• 1 commenti
  • 29/09/2022 13:02

Rifondazione contesta il consultorio diocesano “Amoris Laetitia”.

Rifondazione contesta il consultorio diocesano “Amoris Laetitia”. L’aborto è un diritto sempre più negato.

Il circolo di Rifondazione Comunista di Lucca apprende della creazione del consultorio diocesano “Amoris leatitia” che tra i suoi servizi offre la dissuasione all’aborto. L’aborto è un diritto sancito dalla legge 194/78 che negli ultimi anni è sempre di più preso di mira. A Lucca addirittura il 60% dei medici sono obiettori, perciò diventa molto complesso per le donne esercitare il proprio diritto all’aborto. Le iniziative come questa della Amor Laetitia seguono uno scopo ben preciso: ridurre sempre di più gli spazi che consentono l’interruzione volontaria di gravidanza in nome di una morale cristiano-cattolica incompatibile con la laicità dello Stato. Essendo un ente diocesano, noi, come Rifondazione Comunista, non abbiamo titolo per chiederne la chiusura o la revisione delle sue attività. Possiamo solo chiedere alle autorità competenti di vigilare affinché non un soldo pubblico vada nelle casse di chi vuole derogare ad un diritto cardine del nostro ordinamento.

Paolo Bertolozzi-Segretario del Circolo di Lucca di Rifondazione Comunista

Greta Bianchi-Coordinatrice Giovani Comunist? della Federazione di Lucca  

I commenti

Giusto non proibire l'aborto, ma non si può neanche proibire di far propaganda contro l'aborto. O no?

Anonimo - 30/09/2022 03:36

Gli altri post della sezione

Le Luci sulla Città

Questa sera sono venuto al ...

Complimenti per le luci

Complimenti all amministra ...

Non ce la fate proprio

Io centro di accoglienza t ...