• 7 commenti
  • 04/07/2024 11:51

GEAL e il Comune

Nel 1993 l'allora sindaco Lazzarini, riposi in pace, fece dei confronti pubblici per informare i cittadini lucchesi del cambio di gestione del servizio idrico, dal Comune alla neonata GEAL. L'attuale sindaco Pardini cosa intende fare? Le procedure per il subentro in Gaia sono già partite e il passaggio è già certo per legge, salvo miracoli che la legge non prevede. Penso che sia un obbligo almeno morale per il primo cittadino informare gli abitanti del Comune che amministra del cambiamento 'epocale' che sta per avvenire e che, quasi sicuramente, porterà ad un servizio diverso sia in termini di attenzioni che tariffarie. L'immobilismo è un male, di qualsiasi bandiera politica! Chiedo gentilmente al Sindaco di Lucca Mario Pardini che pubblicamente dica le cose come stanno senza se e senza ma! Delle sue 'forse proroghe', 'speranze' e 'sogni' il cittadino non se ne fa di niente perchè la bolletta arriva scritta su carta! Un cittadino preoccupato.

I commenti

Il fatto che Lucca sia una colonia dei toscani (e non dei fiorentini) è innegabile. Quanto alla lingua fiorentina, ovviamente, essa sta sulle palle a tutti quelli che sono coscienti del loro status di colonizzati, mentre è indifferente agli altri, che purtroppo sono la massa degli utili idioti toscanizzati.

Anonimo - 07/07/2024 20:57

Arguta osservazione, parlo in fiorentino perché vuoi lucchesi lo capite bene e vi sottomettete facilmente!

Antibischero - 07/07/2024 15:29

....perché Lei scrive in fiorentino? Pol anco esse che Lé 'un sii di Lucca, ma se sta qui un popò di lucchese l'avrà 'nparo!!! Allora provi a scrive 'n lucchese perché a nojaltri il fiorentino ci sta su' ccogliofani!!

anonimo - 07/07/2024 02:48

Ridolin.. scusate Pardini dovrebbe anda' 'n piazza a di a Lucchesi cosi: "dal 2026 Gaia gestisce l'acqua (per legge), sono già in trattativa avanzata con il direttore generale / presidente di Gaia per entrare con una bella percentuale, contrattare la tariffa, tutelare il personale e la presenza sul territorio" PUNTO! Un l'è difficile eh!? Se la notte poi fa i sogni bagnati insieme alla 'commissione' (de che?) magari lo sollazzera' ma diventa un grosso problema per il cittadino.

L'antibischero - 05/07/2024 22:46

Poveretto o lasciatelo perdere , non si può cavare sangue da una rapa

Alvaro - 05/07/2024 14:06

Lei non può chiedere una cosa tecnicamente impossibile. Sarebbe come se io Le dicessi che da mesi chiedo che il Comune di Lucca dichiari guerra alla Russia e invii i vigili urbani a combattere in Ucraina. Io chiedo che il comune di Lucca dimostri solidarietà all'Ucraina, ma non posso chiedere una cosa impossibile, visto che il comune di Lucca non è uno stato indipendente. Per lo stesso motivo, anche in materia di gestione dell'acqua, il comune di Lucca si deve attenere alle leggi e le leggi non permettono di salvare GEAL. Se poi, oltre all'avere una legge che prevede ambiti gestionali almeno provinciali, abbiamo una regione che da sempre opera attivamente per danneggiare gli interessi dei cittadini lucchesi, allora la frittata è fatta. Lei non dovrebbe chiedere al Sindaco cose impossibili, ma semmai dovrebbe chiedere alla regione di smetterla di trattarci come una colonia. Questo, voi lucchesi, non avete il coraggio di chiederlo, per cui, detto in lucchese, "andativi a ripone"!!!

anonimo - 05/07/2024 03:27

Da mesi che attendo una risposta chiara di questa questione, ma sia tutta la Giunta Pardini che l'opposizione capitanata da Raspini, non fanno altro che rinfacciarsi le accuse, senza nulla fare per salvare la Geal, che è un servizio ben funzionante, sia sul lato di gestione che sul lato delle tariffe. Togliere a Lucca una simile risorsa sarebbe come tirarsi la zappa sui piedi.Quindi chiedo vivamente al Sindaco Pardini di definire una buona volta questa questione.

Anonimo - 04/07/2024 19:49

Gli altri post della sezione

Geal & Sindaco

Ma il fantastico sindaco c ...

Quale Lucca.... ?

I turisti vengono a Lucca ...

non è bello, ne giusto

uno solo, un solo negozio ...