• 4 commenti
  • 10/11/2022 12:53

Lucca, Apre studio medico che “aiuta chi ha subito danni dai vaccini”

Lucca, Apre studio medico che “aiuta chi ha subito danni dai vaccini”, Mercanti e Spadi (Pd) portano il caso in Regione

 

Il caso dell’apertura a Lucca di uno studio medico per “aiutare, accogliere e sostenere, le persone che hanno subito un danno dai vaccini” approda in Consiglio regionale.

A portarcelo, con un’interrogazione, è la consigliera regionale lucchese del Pd Valentina Mercanti, firmata anche dalla consigliera e medico Donatella Spadi.

Le due consigliere Dem chiedono al presidente Giani “se sia a conoscenza delle esternazioni rese pubbliche a mezzo stampa da parte del citato ‘gruppo medico-sanitario’ attivo nel Comune di Lucca” e “se intenda attivarsi, nel rispetto delle proprie competenze, al fine di verificare se in altri centri adibiti a funzioni sanitarie vengono esternate informazioni antiscientifiche volte ad alterare gli eventuali nessi eziologici esistenti fra la somministrazione dei vaccini anti COVID-19 ed i possibili eventi avversi di varia natura verificatisi a seguito della vaccinazione”.

«Stiamo parlando di una vicenda davvero singolare, grave e forse unica nel panorama nazionale – spiega Valentina Mercanti – Una vicenda che viene da lontano: già dal 2021 a Lucca veniva creato un “gruppo medico-sanitario”, composto da medici e operatori sanitari che si proclamavano “liberi nella mente e nella coscienza, prima che nelle azioni”, impegnati ad assistere in forma domiciliare, persone sprovviste di vaccinazione anti COVID-19. Abbiamo visto poi che il 2 novembre scorso il “gruppo medico-sanitario”, i cui componenti venivano reintegrati nelle funzioni sanitarie svolte a seguito degli effetti del Decreto-legge del governo Meloni, aprivano al pubblico uno studio medico con il dichiarato intento di “aiutare, accogliere e sostenere, le persone che hanno subito un danno dai vaccini, prendendole in carico sia da un punto di vista diagnostico sia dal punto di vista terapeutico” e di far nascere quindi, secondo i promotori, “il primo studio medico specializzato nella cura delle reazioni avverse da vaccino”».

«Francamente – aggiunge Donatella Spadi – siamo di fronte a una modalità d’informazione fortemente antiscientifica. L' “evento avverso” è un qualsiasi episodio sfavorevole che si verifica dopo la somministrazione di un farmaco o di un vaccino, ma che non è necessariamente causato dall'assunzione del farmaco o dall’aver ricevuto la vaccinazione. Una “reazione avversa”, invece, è una risposta nociva e non intenzionale a un farmaco o a una vaccinazione per la quale è possibile stabilire una relazione causale con il farmaco o la vaccinazione stessa. Un “effetto indesiderato” è un effetto non intenzionale connesso alle proprietà del farmaco o del vaccino, che non è necessariamente nocivo ed è stato osservato in un certo numero di persone. Senza contare – conclude Spadi – che per qualsiasi evento che si è verificato a seguito della somministrazione di un vaccino, vi è da sempre la piena copertura del Sistema sanitario nazionale e regionale ed ogni cittadino può rivolgersi al medico di famiglia, al Centro Vaccinale o alla ASL».

«Non vi è dubbio – prosegue Mercanti – che siamo di fronte a un tentativo piuttosto opinabile di approccio all’esercizio di servizi sanitari privati. Mi auguro che con questa nostra interrogazione si possa far chiarezza sul piano del rispetto delle regole regionali e nazionali. Nel contempo – conclude – mi auguro che anche il sindaco di Lucca, in qualità di autorità sanitaria, trovi il modo per approfondire tutti i contorni di questa vicenda».

I commenti

La politica non può mettersi a proibire attività svolte da medici nell'ambito della "libera" professione. Dato che il sistema italiano prevede l'esistenza degli ordini professionali, ed in particolare dell'Ordine dei Medici, sarà tale organismo, che è un potere dello stato, a decidere eventualmente di intervenire nella questione.

Anonimo - 11/11/2022 01:53

Questo studio/consultorio/ ambulatorio chiamatelo come volete:
1) è pubblico e pagato con soldi pubblici? No
1bis) è illegale o immorale o incostituzionale? No
1ter) ci son dietro giri di soldu, collette, sciacquo di nero come accade per altre amenità cittadine? No
2) obbliga la gente ad andarci anche se non vuole, magari minacciando di togliere il lavoro a chi non ci va? No
3) è gestito da cartomanti, veggenti e guaritori? No
4) non lo vuole vedere nessuno e fa cosi schifo che non vi va nimmo? No
Ciò detto: perché il Sindaco ‘dovrebbe’ intervenire? Perché lo dice il Ministero? No, la Mercanti.
E non faccio una pernacchia solo per decenza.
Perché lo dice il PD LUCCHESE ( cosa sarebbe?) o la minoranza (nota bene MINORANZA che ha perso pure le elezioni e non sa che dire)? Anche qui mi risparmio eruzioni boccali.
Perché lo ha detto il dottor Quiriconi, presidente dell’Ordine e membro di altre allegre associazioni? E costui, al par di Carneade, chi sarebbe, a parte aver fatto per 14 minuti il candidato sindaco del centrodestra salvo poi esser tolto di mezzo poiché non lo votavano manco i parenti stretti).
O perché lo ha detto Lido Vitale e i suoi consociati? Mamma mia, che vergogna.
Tutto ciò detto: perché siete così arrabbiati? Sembra quasi che vi girino che c’è gente che non la pensa come voi.
Peccato: è la maggioranza del paese. E siccome siamo in democrazia, la maggioranza vince e decide.
Adieu

