti. E’ un’ennesima grande opera che non trova ancora completa copertura economica e nemmeno la sottoscrizione della relativa convenzione. Il contributo regionale previsto è di 12,5 milioni per 20 anni, quindi un contributo importante da parte della Regione. Senza dimenticare il tanto tempo perso per riuscire a superare l’impasse dei lavori nella Galleria di Serravalle” dichiarano i Consiglieri regionali di Fratelli d’Italia Alessandro Capecchi, vicepresidente della Commissione Trasporti, e Vittorio Fantozzi, vicepresidente della Commissione Sviluppo economico.

“Assistiamo ad un ulteriore “passo del gambero” per il raddoppio ferroviario tra Pistoia e Lucca, per il quale si registrano ulteriori ritardi. Vorremmo chiedere all’assessore Baccelli di aggiornarci sullo stato dell’arte del raddoppio ferroviario e in particolare quando sarà inaugurato il tratto Pistoia Montecatini, e quando inizieranno i lavori del tratto Montecatini-Lucca. Le infrastrutture vanno realizzate, stiamo scontando un gap ultradecennale. La nostra comunità ed il nostro tessuto economico-imprenditoriale non possono più permetterselo” sottolineano Capecchi e Fantozzi.

I commenti

Di fronte al rischio del presunto declassamento del pisano aeroporto gli amministratori lucchesi hanno levato scudi, spade e lance in difesa della preziosa infrastruttura. Qui, come ben si vede ai governi regionali e nazionali, delle preziose infrastrutture utili alla città di Lucca frega zero. Assi viari? poi. Raddoppio della ferrovia? quest'altra volta. Ponte sul Serchio? boh, se ne parla da vent'anni. Grandi immobili sanitari come Arliano e Maggiano crollano, chissenefrega. Ora, dato che il Sindaco di Lucca scrive le letterine a favore dell'aeroporto di Pisa, non resta che aspettarsi una letterina del sindaco di Pisa a favore del raddoppio ferroviario Lucca - Montecatini. Magari il Sindaco di Pisa potrebbe anche rinunciare alle decine e decine di milioni di Euro che la regione, matrigna dei lucchesi e mamma affezionata dei pisani, spende nel cosiddetto "people mover", un monumento alla pisanitudine. Un monumento costosissimo che tutti i toscani sono costretti a pagare di tasca. Che schifo. La regione fa schifo e Lucca, città di utili idioti fa più schifo ancora.

anonimo - 29/11/2022 00:41

Gli altri post della sezione

Traffico in via di Tiglio

Leggo su un quotidiano onl ...

Ballano dieci milioni

in sintesi i fatti - nel ...

Le città turistiche

Ha presente Venezia? Ci so ...

Quale turismo per Lucca ?

Si parla spesso di Lucca s ...

Eppure

Eppure con le famose lucin ...