• 0 commenti
  • 27/10/2022 19:00

Consorzio Bonifica sempre più green: dopo le auto, arrivano gli scooter elettrici

Mobilità sostenibile, zero emissioni e autoproduzione dell'energia emissioni nelle scelte del Consorzio, che si traducono in notevoli risparmi economici nei difficili tempi della grave crisi energetica. 




Si amplia la flotta aziendale sostenibile del Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord, che da oggi è stata potenziata con l'arrivo di due scooter elettrici di nuova generazione, firmati Piaggio.

Una vera rivoluzione al passo con i tempi che conferma il processo di transizione ecologica avviato tre anni fa dal Consorzio di Bonifica, perfettamente in linea con le strategie europee per la riduzione delle emissioni entro il 2030, il pacchetto climatico fit for 55.

L'acquisto dei nuovi veicoli elettrici a due ruote era previsto nel Piano triennale per la lotta ai cambiamenti climatici e per le energie rinnovabili del Consorzio, documento che indica le future fasi per la progressiva sostituzione del parco veicoli con modelli a propulsione elettrica e zero emissioni per l’ambiente.

Gli scooter, modello Piaggio 1, garantiscono uscite di lungo raggio con un’autonomia di ben 55 chilometri e fanno il pieno di energia alle colonnine ricaricabili alimentate da pannelli solari di proprietà del Consorzio, che ha così predisposto un processo virtuoso di utilizzo e ricarica, a impatto ambientale nullo.
 
“L’energia per ricaricare gli scooter, le auto di servizio e le attrezzature a batteria degli operai, è totalmente rinnovabile e autoprodotta dal Consorzio che in questo modo, riesce ad abbattere i costi generali di energia elettrica.  - Spiega il Presidente del Consorzio Ismaele Ridolfi - Quando abbiamo avviato i progetti legati alle rinnovabili, ormai tre anni fa, avevamo pensato principalmente a mettere in atto azioni concrete contro il cambiamento climatico. Oggi quelle scelte ci stanno premiando anche sul fronte dei risparmi che sono in grado di generare, divenuti fondamentali nel contesto attuale in cui i costi dell'energia sono triplicati. Con i nostri dieci impianti fotovoltaici otteniamo circa 200.000 chilowattora all'anno che tradotti ammontano a circa 120.000 euro di energia elettrica autoprodotta e quindi risparmiata."
 
Altro indubbio vantaggio dei motorini elettrici è la facilità di utilizzo del mezzo, in grado di potersi spostare sul territorio senza appesantire il traffico cittadino e gravare sull'inquinamento atmosferico. Inoltre i mezzi leggeri e scattanti, consentono di raggiungere con maggiore facilità i cantieri e le opere durante i sopralluoghi.
Il costo di acquisto dei due scooter, agevolato grazie agli incentivi statali del momento, verrà ripagato in poco tempo, soprattutto considerando che già solo nel 2021 il Consorzio ha calcolato di aver risparmiato circa 4.200 euro grazie all'utilizzo dei veicoli elettrici, pari al costo del carburante che sarebbe stato necessario per percorre di 41.317 km delle auto elettriche.

"Il welfare aziendale già adesso consente ai lavoratori di poter utilizzare l'energia delle colonnine per ricaricare i mezzi elettrici personali, e a breve permetterà anche di prenotare tutti i mezzi elettrici aziendali per gli spostamenti casa-lavoro. Questa novità, condivisa con i sindacati, partirà a breve e rappresenta un ulteriore sforzo dell'Ente verso i propri dipendenti con soluzioni in grado di attenuare il carovita." Conclude Ridolfi

Gli altri post della sezione

Le nostre Foibe

https://www.loschermo.it/l ...

Proposte per Lucca

Vabbè io come dite voi Lu ...

Soldi e Summer

Io credo che Lucca accetti ...