• 18 commenti
  • 25/08/2022 10:28

Regione Toscana: Riscaldamento a legna, Rigassificatori e Termovalorizzatori.

All’inizio dell’inverno a Lucca come in Toscana ed in Italia si porrà drammatica la situazione del riscaldamento delle case e dei posti di lavoro, dovuto all’aumento impossibile dei prezzi del gas, dell’energia elettrica, del gasolio da riscaldamento.

In Toscana la situazione è ulteriormente critica per la campagna che la Regione ed alcuni comuni, come Capannori, stanno facendo da tempo contro il riscaldamento a legna.

La loro tesi è che il superamento dei limiti di inquinamento nella piana di Lucca, sia dovuto, non al traffico veicolare diffuso in mancanza di superstrade e al concentramento industriale, ma all’uso dei caminetti aperti e alle stufe a legna.

Rispettiamo sempre tutte le opinioni ma pensare che l’inquinamento del nostro territorio, dove vi è una concentrazione industriale importante ed un traffico imponente parcellizzato su molte strade locali, sia dovuto ai pochi caminetti delle scarse case presenti in quelle zone, facciamo fatica a capirlo.

Ciò premesso non cambia il fatto che il riscaldamento a legna è quello scelto dalla fascia di popolazione meno ricca e che spesso si approvvigiona da sola, spaccando legna di alberi propri.

I Riformisti chiedono alla Regione Toscana come intenda affrontare questo problema nel momento in cui non si può certo obbligare famiglie che lottano per arrivare alla fine del mese, a chiudere le fonti di riscaldamento più economiche, come la legna, per passare a quelle impossibili del gas.

Chiediamo alla Regione una riflessione approfondita su questo tema perché crediamo che proibire adesso il riscaldamento a Legna sia impossibile e anche punitivo verso la popolazione più esposta e meno in grado di sostenere il riscaldamento a metano, elettrico e anche a gasolio, per l’aumento fortissimo dei loro prezzi.

Crediamo che la sospensione di ogni iniziativa regionale e locale contro il riscaldamento a legna sia opportuna in attesa che la situazione prezzi e approvvigionamento del gas sia risolto.

Anche a livello nazionale si sta realizzando la riapertura delle centrali elettriche a carbone che certo inquinano di più dei caminetti a legna, in attesa di riaprire il discorso sul nucleare di ultima generazione.

Decisivo è riprendere l’estrazione del Gas nel sottosuolo e nei mari in Italia per renderci autosufficienti e mettere in funzione i rigassificatori acquistati da Draghi.

Indispensabile realizzare i termovalorizzatori per rifiuti urbani e industriali che oltre risolvere problemi indifferibili, producono energia e calore, da riutilizzare.

 

Francesco Colucci, Riformisti per il Terzo Polo

I commenti

La Russia non sta facendo la guerra per il Donbas, per la Crimea, per Cherson o per qualsiasi altra inutile conquista territoriale (che per altro sarebbe pagata con centinaia di migliaia di morti). La Russia fa la guerra per riportare l'Ucraina nel suo sistema imperiale. Per cui, vi piaccia o non vi piaccia, il gas russo non lo pupperemo più ai prezzi di prima. Questo vuol dire che:

1. Ci siamo comportati (specie gli italiani ed i tedeschi della pessima Merkel) in modo idiota. Non abbiamo valutato chi avevamo di fronte (Putin e la sua cricca imperialista) e ci siamo messi in condizione di dipendenza grave

2. Discorriamo in modo ipocrita e da almeno due decenni di fonti di energia a basse emissioni di CO2. Ne discorriamo, specie noi italiani, senza poi fare un tubo. Nucleare? non sia mai! Recupero energia da combustione di rifiuti? Noooooo, gli inceneritori mai!!! Eolico?? Ma via! le pale rovinano il paesaggio! Biomasse forestali??? Eh attenti alle polveri sottili!!!!!

Di conseguenza ci sta bene che si debba pagare il gas a prezzi iperbolici. Abbiamo sprecato vent'anni in discorsi ed errori strategici.

Comunque le chiacchiere stanno a zero e ora o si fanno centrali nucleari, inceneritori, pale, biomasse, ecc., oppure si spegne il telefonino..... e attenzione i para ambientalisti son sempre attaccati al telefonino!!

