• 12 commenti
  • 20/05/2024 13:44

Un libro che fa dossieraggio contro la destra lucchese

C'è una pagina Facebook che riporta la nostra città direttamente al clima degli anni ’70: si tratta di un lungo dossieraggio di tutto ciò che si muove ‘a destra’. L’immagine del profilo è quella di un assessore del Comune di Lucca cerchiato di nero, a mo’ di bersaglio sulla testa. Adesso, da quella pagina è stato tratto un libro inquietante, "Difendere Lucca da CasaPound", che attacca Sindaco, assessori e numerosi esponenti della destra lucchese. È da escludere che ci sia un legame tra questi schizzi di fango e le scritte minacciose contro i "fascisti' comparse sui muri del centro? Mentre la tensione a livello internazionale resta alta, Lucca unisce un altro elemento di preoccupazione per prefettura e questura, che avevano invitato le parti politiche ad abbassare i toni dello scontro.

I commenti

Scopri le differenze

"Non dirò mai che chi aveva un’uniforme delle SS era automaticamente un criminale"
(Maximilian Kira, europarlamentare di Alleanza
per la Germania, 21/05/2024)

"La Repubblica di Salò*?
Un onore"
(Fabio Barsanti, assessore Comune di Lucca, 8/04/2019)

*La Repubblica Sociale Italiana (conosciuta anche come Repubblica di Salò), fu un regime collaborazionista con la Germania nazista esistito tra il settembre 1943 e l'aprile 1945, voluto da Adolf Hitler e guidato da Benito Mussolini al fine di governare i territori italiani controllati militarmente dai tedeschi dopo l'armistizio di Cassibile.



Tratto da


https://www.facebook.com/profile.php?id=100091905043396

Dixit - 22/05/2024 14:24

La Truglio c'era basta leggere cronache , poi se il suo negozio ha chiuso a Lucca non lo so

Nina - 22/05/2024 13:55

Vai, siamo tornati agli anni di piombo, perché esce un libro contro la destra lucchese, e uno svalvolato imbratta un muro, con una scritta peraltro sacrosanta. Subito trovato il collegamento.
E intanto, le biblioteche pubbliche rigurgitano di tutte le porcate scritte dal 94 in poi da gente come Feltri, Pansa, Veneziani...
Poi negli anni 70 c'era anche la strategia della tensione, io posso pure pensare che la scritta sia opera di qualche camerata "volpone" che poi chiagne su giornali e blog. Il livello è quello.
Mia modesta opinione: chi scrive un post così si è anonimamente fumato il cervello.

JD - 22/05/2024 11:41

Evento di Vannacci tenuto a casa del Boia:


"L'evento, organizzato con il patrocinio di ArtItaly di Massimiliano Simoni, vede la partecipazione di Gina Truglio della libreria Ubik che si occuperà della vendita dei libri e sarà presentato attraverso la consueta intervista a tutto campo, dal direttore (ir)responsabile direttore delle Gazzette Aldo Grandi."

Libero - 22/05/2024 09:22

ma la UBIK è CHIUSA e la Truglio non mi sembra proprio possa essere la sostenitrice di Vannacci

anonimo - 22/05/2024 08:22

La libreria Ubik si Lega alla campagna elettorale del candidato Vannacci?

"Se mi dichiaro antifascista? No, perché non ha senso"
(Roberto Vannacci, 25 aprile 2024)

Nei prossimi giorni, il folgorato generale Vannacci tornerà a Lucca per un'iniziativa pubblica che si terrà, come la volta scorsa, presso una struttura del Comune, la casa del boia.
In principio l'incontro in questione doveva servire a presentare il secondo libroide del militare finito recentemente sotto inchiesta con l'accusa di peculato e truffa, ma nel frattempo il Vannaccione ha accettato di candidarsi con la Lega di Salvini alle elezioni europee, e quindi l'evento organizzato dal solito giornalista che nel 2021 fu sospeso per tre mesi dall'Ordine dei giornalisti e condannato per diffamazione, si è di fatto trasformato in un'iniziativa elettorale, in uno dei primi comizi del leghista in mimetica.

A questo punto sorge una domanda: cosa c'entra la libreria Ubik con la campagna elettorale di Vannacci? Sostiene il folgorato? L'interrogativo è lecito, visto che - come annunciato pubblicamente dal giornalista sopraccitato - l'incontro con il candidato Vannacci è organizzato in collaborazione - tra gli altri - con Gina Truglio, titolare della Ubik.

Kloo - 21/05/2024 22:34

Da oggi trovate"Difendere Lucca da CasaPound" in vendita alla libreria Lucca libri - Caffè letterario, in via Regina Margherita 113.

Tita - 21/05/2024 22:33

Descrive fatti ed avvenimenti non è un Dossier Segreto ma un libro in vendita, ma la destra radicale poi rivendica solo la sua libertà di parola

X - 21/05/2024 21:54

dipende se cio' che dice e'suffragato dai fatti

dino - 21/05/2024 16:12

Il "dossieraggio", ahahahahah moio

anonimo - 20/05/2024 21:27

L'ho trovato a Lucca libri e dopo averlo letto sono rimasta senza parole, perché alcuni episodi gravissimi, ben documentati, non li conoscevo, così come certi fatti (anche questi documentati) riguardanti gli attuali amministratori.
Evidentemente, visto il tenore di questo post, la verità fa paura.

anonimo - 20/05/2024 20:29

Riportare notizie e fatti di pubblico dominio non è certo "dossieraggio contro" chicchessia. Ma si sa, ai neofascisti piace giocare a far le vittime. Il libro contiene forse notizie false o diffamatorie, o altri elementi di rilevanza penale? Procedete tranquillamente nelle sedi opportune, e otterrete senz'altro giustizia.
Diversamente, se il problema è che non vi piace ciò che contiene, non compratelo. E fatevene una ragione: la libertà di stampa (per ora, e certamente non grazie ai fascisti o ai loro eredi del terzo millennio) esiste ancora.

anonimo - 20/05/2024 16:58

Gli altri post della sezione

Successo per

Sala gremita all'Agorà pe ...

Capannori e Lucca

anche se ad alcuni ultras ...