• 0 commenti
  • 23/05/2024 18:43

Pietrasanta: GRANDE SUCCESSO PER L’EVENTO “STUDIARE È UN GIOCO DA RAGAZZI”


APPENA CONCLUSE LE DUE GIORNATE DI FORMAZIONE DELLE SCUOLE MEDIE DI PIETRASANTA (LU) CON IL GUINNESS DEI PRIMATI DELLA MEMORIA E DELL’APPRENDIMENTO, MATTEO SALVO

Il Vice Sindaco, Francesca Bresciani: “Un’opportunità preziosa, che ci hanno chiesto di replicare”

Matteo Salvo: “Il segreto dell’apprendimento è nel metodo”

Si è appena concluso con grande successo e molto entusiasmo l’evento di due giorni, il 21 e il 22 maggio, che si è svolto all’interno della sala dell’Annunziata, nel chiostro del Complesso di Sant’Agostino di Pietrasanta (LU) e che ha visto protagoniste le scuole di Pietrasanta (LU), impegnate nella preziosa formazione con il Guinness dei Primati della memoria e dell’apprendimento veloce, Matteo Salvo.

L’opportunità è stata offerta agli studenti delle seconde e terze medie dal Comune, nella persona di Francesca Bresciani, vice sindaco e assessore alla pubblica amministrazione di Pietrasanta, che ha fortemente voluto, proposto e organizzato l’incontro tra il recordman e gli studenti e le studentesse della città toscana.

Sono state due giornate meravigliose dove i nostri ragazzi si sono cimentati su tecniche di apprendimento alternative, molto diverse da quelle che sono abituati ad utilizzare quotidianamente per il loro studio”, ha affermato Francesca Bresciani, soddisfatta del riscontro ricevuto. “Sono convinta che queste due giornate abbiano arricchito questi nostri ragazzi, che hanno sperimentato un approccio al metodo di studio completamente nuovo e si sono trovati ad affrontare le loro paure e le loro insicurezze nel mondo della scuola. Matteo ha fatto con loro qualcosa di davvero unico in modo originale ed efficace, insegnando tecniche, accorgimenti e curiosità, passando dalla postura e arrivando all’utilizzo della fantasia, utili a superare le difficoltà che oggi si trovano a dover affrontare. È stato importantissimo anche per gli insegnanti che hanno dimostrato interesse e gratitudine. È stato un successo strepitoso e sbalorditivo, tanto che tutti ci hanno chiesto di replicare questa esperienza vincente, bellissima, anche a livello di amministrazione che pensa ai propri giovani. È stato un ottimo investimento per il futuro delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi, anche per quanto riguarda la loro partecipazione alla vita politica ed elettorale; per questo ringrazio principalmente Matteo Salvo per aver accolto con entusiasmo questa iniziativa, il sindaco e la giunta tutta per aver supportato l’evento”.

“Anche perché – conclude l’assessore Bresciani – amo ricordare che un preoccupante 40% tra i 18 ed i 34 anni non ha votato alle ultime elezioni politiche in Italia e che per ogni punto percentuale di non abbandono prematuro degli studi aumenta di un punto e mezzo la partecipazione al voto. Incentivare l’apprendimento, anche tramite iniziative come questa, significa aiutare i giovani di oggi, adulti di domani, a costruire un mondo migliore grazie al voto e ad una scelta pienamente consapevole.”

Si è trattato di un’importante occasione di crescita che altrimenti avrebbe comportato un oneroso impegno da parte degli studenti interessati alla formazione con Salvo, conosciuto e richiesto in tutto il mondo per le sue capacità sbalorditive di memoria e apprendimento veloce.

Matteo Salvo, infatti, laureato in ingegneria meccanica ed è il primo italiano ad aver conquistato il titolo di Grand Master of Memory, ha ottenuto un Guinness World Record per le sue capacità mnemoniche, è il primo istruttore di Mappe Mentali certificato d’Europa, presiede attualmente l’Italian Memory Sport Council ed è titolare della società MindPerformace a Torino, la scuola in cui si dedica alla ricerca e all’insegnamento di metodi di memorizzazione e di apprendimento rapido.

È stata un’occasione molto speciale per meha spiegato Salvo al termine dell’evento – perché c’era tanto interesse per l’evento, perché l’organizzazione è stata perfetta e poi perché Pietrasanta è un posto meraviglioso. Ho preferito esserci di persona, dopo anni in cui non tornavo, diciamo così, tra i banchi. Ho ricevuto un’accoglienza strepitosa e ho notato un forte entusiasmo, da parte di ragazzi e degli insegnanti; questo mi ha lasciato piacevolmente sorpreso. Ho cercato di trasmettere a tutte e tutti le nuove tecniche utili a mantenere l’attenzione in questa nostra epoca fatta principalmente di distrazione. Mi ha stupito come, nonostante fossero così giovani, mostrassero così tanto interesse nei confronti, per esempio, dell’organizzazione. Ho spiegato che anche essere ben organizzati aiuta la memoria e l’apprendimento. Per esempio, studiare il giorno stesso della lezione, senza rimandare, aiuta tantissimo. E poi mai studiare stanchi perché si dilatano inutilmente i tempi. Il segreto è sempre nel metodo, anche da parte degli insegnanti che è bene coinvolgano gli studenti per accompagnarli ad un vero apprendimento. Spesso basta imparare ad imparare, per scoprire che, come recitava il titolo dell’evento che è anche il titolo di un mio libro che abbiamo distribuito alle classi che hanno partecipato, «Studiare è un gioco da ragazzi». Ma dobbiamo ricordare che è inutile dire loro cosa fare e come fare, se poi non siamo noi adulti a dare il giusto esempio ogni giorno.

 

Gli altri post della sezione

Lavori molesti

Ore 07.00 via Fatinelli. L ...

Palazzo Pretorio

Insisto sia un troiaio per ...