Anonimo - 27/08/2022 16:15

Grazie davvero per la precisazione, gentilissimo (per quanto anonimo).
Mi scuso se sono stato impreciso.
Sa, io non mi metto tutti i giorni a studiare se siamo ancora filo atlantisti o se compriamo di nuovo il gas russo, se Putin è buono o cattivo o che cazzo sia. Ci ho anche da vivere e da lavorare.
Ero rimasto che il gas lo compriamo dagli americani.
Ma capisco che quando si scrive un commento bisogna pararsi le terga, è giusto. In futuro cercherò di pararmi meglio (o di non scrivere).
Non capisco però, se comperiamo ancora il gas di Putin, tutti questi aumenti da dove arrivano? Vlady ce lo fa pagare di più per ripicca o che? Boh? Ma mi interessa davvero?
Giusto per la cronaca, io non vado a vodka. Ci ho provato, ma liscia non mi piace e aromatizzata alla frutta mi sgubbia. Preferisco decisamente la birra e il Jack Daniels.
Grazie ancora!

JD - 27/08/2022 15:44

In proposito basta oltrepassare il confine per rendersi condo lo stato di fatto italiano.
Non sono esterofilo, ma in tanti Paesi trovate molti più depuratori con vasche chiuse con recupero biogas.
Da noi quel denaro se lo sono mangiato tutto in 'direzione'.
Purtroppo abitiamo un Paese a levantinismo spinto.
A SAPELLE TUTTE!
Inizierebbe a piove' rane col cielo a pois!

... - 27/08/2022 12:13

Questo articolo sprigiona tanto biogas che chiedo cortesemente a quelli di IV di scriverne 10000000 che così andiamo avanti a suon di stronzate per almeno 1 anno

Ugo - 27/08/2022 10:50

Si svegli!!! Il gas russo lo stiamo comprando a vagonate. Ma dove l'ha letto che esista un embargo sul gas russo? Che ha bevuto? Vodka suppongo.......

Anonimo - 27/08/2022 05:54

Un po' giusto e un po' sbagliato.
"Rispettiamo sempre tutte le opinioni ma pensare che l’inquinamento del nostro territorio, dove vi è una concentrazione industriale importante ed un traffico imponente parcellizzato su molte strade locali, sia dovuto ai pochi caminetti delle scarse case presenti in quelle zone, facciamo fatica a capirlo" Giusto. La faccenda dei caminetti è sempre stata una farsa per nascondere il vero problema, che è l'inquinamento industriale e il traffico.
"Decisivo è riprendere l’estrazione del Gas nel sottosuolo e nei mari in Italia per renderci autosufficienti e mettere in funzione i rigassificatori acquistati da Draghi." decisivo un piffero. Sbagliato e anche piuttosto bischero.
Ho letto da qualche parte (ma non saprei ricordare dove, pardon) che riprendendo l'estrazione si raggiungerebbe il 2 per cento circa del fabbisogno nazionale, a costi assolutamente fuori mercato.
I rigassificatori poi, non fanno altro che rendere di nuovo gassoso un elemento allo stato liquido, comunque comprato all'estero. A questo punto introduciamo il fracking, e chissenefrega. Ma dove vi credete di stare, in Texas?
Ma tornare a comprare un po' di gas russo no?
Poi cosa chiedete alla Regione una riflessione approfondita sul riscaldamento? Cosa volete che vi risponda Giani ... "mangiate fagioli!"

Anonimo - 26/08/2022 17:23

La colpa è sempre stata dei cacciatori, inquinano col piombo inquinano con le scuregge, e il resto ve lo dirà la cirinnà.

lapopo - 26/08/2022 12:54

Guardi che anch'io mi sono scaldato con la legna con caminetto a camera chiusa senza stelle.
Sfonda una porta aperta.
La semplice cosa che scrivevo che le stelle e la Legge regionale esiste.
Come esistono altre migliaia di Leggi inapplicate (ne ho sofferto in passato e per questo dopo il fatto avendo pagato di tasca la 'conoscenza', adesso mi comporto di conseguenza, semplicemente con un NO).
Quello che non esiste è il controllo, ma la faccenda più spudorata è la totale assenza di controllo sugli scarichi dei motori diesel che apparentemente e spudoratamente vanno a carbone. Altra gravissima e reiterata offesa per i corretti.
Altro esempio: è passato poco tempo dalla ridicola ordinanza antincendio, che termina a fine mese, del Comune, sulla pulizia delle strisce a confine sui fondi abbandonati.
Basta guardarsi intorno per osservare l'Osservanza dell'ordinanza!
Nella mia zona c'è una strada da cui passo, meno male raramente, che tra poco sarà intransitabile per vegetazione, ed è gia intransitabile per vegetazione a camion.
CONCLUDO NON PARLANDO DEI PORCHEGGI ABUSIVI SUGLI INCROCI DEL COMUNE, CON TANTO DI CADAVERI E PARAPLEGICI CON PENSIONE D'INVALIDITA' PAGATA ANCHE DA LEI.