Anonimo - 10/11/2022 20:03

...sa benissimo, te lo insegnano all'università, che ogni singola medicina, anche solo un'aspirina, non essendo qualcosa a cui ci siamo abituati in milioni di anni di evoluzione, fa "male". Semplicemente, la domanda che dobbiamo porci è, quanto male fa? Io le aspirine le uso, se il malessere mi paralizza la giornata. Ma non le uso per gioco o per un accenno di mal di gola. I vaccini provocano sempre stress all'organismo, è sempre stato considerato normale saperlo e dirlo, nessuno se ne è mai lamentato, com'è che improvvisamente chi dice che anche il vaccino anticovid può avere conseguenze allora mente? Il vaccino anticovid, per di più, è stato sparato sul mercato molto in fretta causa necessità e a tutt'oggi è impossibile dire quali conseguenze avrà.

Vi dico tre cose su cui riflettere:

1) Ogni scienziato degno di questo nome sa che occorre sempre continuare a documentarsi e che a tutt'oggi ancora non sappiamo una vagonata di cose sul corpo umano, quindi dire che una cosa è del tutto sicura è insensato.

2) I rischi legati alle controindicazioni del vaccino vanno messi sul piatto della bilancia con i rischi del covid e della possibilità di prenderlo. Ognuno deve fare le sue scelte. Io non mi sono mai vaccinato. La mia compagna ha fatto ieri la quarta dose. Ognuno deve decidere se il vaccino, coi suoi rischi, gli vale la pena o no. Ma sbaglia sia chi dice che il vaccino non ha nessuna controindicazione (ogni cosa a cui non siamo abituati da milioni di anni ce l'ha, dall'alcool al jet-lag, e questo non le rende "malvage") sia chi si lamenta che ne abbia: anche i vaccini che abbiamo fatto da bambini hanno fatto al nostro corpo qualcosa che non possiamo del tutto conoscere, ed erano meno necessari di quello anticovid, quindi anche le lamentele vanno calcolate meglio.

3) Chiunque pensa che i punti uno e due siano esagerazioni è invitato a ricordare la storia dell'amianto, ci hanno detto per decenni che era innocuo e alla fine non lo era per nulla. Ci hanno mentito? NO!!! Ci hanno detto ciò che sapevano, e lo hanno fatto IN BUONA FEDE!!! Ma non sapevano tutto. Oggi è uguale. Le interconnessioni tra epigenoma e genoma sono tutt'ora sotto indagine, gli effetti di retrotrascrizione a valle delle esperienze che facciamo e delle sostanze che assorbiamo sono ancora in gran parte sconosciute, nessuno sa davvero quali controindicazioni abbiano i vaccini (o il cibo cotto al microonde, o le mutande sintetiche, o i cellulari). Ma non si può vivere come uomini primitivi solo per paura.

Uno deve vivere e fare le sue scelte valutando i rischi. Ma è sbagliato offendersi del fatto che il vaccino possa avere controindicazioni. E' normale che ne abbia. Tutto ciò che è entrato a far parte della nostra vita da troppo poco ce le ha. Uno deve decidere se gli vale o no. Ripeto, io non sono vaccinato, la persona che amo e rispetto e con cui parlo di ogni cosa, e da cui a mia volta sono amato e stimato, ha fatto ieri la quarta dose. Sbaglia chi si lamenta del fatto che il vaccino ha controindicazioni. Tutto ce le ha. Ma sbaglia anche chi sostiene che non ne abbia. Uno scienziato deve sempre ammettere di non poter escludere nulla con certezza.

(E comunque sono troppi i casi di persone che hanno avuto problemi da vaccino per liquidare l'argomento troppo in fretta)

anonimo - 10/11/2022 16:30

già sei figlia di (presunto) antiquario (svuotasoffitte, dicono taluni)
già sei marcucciana (indi politicamente trombata. Politicamente, si badi)
già sei una nullità che non ti esprimi su nulla
già sei scomparsa pur a 10mila euro il mese
già non capisci la differenza tra iniziativa privata e pubblica
già sei diplomata (forse) con scarsi risultati e ti permetti di insultare pur in modo indiretto - gente con lauree e masters. Dottori - magari non massoni
O Mercanti: ma tu pensassi a trovarti un lavoro?

anonimo - 10/11/2022 13:00

Gli altri post della sezione

Arroganza

L'Amministrazione comunale ...