• 12 commenti
  • 19/04/2024 15:33

TRASFORMARE GEAL IN UN’AZIENDA SPECIALE DEL COMUNE DI LUCCA? IL SINDACO PARDINI DOVE PENSA DI TROVARE I 10 MILIONI DI EURO NECESSARI ALL’OPERAZIONE?

Consiglieri Pd Lucca: “TRASFORMARE GEAL IN UN’AZIENDA SPECIALE DEL COMUNE DI LUCCA? IL SINDACO PARDINI DOVE PENSA DI TROVARE I 10 MILIONI DI EURO NECESSARI ALL’OPERAZIONE?”

“L’Amministrazione Pardini – anche sul tema del servizio idrico – continua a navigare a vista e sembra accontentarsi di vivere alla giornata, provando a nascondere con la comunicazione l’assenza di una linea precisa”.


A dirlo sono le consigliere e i consiglieri del Partito Democratico. 


“La soluzione proposta ieri in commissione per il futuro del servizio idrico a Lucca, anche rianalizzata a freddo, a nostro giudizio non sta in piedi. E ciò sulla base di semplici valutazioni che avrebbe potuto fare anche lo stesso Pardini se non fosse preso dall’ansia di polemizzare con la precedente amministrazione per nascondere la propria insicurezza e se soprattutto scegliesse di farsi consigliare da professionisti, anziché dagli amici che ha nominato in alcuni posti chiave”.


“Riassumiamo la questione: dopo mesi e mesi di discussione sul “che fare” in merito al futuro di Geal, finalmente appare dal cilindro uno studio di ingegneria che, per la modica cifra di 2000 euro e in sole 3 settimane, ci informa che la Geal può diventare una azienda speciale al 100% pubblica con lo scopo di gestire il servizio idrico nel solo Comune di Lucca, non più solo fino al 2025, ma a tempo indeterminato. Tutto grazie ad una norma che quegli stolti degli amministratori precedenti hanno sempre ignorato – o perché erano stolti o perché erano compromessi con chissà quali poteri forti – ma di cui finalmente il nuovo Sindaco ci informa di volersi avvalere”.


“Tutto molto bello, salvo per alcuni piccoli dettagli di cui nessuno sembra occuparsi.

1. Visto che il Comune di Lucca ha deciso che potrà fare da solo con una sua azienda speciale a partire dal 2025, dove pensa di trovare i quasi 10 milioni di euro necessari all’operazione, corrispondenti alla quota di valore corrente dell’azienda che andrebbe corrisposto al socio privato, Acea Spa? 

2. E’ realistico, dopo un’istruttoria di poche settimane, fatta presumibilmente solo sulla carta da parte di uno studio di geologia e ambiente pagato pochi spiccioli, ritenere sussistente il requisito dell’approvvigionamento idrico da “fonti qualitativamente pregiate”, quando queste rappresentano solo una percentuale irrisoria dell’erogazione idrica a Lucca e quando alcune di queste sorgenti – come quella di Liggieri – sono state chiuse da Geal proprio perché impossibilitata a mantenerle stante la sua taglia dimensionale ed economica?

3. Saranno così “qualitativamente pregiate” le riserve idriche dei pozzi lungo il fiume minacciati dalla storica mancanza di fognature dell’oltre Serchio, che si è iniziata a sanare solo nel corso degli ultimi 10 anni e che, però, è ben lungi dall’essere completata? 

4. È realistico pensare che possa ritenersi integrato il requisito dell’“uso efficiente della risorsa”, nell’ambito di una gestione in autonomia, quando l’acqua di Lucca serve a mezza Toscana costiera?”


“Insomma, è più credibile ritenere che l’amministrazione precedente sia stata “distratta” e che non abbia mai sondato questa possibilità con l’Autorità idrica Toscana, oppure che quella attuale stia buttando fumo negli occhi, facendo credere possibile una cosa che possibile non è, solo per nascondere la propria totale assenza di linea e le proprie divisioni interne tra chi vorrebbe approdare nella Multiutility e chi vorrebbe insistere in una difficile salvaguardia dell’esistente per motivi di politica regionale?”


“A noi la risposta sembra ovvia. Ma se ci sbagliamo, sia il Sindaco a smentirci rispondendo puntualmente alle domande che poniamo. In particolare la prima, quella sulle risorse necessarie all’operazione per rispondere alla quale non c’è bisogno di ripararsi dietro l’ennesima consulenza.

Insomma, prima l’inutile e costosa consulenza affidata al deus ex machina Tronca, poi rivelatasi per quello che era, ovvero un bluff.  Adesso questo trovata che appare più come rappresentazione teatrale a beneficio di telecamere che come una vera opzione, fumo negli occhi per coprire le perdite di tempo che stanno facendo arrivare Lucca alla scadenza della concessione di Geal senza una vera rotta da seguire”.

I commenti

Io sono di Capannori e non ho votato per il sindaco di Lucca, però se è stato votato è perché erano stanchi delle vostre cavolate. Cara faccina soddisfatta.

Anonimo - 23/04/2024 09:43

Brucia aver votato una maggioranza che non ne imbrocca una, eh? Beh, se ha una passione per le faccine, si può certamente consolare col suo bel sindaco-bambino con paresi in modalità sorriso ebete!