... - 26/08/2022 11:05

Vuole scommettere che la gente si scalderà a legna?!? Vede, si possono scrivere tutte le leggi che si vuole, ma se tali leggi sono irrealistiche, allora cadono nel vuoto. Con i prezzi attuali una famiglia dovrebbe spendere, per stare a 15 gradi (quindici, non venti) in una casa di 50 metri quadrati, alcune migliaia di Euro. Le pare possibile? Non accadrà e quindi i caminetti e le stufe saranno accesi. A questo aggiungiamo che, mentre il gas è una fonte fossile, che produce il famigerato riscaldamento globale, la legna è una fonte rinnovabile all'ottanta per cento (Il venti per cento è rappresentato dall'energia da fonti fossili necessaria per tagliare ed esboscare la legna, ovvero miscela per motosega e gasolio per trattori). Quindi le sue leggi incentivano l'utilizzo di fonti inquinanti al posto di quelle pulite e a chilometro zero (Lucca è in mezzo a un mare di legna!). Oltre a questo le sue leggi producono enormi guadagni per chi ha in mano i giacimenti di gas. In gran parte si tratta di regimi autoritari e pericolosi. Penso sia venuto il momento di abolire le leggi irrealistiche e dannose e semmai di dedicarsi a migliorare la gestione del bosco, le combustioni e le caldaie. Comunque inquina meno un caminetto tradizionale del gas di Putin. Non fermerete il progresso. I caminetti saranno accesi. Per ora in barba alle leggi. Poi le leggi ridicole saranno cambiate. PS sarebbe ganzo sapere cosa hanno fatto a Prato e Pistoia per ridurre le emissioni di polverine........ basi scientifiche sotto zero.

Anonimo - 26/08/2022 01:21

Tutta la menata delle polverine è ridicola e priva di qualsiasi base scientifica. Lo ripeto. Priva di qualsiasi base scientifica!! Il costo del gas è proibitivo, mentre a Lucca e provincia la legna abbonda e i boschi sono pieni di alberi morti stramazzati al suolo. Questa legna, se non viene raccolta, finirà per bruciare in tragici incendi. Lo abbiamo visto quest'estate e, paradossalmente, nei due giorni in cui Lucca era sotto la cappa di fumo le centraline registravano una quota di polverine normale e non dannosa. Ah, ah, ah!!!! Come si spiega questo? Lo ripeto, manca una qualsiasi base scientifica al ragionamento degli anti caminetti. Nessuno sa quale sia il livello normale delle polveri. Nessuno sa quale sia l'apporto di polveri determinato dai venti a scala continentale o zonale. Nessuno sa se polveri prodotte a Firenze, Livorno o chissà dove possano arrivare a Lucca e in quanto tempo. Nessuno sa quale sia il livello di polveri alzate dai mezzi in movimento. Nessuno ha le basi scientifiche per ragionare su questa faccenda. Per cui ci scalderemo a legna, con buona pace dei para ambientalisti e con buona pace di quelli che usano l'ambientalismo per far fare grandi affari alle multinazionali degli idrocarburi. Bell'ambientalismo!!

Anonimo - 26/08/2022 01:06

Comunque se la può aiutare,
vale assai la storia del cinese che sull'argine del fiume aspettava, nella corrente, il cadavere del suo nemico.
Non si può neppure immaginare quanto sia aderente alla realtà.

... - 25/08/2022 22:29

Noi viviamo una sequenza di inculate, da 2002 con l'euro a 1000 lire, crisi e crisette, covid, guerra ecc. tutte le scuse sono buone per alzare i prezzi, per arricchire quei luridi porci che approfittano di ogni situazione.
Tanto noi si continua a belare Beeeeeee. Ben ci sta. e ora il 15 settembre andremo a votare la solita marmaglia che pensa solo a conservare la poltrona.

