• 8 commenti
  • 28/10/2022 08:34

il bivacco nel Centro Storico

Le recenti discussioni riguardo il bivacco nel Centro Storico ci inducono a fornire un contributo “apolitico” che si basi sui fatti.

Dal 1943 al 2018 Lucca era una città civile governata da un “ragionevole” Regolamento di Polizia Urbana.

Questo regolamento del 1943 all’ art.58 “vietava di sedersi, sdraiarsi, dormire sui marciapiedi, sulle strade e piazze, sulle soglie dei pubblici e privati edifici e presso i monumenti, depositare involti ed oggetti di qualsiasi specie sulle soglie stesse e sui gradini dei monumenti; inoltre vietava di mangiare, bere e giocare negli ingressi dei pubblici e privati edifici e nelle scale dei medesimi, come pure compiere atti contrari alla decenza e alla pubblica quiete

Con la gestione Raspini, nel 2018 questo regolamento del 1943 è stato abrogato ed è stato promulgato il nuovo che presenta delle incongruenze. L’ art 22 “vieta di sdraiarsi, dormire e abbandonare qualsiasi materiale sulle soglie e sulle scalinate dei luoghi di culto e sui basamenti dei monumenti nonché sui marciapiedi”. Quindi se uno vuole sedersi o dormire su luoghi non elencati nel dispositivo, come ad esempio sulla soglia di un negozio o di un edificio privato, oppure su una strada -purchè non sia sul marciapiede-, oppure in mezzo ad una piazza monumentale -in un punto dove non ci sono gli scalini-, può farlo senza timore di sanzioni ed anzi potrebbe rimproverare il Vigile Urbano che lo disturba svegliandolo. Allo stesso tempo l’ articolo in questione, nella sua formulazione, renderebbe lecito abbandonare cartacce, bicchieri e bottiglie vuote sulle soglie degli edifici pubblici e privati, sulle strade e sulle piazze perchè sono luoghi non elencati nella lista citata nell’ articolo.

L’ art. 28 al comma a) è semplicemente patetico. Proibisce di dormire e bivaccare ma questa proibizione vale soltanto se ciò avviene “attraverso l’ apposizione a terra di teli, coperte, materassini, stuoie, sacchi a pelo e altro materiale…..”

Quindi se non si mettono per terra teli stuoie ecc. si può dormire e bivaccare ovunque.

Inoltre il comma i) è quasi esilarante: vieta di bere alcol soltanto nei parchi pubblici e nelle aree verdi, quindi è proibito bere un Campari Soda sul fiume, ma si può scolare un fiasco di vino in San Michele.

L’ Assessore Raspini chiede di sapere quante sanzioni sono state elevate ai sensi dell’ art. 22 e 28 del “suo” regolamento? Sicuramente ben poche visto la maniera con cui è stato scritto.

Di fronte a questa situazione dovremmo biasimare l’ Assessore Minniti che ha cercato di mettere una pezza di fronte ad un regolamento che non sarebbe legiferato in tal modo nemmeno nei villaggi dell’ Africa Centrale? La sua ordinanza poteva essere fatta meglio? Forse si, magari indicando una lista dei luoghi dove questa doveva valere. Tuttavia il problema è enorme perché il Regolamento promulgato sotto la gestione dell’ Ex Assessore Raspini consente una anarchia ingiustificabile per qualsiasi consesso civile. L’ ordinanza non si rinnoverà? Vuol dire che cadrà anche quel minimo baluardo di civiltà che la nuova amministrazione aveva cercato di porre e di ciò ce ne rammarichiamo.

Ad ogni modo qualsiasi regolamento non troverebbe applicazione pratica per la mancanza di Vigili Urbani. L’ organico della Polizia Municipale , durante gli ultimi dieci anni, ha visto una riduzione mai verificatasi prima perché adesso sono rimasti poco più di 80 agenti, quando una città come Lucca, sulla base di leggi di regioni a noi vicine, dovrebbe averne almeno 120. Al Consigliere Bianucci vorremo raccontare un episodio accaduto ad una nostra socia in gita a Siena la quale, affetta da numerose intolleranze, quando va in giro è costretta a portarsi una vaschetta di cibo da casa. Sedutasi in un vicolo secondario ha cominciato a mangiare ed è subito arrivato un vigile che glielo ha proibito in virtù del Regolamento Comunale e l’ha fatta sloggiare. Questo Vigile non aveva il fez e nemmeno la camicia nera ed inoltre Siena, come ben sappiamo, non è Salò. A volte un po' di ragionevolezza non farebbe male, sia per esprimere i commenti così come per fare nuovi regolamenti.


http://vivereilcentrostorico.blogspot.com

I commenti

Il fatto che Raspini chieda quante multe sono state elevate dimostra che lui per primo non si e' letto il regolamento che ha promulgato.