Anonimo - 22/04/2024 20:21

Che faccina soddisfatta si vede dalla foto,ora che hai fatto il tuo dispettino ti senti soddisfatto? Bravo !

Rubi netto - 22/04/2024 12:14

Quanto incassa ogni anno GEAL da Pisa e Livorno per la fornitura dell'acqua? Quanto incassa dai lucchesi di tariffa? Quanto vale l'acqua di Lucca ogni anno? Lo capite che la posta in gioco è alta? La regione vuole l'acqua di Lucca a tutti i costi.

anonimo - 21/04/2024 23:34

L'omino nella foto è la marionettina del PD, quasi sicuramente gli avranno offerto una bella poltroncina nella multiutility. RASPINI la finta sinistra, mi ricorda un po Chiamparino, l'ex sindaco di Torino, di sinistra, pro privatizzazione dell'acqua ad oltranza! Almeno lui te lo dice a in faccia, il problema è che si definiva di sinistra

L,'osservatore - 21/04/2024 17:54

Quello nella foto con una faccia così soddisfatta gli chiedo sarebbe veramente felice dell’esito negativo della situazione? Ci godrebbe così tanto? Si faccia un esame di coscienza , sempre che ne abbia una.

Anonimo - 21/04/2024 07:47

Il Sindaco e tutta la sua truppa compreso la controparte li devono trovare i dieci milioni, anche fossero di più ,sono per una più che giusta causa, altrimenti farebbero una figura di merda, sarebbe una sconfitta enorme con conseguenze personali di credibilità. Basta con le cazzate , film, Verdemura, summer festival,comics , attestati, centenari, è l’ora di agire.

Anonimo - 21/04/2024 07:42

Sono tutti collusi! Finti paladini del popolo, maledetti politici fate tutti schifo!

L'ignorante - 20/04/2024 16:56

Tutti insieme a un tavolo??? Ma ci siete o ci fate???? Dietro a questa vicenda c'è l'acquisizione da parte delle regioni di tutte le risorse dei territori. Il finto decentramento promosso da partiti come i vecchi PSI e PCI e dalla meno vecchia, ma comunque longeva, Lega Nord di Bossi, poi di Salvini ha reso le regioni fortissime. Le regioni hanno assunto poteri per devoluzione da parte dello stato, ma anche, nel silenzio di quasi tutti, svuotando il potere dei territori. La regione toscana (minuscole volute) ha fatto di tutto per impedire ad un comune di 1000 abitanti come Zeri (MS) di gestirsi l'acqua in proprio. Lucca non è Zeri, la sua acqua ha un valore strategico e la gestione della stessa vale milioni. Molti milioni. Per cui la regione (minuscola voluta) farà letteralmente la guerra atomica per impedire a Lucca di gestirsi da sola la sua acqua. Perdere Zeri non ha alcun significato, ma la regione (sempre voluta) ha fatto una guerricciola perché l'esempio di Zeri poteva esser seguito da altri. Perdere Lucca sarebbe un bel sasso nell'ingranaggio regionale (e non solo in quello toscano), per cui pagheranno avvocati a centinaia di migliaia di Euro pur di ricorrere in tutte le sedi. Evidente che il PD, mai e poi mai, avrebbe osato disturbare il manovratore. Vediamo se questi qui le palle le hanno, ma se a questo scontro si va, noi (Lucca) saremo come l'Ucraina (piccoli) e loro (la regione) saranno come la Russia (grossi, molto grossi). Anche a noi, come all'Ucraina, per salvarci, occorreranno alleati. Se avremo certi alleati a Roma forse potremo farcela contro Firenze. In caso contrario saremo inceneriti. Ma si deve tener conto che a Roma i regionalisti sono tanti. Per cui i rischi ci sono. Quanto ai dieci milioni, è evidente che l'acqua di Lucca vale centinaia di milioni e non dieci milioni. Per cui i dieci milioni si trovano. I dieci milioni sono il problema minore.

Anonimo - 20/04/2024 03:12

Mi auguro che se ci fosse una possibilità di salvare GEAL, venga presa in considerazione da ambo le parti per arrivare ad una soluzione positiva. Auguro al Sindaco Pardini di usare il cervello e di non guardare a ripicche da bimbetti dell'asilo come sembra che facciate. Forza che se vi impegnate c'è la potete fare.

Anonimo - 19/04/2024 19:05

Uno contro l'altro , ma dico se ci fosse anche una minima possibilità di salvare GEAL , non usatela per sputtanarvi a vicenda questo servizio sembra fatto solo per godere delle non capacità di chi è dillo scranno a Lucca, usate il buon senso. Mettetevi a un tavolo e insieme cercate di salvare una realtà che è un vanto per la città. Non serve farsi la guerra non arriverete a niente di buono, solo l'amaro in bocca di avere rovinato per futili motivi una bella cosa.

Anonimo - 19/04/2024 18:43

non li troverà, ma se poi li trova? direte che è stato bravo o starete zitti?

anonimo - 19/04/2024 15:35

Gli altri post della sezione

Qualcosa non torna!

Ieri ho qui letto l'artico ...

Un bel bagnetto

Non e’ ancora arrivata l ...