lapopo - 25/08/2022 21:24

La Verità ci Rende Liberi - Generazione Cosmico Spirituale
Estratto:
...La Menzogna disse alla Verità 'Facciamo un bagno insieme, l'acqua del pozzo è molto bella'
La Verità, ancora sospettosa, provò l'acqua e scoprì che era davvero bella.
A quel punto si spogliarono e fecero il bagno.
Ma improvvisamente la Menzogna uscì dall'acqua e fuggì, indossando i vestiti della Verità.
La Verità, furiosa, uscì dal pozzo per riprendersi i vestiti.
Ma il mondo, vedendo la Verità nuda, distolse lo sguardo, con rabbia e disprezzo.
La povera Verità tornò al pozzo e scomparve per sempre, nascondendo la sua vergogna.
Da allora, la Menzogna gira per il mondo, vestita come la Verità, soddisfacendo i bisogni della società...
Poiché il mondo non nutre alcun desiderio di incontrare la Verità nuda...
Se non i ribelli!!!

... - 25/08/2022 16:34

toscananotizie .it - 10 settembre 2021 - Estratto:
Ogni anno (a partire dal 2021), nel periodo che va dal 1 novembre al 31 marzo, sarà vietato l’utilizzo di generatori di calore alimentati a biomasse (legna, pellet, cippato di legna, etc..) con una classe di prestazione emissiva inferiore a 3 stelle. Sono compresi anche i focolari aperti o che possono funzionare aperti, mentre sono esclusi i generatori di calore che rappresentano l’unico sistema di riscaldamento dell’abitazione. Lo prevede la legge regionale 26 (approvata a inizio agosto e che modifica la precedente legge in materia, la 74 del 2019), che si è resa necessaria in seguito alla sentenza della Corte di giustizia europea del 10 novembre 2020, che ha accertato per il periodo 2008-2017, da parte dell’Italia, il non rispetto dei valori limite in materia di PM10 previsti dalla direttiva in materia di qualità dell’aria. In Toscana ci sono alcune aree oggetto della sentenza: l’area di Prato-Pistoia, che dal 2018 non registra più superamenti, e la piana lucchese in cui tuttora permangono i superamenti. Dai dati risulta che nei giorni di picco la sorgente principale di PM10 è rappresentata dalla combustione di biomasse, utilizzate come forma di riscaldamento domestico (caminetti) o nella pratica agricola di abbruciamento in campo aperto per la gestione degli sfalci delle potature e degli scarti agricoli.
Questi i Comuni dove scatterà il divieto: Altopascio, Buggiano, Capannori, Chiesina Uzzanese, Lucca, Massa e Cozzile, Monsummano Terme, Montecarlo, Montecatini Terme, Pescia, Pieve a Nievole, Ponte Buggianese, Porcari, Uzzano.

... - 25/08/2022 16:09

Ma cercare strenuamente la pace, sacrificandosi in tal senso, per tornare ad una situazione per crisi invece di fare a chi ce l'ha più grosso?

Ugo - 25/08/2022 14:53

Se non ha le stelle avra' una scheda tecnica con il rendimento.
Le stelle sono in relazione al rendimento e non e' scritto da nessuna parte che ci vogliono esattamente le stelle.

Anonimo - 25/08/2022 14:19

In piena emergenza climatica e ambientale la soluzione ad un andamento speculativo dei prezzi dovuto a sanzioni demenziali che danneggiano solo noi, mentre si stanziano oltretutto soldi per armi, la soluzione è bruciare quello che non abbiamo: non abbiamo gas, non abbiamo carbone ne carburante, niente di sufficiente per durare un inverno, non abbiamo tempo perché qualunque progetto sarebbe compiuto di qui ad anni, il nucleare di quarta generazione non esiste, si istituisca...
Ma quante cazzate dite alle gente?

Ugo - 25/08/2022 14:12

Non lo nomini neppure, che siamo sempre ad agosto, altrimenti la mettono cinquanta euro al quintale!
Poi non solo caminetti aperti. ad esempio pur avendo il termocamino 'chiuso' e ci riscaldo tutta casa, non lo potrei usare poiché non ha le stelle.
Solo quelli di ultima generazione sono considerati 'legali', e costano una sassata anche con gli incentivi muratore ed idraulico compresi.
Che quello vecchio funzionante lo tiro via?

... - 25/08/2022 10:45

Gli altri post della sezione

Istagrammabile…Lucca

Quello che non ha capito l ...

L'eredità di Tambellini

Ho trovato queste foto su ...

I tricicli di Bove

Non servono a nulla. Vende ...

10 anni senza idee

Alessandro visto che torni ...

NON SE NE POLE PIU’

Basta basta veramente ques ...

Marione 1 Alessandrino 0

Ha accesso più Alberi di ...