• 7 commenti
  • 06/09/2022 07:51

Prima tutelare l'incolumità fisica dei cittadini e poi quella delle piante

Il Comune di Lucca comunica che attiverà un piano per la tutela e la salvaguardia del verde pubblico che prevede anche delle nuove piantumazioni.

In merito ritengo doveroso esprimere le seguenti considerazioni:

1. della "Commissione del verde pubblico" dovrebbe essere chiamata far 

parte anche l'Amministrazione provinciale la  quale ha un vasto patrimonio di alberature lungo le vie provinciali;

2. Le numerose alberature poste lungo le Vie provinciali costituiscono un pericolo costante per chi si azzarda a transitare  sia a piedi od in bicicletta su dette strade;

3. la doppia fila di alberature posta sulla cosiddetta "dritta della Tabarana" della Via provinciale per Camaiore, tra la  Cappella e Torre, si pone come emblematica di questi rischi:

      a) gli alberi sono proprio sul ciglio della strada

      b) chi si avventura a piedi su questa strada corre il rischio di essere travolto (come successe a una giovane straniera  che ne rimase vittima: come testimoniano i fiori che, in quel luogo, avvolgono una pianta)

      c) la larghezza della sede stradale è talmente ristretta (infatti ha ben poco di strada provinciale) che i mezzi di trasporto pesante hanno difficoltà a transitare tanto che spesso non riescono a scambiarsi nei due sensi di marcia e talvolta anche perchè sono impediti dai rami delle piante con la conseguenza di bloccare il traffico o di farlo procedere a passo di lumaca.

Dunque per questi motivi - a prescindere dell'aspetto paesaggistico del luogo -  non vi è alcun dubbio: occorre effettuare l'abbattimento di 

queste piante (o almeno una fila ma allargardo la sede stradale).


Giuseppe Nardi - Torre in Valfreddana Lucca

I commenti

Non manca mai, con scadenza periodica, l'intervento di Beppe Nardi, il quale vorrebbe trasformare la via della Freddana in una superstrada camionale. Caro Nardi, tra Lucca e Viareggio/Camaiore esiste già un'autostrada, che sul lato mare è quasi tutta su piloni altissimi che hanno devastato il paesaggio delle colline di Massarosa. Bene, l'autostrada, con il suo notevole impatto ambientale è stata un male necessario, ma spetta proprio all'autostrada svolgere il ruolo di camionale tra Lucca e la pianura costiera. La via della Freddana deve essere riservata al traffico locale ed al traffico automobilistico tra Lucca e Camaiore. Vero che in comune di Pescaglia c'è una piccola zona industriale. I camion dunque debbono poter raggiungere Monsagrati da Lucca, ma lì dovrebbero essere obbligati a fermarsi. Da Valpromaro in su ci vuole un bel divieto di accesso ai mezzi pesanti. I camion (pochi), che vanno da Lucca a Monsagrati debbono procedere con la massima prudenza. Per i pedoni e ciclisti, nei punti più stretti, va fatta una ciclovia esterna ai tigli. Una pista ciclabile del genere esiste sul viale Apua a Pietrasanta. I tigli che iniziano a Monte San Quirico, continuano su tutta la via della Freddana, poi dal Ponte di Nocchi a Camaiore, indi sulla via da Capezzano Pianore a Pietrasanta e poi proprio sul viale Apua. Si tratta di una lunga via alberata da Lucca al mare, costituita negli anni trenta. Penso che la Soprintendenza dovrebbe tutelare tutto il complesso e che la strada, in gran parte vietata agli autoarticolati, dovrebbe non essere più considerata di grande comunicazione. In tal modo la provincia potrebbe ripiantare tutti gli alberi (e sono tanti) abbattuti negli ultimi cinquant'anni creando altri tratti di meravigliosa bellezza come quello fotografato. Con buona pace del Nardi!!

Anonimo - 08/09/2022 01:15

Moderare la velocità no, vero? Rispettare la segnaletica nemmeno, vero? Bisogna proprio tagliare gli alberi per far correre gli imbecilli senza troppi rischi, vero?

Anonimo - 07/09/2022 21:24

A chi si comporta male sulle strade, con i mezzi moderni esistenti, buone, sane , salutari, medicamentose, risolutive, reiterate per i recidivi, sonore, liberatorie,
naturalmente figurate
LEGNATE!

... - 07/09/2022 21:02

Scusate, ma non resisto proprio... Vi devo dire che sono allibita da quanto ho letto... Quante altre catastrofi ambientali devono accadere prima che ci rendiamo conto che vale mooolto di più un albero di tanti individui?!? È grave che nel 2022 ancora ci sia gente che mette avanti l'essere umano alla Natura... Che delusione, che tristezza!! Ci meritiamo veramente l'estinzione!!

Angry Cat - 07/09/2022 15:13

Ma se gira una massa di cretini inverosimile, liberi e felici di sbattersene altamente anche della DOPPIA STRISCIA CONTINUA!!!!!!!
Tutti cretini CHE NESSUNO FERMA!!!!!!!!!!
Con buona pace di tutti gli innocenti, trapassati GRAZIE a tutti quelli che permettono ai cretini assassini stradali di VIVERE LIBERI E FELICI!!!!!!!!!!!
ps.
I cretini, per vivere in questo mondo, possono BENISSOMO usare TAXI, autobus, treni, aerei, biciclette e GAMBE!!!!!!!!!

... - 07/09/2022 11:35

Mi pare giusto: tagliare tutto, allargare la sede stradale, aumentare i limiti di velocità. Per fare cose complete, ci vorrebbe anche una bella gettata di cemento a destra e a sinistra della sede stradale

Anonimo - 06/09/2022 11:08

Lì ci sarebbe già da mò una bella pista ciclabile pedonale al di là degli alberi.
Da queste parti li spendono per costruire piramidi al dio Nullus e massacrare strade in continuazione, inutilmente e totalmente assolutamente irrazionalmente, e per la paga dei numerosissimi dirigenti incapaci a dirigere,
nemmeno il traffico su quella strada diritta.

... - 06/09/2022 10:11

Gli altri post della sezione

Tre a zero

di Massimo Gramellini - co ...

E sento l'Onda

Un saluto poetico, oggi co ...

Tingerli no?

Iolai potevate anco tinger ...

I tricicli di Bove

Non servono a nulla. Vende ...