• 1 commenti
  • 07/11/2022 11:44

RSPP: Restiamo Sani, Per Piacere!

Progetto LU.ME.
RSPP: Restiamo Sani, Per Piacere!: ultimi posti liberi questo sabato
Al Teatro del Giglio lo spettacolo del progetto LU.ME. dedicato alla sicurezza sul lavoro, interpretato da Marco Brinzi

Ultimi posti disponibili per partecipare allo spettacolo a ingresso gratuito “RSPP: Restiamo Sani, Per Piacere!”, interpretato da Marco Brinzi e prodotto dalle 10 aziende del Progetto LU.ME. Lucca Metalmeccanica con il supporto di Confindustria Toscana Nord, il contributo di DS Smith, Essity, icP - industria cartaria Pieretti, il patrocinio del Ministero del Lavoro, della Regione Toscana e del Comune di Lucca, e all’interno del calendario nazionale eventi della XXI Settimana della cultura d’impresa di Confindustria.

Andrà in scena venerdì 11 e sabato 12 novembre 2022 alle 21 al teatro del Giglio di Lucca e per sabato sera ci sono ancora posti disponibili e gratuiti prenotandosi a info@luccametalmeccanica.it.

Sul palco ci sarà Marco Lumettini detto “il Lume” (Marco Brinzi) con tre personaggi: il Limulo, il Dodo e l’A.I. (Intelligenza artificiale). I loro dialoghi surreali e lapidari sono nati da storie, impressioni, paure, routine dei lavoratori che hanno partecipato al percorso creativo – che poi sono quelle di tutti i lavoratori – e che sono diventate ingredienti dello spettacolo sotto la guida artistica di Marco Brinzi e Cataldo Russo, che firma anche la regia e che ha scritto il testo insieme a Morena Rossi dell’agenzia Fascetti Associati. L’agenzia si è occupata della creatività grafica, mentre delle scenografie Imaginarium Creative Studio. L’esperimento ha dato luogo a qualcosa di spaventoso e saggio, rocambolescamente veritiero, surrealmente reale. Insomma uno spaccato della vita come la lavoriamo, tutti i giorni, ognuno nel proprio ufficio, banco, macchinario, mezzo di movimentazione. Lo spettacolo è stato fortemente voluto per trattare il tema della sicurezza come esso è: parte della vita. Non qualcosa che “va fatto”, non qualcosa che “a me non può accadere”, ma qualcosa che c’è e di cui non si può “parlare” solo quando le cose precipitano.

Il progetto LU.ME. - Metalmeccanica Lucchese per il Territorio nasce il 15 marzo 2013 per volontà di un gruppo di imprese metalmeccaniche lucchesi (A.Celli Paper e A.Celli Nonwovens, Fapim, Fosber, Gambini, KME Italy, Körber, Rotork Fluid Systems, Sampi, Toscotec) con il sostegno di Confindustria Toscana Nord. L’obiettivo di LU.ME. è di fare sistema e di ideare, progettare e attuare iniziative di concreta utilità ed efficacia non solo per i dipendenti e le loro famiglie ma per tutti i cittadini e il territorio della provincia, in un’ottica inclusiva che valorizzi la diversità delle esperienze aziendali. 

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria alla mail info@luccametalmeccanica.it.
Per informazioni: www.luccametalmeccanica.it 

I commenti

La fotografia è impietosa. Il teatro, privo di una parte del quarto ordine di palchi e del loggione è orrendo. Riportiamo il Giglio al suo aspetto originario.

Anonimo - 08/11/2022 01:16

Gli altri post della sezione

Esposto

Il sottoscritto Riccardo C ...

Nasce

Prima Quinta Produzioni, c ...

Le nostre Foibe

https://www.loschermo.it/l ...