• 2 commenti
  • 24/11/2022 19:22

LA CRISI , LA FINANZIARIA MELONI, E L'INFELICITA' DEI RICCHI...

Il grande filosofo Epicuro, sosteneva che gli esseri umani hanno la necessità  di soddisfare due grandi filoni di "bisogni"... quelli naturali e necessari ( salute, mangiare, sesso, ecc...)  che in loro mancanza creano dolore e quelli non naturali ne necessari, come il lusso, lo sfarzo ecc... dove è impossibile trovare una soddisfazione e determinare un limite ragionevole a questi desideri...

Dico questo pensando a quello che è avvenuto e sta avvenendo in Italia dalla metà degli anni 80 ad oggi...

Vi ricordate l'epoca Craxiana ? quella definita di tangentopoli nei primi anni 90?... ecco quell'epoca non è mai finita, ma anzi si è aggravata, con una ingordigia viscerale che è entrata in quasi tutti gli uomini di potere politici, e non politici: tecnocrati,  consiglieri regionali, deputati, senatori, consiglieri provinciali, assessori regionali ,provinciali ,comunali,  banchieri, manager, burocrati, padroni,  militari, "difensori dello Stato" ai vari livelli , ecc...

Con la caduta, dei miti di eguaglianza e solidarietà e degli obbiettivi per un progetto di società alternativa, portati avanti con forza negli anni 70 e con la crisi economica, sociale, civile e culturale odierna, con un governo di estrema destra al potere , che sta agendo come un Robin Hood  al contrario , facendo pagare solo il 15% di tasse agli autonomi fino a 85.000 euro togliendo ai poveri pensionati ed ai lavoratori dipendenti...  

Ma a sentire Bonomi (Presidente di Confindustria)  sembra che non è infelice soltanto chi è rimasto senza lavoro, chi ha un lavoro precario , chi non arriva a fine mese... ma lo è "forse 100 volte di più" quella casta che ho sopra nominato perché  non si accontenta mai  e continua a volersi arricchire sempre di più... e soprattutto dopo la pandemia da covid , non solo chiede sempre a tutti i governi , soldi a pioggia mai mirati all’occupazione,  ma adopera ogni possibilità di corruzione, truffa, ed abuso di potere per ottenere sempre di più denaro ed anche quando ha conquistato (a danno di altri) ciò che voleva , non si accontenta mai...  vuole ancora di più quindi è infelice...

Cosa dire di ciò che oggi sta avvenendo in Italia ?  E' soprattutto con l'avvento del  regime Meloni ?   La casta di cui sopra,   ancor più che con Draghi,  riesce a deformare l'informazione (guardate il TG2 o le televisioni di Berlusconi)  facendo passare la finanziaria approvata in data 23 novembre 2022 come qualche cosa che risolve i problemi degli italiani carpendo anche il consenso di grande masse che se si andasse a votare  i sondaggi fanno dare la Meloni al 30%  dei voti ..

Ma ecco in realtà di cosa si tratta:

  • Dei 35  miliardi stanziati dal governo per la manovra finanziaria , ben 22 miliardi andranno alle imprese sotto forma di  “riduzione di imposte”, “a pioggia”;
  • AI RICCHI non verrà nemmeno imposto di rimborsare si superprofitti fatti con la speculazione soprattutto della benzine e gas... ma bontà loro alzeranno la tassa decisa da Draghi dal 25% al 35% ;
  • Viene stabilita la FLAT TAX al 15% per i ricchi  autonomi  fino a 85.000 euro;, con le fasce tra i 60 e 85 mila ero che avranno un guadagno di circa 700/800  euro mensili;
  • AI POVERI il Taglio del cuneo fiscale sarà del 3% fino a 20.000 euro e 2% fino a 35.000 con le pensioni e salari che in media incrementeranno di circa 45 euro mensili (un cafè al giorno) ;
  • alle bollette ed ai prezzi di genere alimentari non verrà posto nessun tetto continuando con la speculazione in atto, che crea anche inflazione al 12% mangiando i miseri salari e le misere pensioni ;
  • il reddito di cittadinanza durerà fino ad agosto del prossimo anno, dopo circa 600.000 persone lo perderanno andando ad incrementare la povertà assoluta che vede già la presenza di 6,5 milioni di persone ;
  • le pensioni al minimo che Berlusconi in campagna elettorale diceva : “votate a destra e raddoppieremo le pensioni minime portandoli a 1.000 euro”, in realtà dal 1 gennaio 2023 passeranno da 528 euro mensili a 555 euro mensili (sic) nemmeno un cafè al giorno;
  • il governo però ha deciso di fare l’elemosina ai 5,6 milioni di poveri assoluti ed attraverso i Comuni e coloro  che hanno un reddito lordo inferiore a 15.000 euro l’anno (circa 800 euro netti al mese) riceveranno una “social card”  spendibile  in alcuni super mercati per comprare latte, pane e pasta   .. con i poveri interessati che perderanno la loro dignità evidenziando pubblicamente le loro condizioni di povertà;
  • il governo regalerà 70 milioni di euro alle scuole private mentre quelle pubbliche continuano a franare;
  • infine abbiamo la proposta della Santanchè di fare una legge per detassare le mance che vengono erogate dai clienti ai camerieri (sic)
Così anche questo governo prende in giro i ceti subordinati continuando nella linea di Draghi... e quindi continuerà anche la  corruzione, di intrecci tra finanzia, impresa, mafia e politica.


Che dire? Vi ricordate a canzone di Enzo Jannacci e Daro Fo ?  “ ho visto un Re”  al povero gli avevano portato via tutto ma lui non piangeva ridacchiava...  perché sempre allegri bisogna star  il piangere fa male al Re, fa male al Ricco e al Cardinale... diventan tristi se noi piagian..  MA FINO A QUANDO   IL POPOLO SOPPORTERA?

Il guaio è che la cultura dominante e chi è al governo, venera la ricchezza  più di ogni altra cosa ed anche il potere viene considerato soltanto un mezzo per raggiungere la ricchezza.... Questo fatto viene tollerato "considerato naturale" anche dalle classi  sociali più sfruttate che non arrivano a fine mese...  Ma qualsiasi corda se viene tirata troppo prima o posi si strappa... non può durare ancora molto a lungo... un nuovo vento soffierà... una nuova alba nascerà...

 

Umberto Franchi 24 novembre 2022 

I commenti

Il problema sorge quando si rendono LEGALI modalità di arricchimento IMMORALI, ne è un esempio l'attuale trend del mercato del lavoro (iniziato più o meno negli anni 90 e avallato sia dalla "destra", cosa comprensibile, sia dalla "sinistra").
Chiaramente il problema non si pone per chi se ne frega della moralità e si contenta della legalità.
Franchi avrà anche scritto un pastone ma ha ragione parlando della " caduta dei miti di eguaglianza e solidarietà e degli obbiettivi per un progetto di società alternativa, portati avanti con forza negli anni 70".
Fa male dirlo, ma erano proprio "miti".
O meglio era un'altra epoca, con altra gente e un altro "popolo".
Ci fossero stati allora un Bonomi, una Meloni, un Letta o un Renzi, figurati, altro che lotta armata.
Purtroppo, sull'ultimo paragrafo (la corda che prima o poi si spezza) invece sono molto scettico.

JD - 25/11/2022 12:38

Filosofie contorte, socialismo, pauperismo, .......c'è di tutto in questo pastone del Franchi.

Guardi Franchi che desiderare di arricchirsi non è un delitto. Un delitto è farlo con metodi illegali. I metodi illegali vanno perseguiti, mentre la ricchezza è sempre un vantaggio per tutti. Un ricco tende a sprecare soldi e questo lo porta a dare lavoro ad una massa di persone.

anonimo - 25/11/2022 02:43

Gli altri post della sezione

Istagrammabile…Lucca

Quello che non ha capito l ...

L'eredità di Tambellini

Ho trovato queste foto su ...

I tricicli di Bove

Non servono a nulla. Vende ...