• 3 commenti
  • 25/05/2024 17:52

Sindaco Pardini : PALAZZO GUINIGI TORNA A VIVERE

PALAZZO GUINIGI TORNA A VIVERE Dopo undici anni Lucca ha di nuovo lo spazio di Palazzo Guinigi da utilizzare per mostre ed eventi culturali. Questa mattina insieme al presidente Eugenio Giani abbiamo tagliato il nastro per la riapertura della storica struttura dopo il restauro e consolidamento, che hanno interessato due saloni al primo piano, il porticato ed il giardino per un importo di 1.460.000 euro grazie al co-finanziamento della Regione Toscana. Adesso l’edificio è dotato al piano terra di bookshop, caffetteria e di un solo ingresso, che funziona anche da biglietteria per la visita alla Torre Guinigi (il primo ticket è stato acquistato oggi da una turista tedesca). Al primo piano sarà ospitato un percorso museale dedicato alla storia della città, già attivo con le prime sale dedicate al Volto Santo ed alla Via Francigena. Gli spazi al secondo e terzo piano saranno invece usati per eventi culturali estemporanei e sedi stabili di eccellenze culturali. Palazzo Guinigi è completamente accessibile ai disabili ed al momento ospita anche una mostra che omaggia Maria Pacini Fazzi, una collettiva di pittura ed una esposizione di costumi dedicata a Puccini. https://www.facebook.com/mariopardinisindaco

I commenti

la regione ha pagato? Ottimo. Ma penso proprio che sia stata felicissima di pagare per avere a Lucca la solita boiata. Con più difficoltà la regione avrebbe pagato se si fosse fatto qualcosa di intelligente. La colpa del nulla pneumatico che spesso Lucca esprime è prima di tutto dei lucchesi. La regione è felicissima di questi lucchesi. La regione è felicissima del nulla che si esprime attraverso i ruderi di Arliano, Maggiano, Carraia, ex Manifattura, Lorenzini e che ora si esprimerà anche attraverso un cubo restaurato e vuoto di contenuti.

Anonimo - 27/05/2024 00:49

Intanto la odiata Giunta Regionale Giani ha finanziato i due terzi dei lavori. Non male, direi. Idem per la ex Cavallerizza.

Roberto Panchieri - 26/05/2024 11:20

Che figata! La caffetteria!!! Ideona!!! Proprio originale. Poi gli eventi "estemporanei" e la riproposizione, trita e ritrita, del Museo della Città. Infine le fantomatiche eccellenze culturali (se son rose fioriranno). Alla fin della licenza, i turisti che vogliono solo salire sulla torre saranno costretti a passare per il palazzo. Questa è ovviamente una grande idea di quel genio della cultura chiamato Tambellini che questi suoi successori si sono ben guardati dal cambiare. In tal modo si potrà dire che il museo è visitatissimo e poco importa se ai turisti frega solo della torre. Tanto saranno obbligati a transitare lì dentro. Ovvio che Giani sia venuto a tagliare il nastro!! Le ideone realizzate a palazzo Guinigi assicurano la regione che Lucca è ben felice di mantenere il suo ruolo, ovvero quello di una nullità culturale.

anonimo - 26/05/2024 02:43

Gli altri post della sezione

Lavori molesti

Ore 07.00 via Fatinelli. L ...

Palazzo Pretorio

Insisto sia un troiaio per ...