Non mi meraviglio, sull'impatto e sull'inquinamento acustico ebbi gia' modo di verificare , quanto nel Comune di Lucca alberghi allora e tuttora ,una crassa ignoranza in materia.

Anonimo - 31/10/2022 13:07

10.000 briai a Lucca tutti assieme?!?!?! Mai visti. Ma che avete voialtri?? l'allucinazioni?!?!?

Anonimo - 30/10/2022 01:27

Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire. E cerchi di riposare un po' la notte!

Anonimo - 29/10/2022 17:37

Bivacco e ubriachezza non c'entrano l'uno con l'altro. Il bivacco è nella maggioranza dei casi ad opera di una manciata di stranieri irregolari, la masnada di ubriachi che acquistano alcolici è la versione "venerdì sera" di oltre la metà dei cittadini di qualunque luogo del mondo, gente che in qualunque momento eccetto le notti del weekend è legata, sia fruendone che magari erogandole, alle funzioni "superiori" della città. Le entra o no che CHIUNQUE (eccetto a chi ha gusti come i suoi) arrivato alla fine della settimana vuole staccare e andare a divertirsi? Ubriachi e umani "superiori" sono le stesse persone, una in modalità "giorno/lavoro" e l'altra in modalità "notte del weekend". Guardi quanta gente c'è nei bar, com'è vestita, il loro ceto sociale, la loro età: è assolutamente eterogeneo, c'è mezza Lucca lì. Non sono un gruppetto che sta chiuso in casa giorno e notte in attesa di uscire nel weekend quando le persone "superiori" si nascondono nelle abitazioni per non far parte della bolgia. Le cose stanno come gliele ho appena presentate, indaghi e se ne accorgerà.

Poi può restare convinto che alcool e convivio non vadano usati così, e ha diritto alle sue opinioni, si figuri io sono contrario ai social media, sarò o no abituato a disapprovare qualcosa che invece accomuna tutti? Quindi la capisco. ma deve farsene una ragione, gli ubriachi non sono un gruppetto di falliti che di mestiere fa l'ubriaco, sono le stesse persone che lei considera normali, solo incontrate nelle notti del weekend.

Anonimo - 29/10/2022 16:23

L' articolo che lei cita era quello in vigore prima di Raspini, mentre poi....

anonimo - 29/10/2022 09:26

Lei ha idea di quante siano 10.000 persone??!?! Se Lucca fosse assalita da 10.000 briai finirebbe a ferro e fuoco.

Anonimo - 29/10/2022 03:40

.......".....depositare involti ed oggetti di qualsiasi specie sulle soglie stesse e sui gradini dei monumenti....".

Davero?!?! Allora tutti i sacchetti di pattume lasciati ovunque prima che fossero finalmente rimessi i cassonetti erano illegali?!?!?!? Ottimo, Sistema Ambiente ha promosso un sistema di raccolta rifiuti illegale.

Anonimo - 29/10/2022 03:38

Facciamo a capirci: non è questione di ordinanze o di regolamenti comunali. Non si può militarizzare una città. L'ordinanza serve, è efficace e può essere applicata dalla polizia municipale, se si ha a che fare con un ubriaco. Se il problema diventa gestire 10.000 ubriachi non c'è ordinanza che tenga. Il problema è a monte: l'idea che la politica, le classi dirigenti ma anche la stessa popolazione lucchese ha dello sviluppo e delle funzioni della città. Se la città svolge funzioni "superiori", servizi, terziario avanzato, residenza, istruzione eccetera, il problema degli ubriachi e dei bivacchi non si pone. Se l'idea di sviluppo diversa, se si immagina una città al servizio degli alcolizzati, dello spaccio di alcolici, del piccolo commercio minuto di bevande e cibarie da quattro soldi, allora chiaramente i problemi sono altri. E a me non preoccupa tanto l'ubriacone steso per terra, quanto (come è evidente dalle fotografie allegate all'articolo) il degrado schifoso del patrimonio artistico e monumentale: il sagrato di San Michele grida vendetta agli occhi di Dio e degli uomini.

anonimo - 28/10/2022 15:11

Gli altri post della sezione

Giornata della memoria.

L’assemblea degli iscrit ...