• 0 commenti
  • 29/02/2024 15:34

Patologia del corpo politico o occasione per rivendicare diritti, libertà e uguaglianza?


Domani, venerdì 1 marzo alle 18 al circolo Arci Laboratorio Sociale di Piazzale Carlo Sforza a Sant’Anna si parla di “Il Conflitto sociale”, l’ultimo saggio di Luca Baccelli. A discuterne con lui ci sarà Alessandro Tambellini, già sindaco di Lucca.

Ma cosa significa oggi conflitto sociale? E soprattutto, in questo nuovo millennio in cui, dopo il fiorire del primo decennio, i movimenti sembrano aver perso le caratteristiche che ne hanno fatto il motore delle più importanti conquiste sociali del Novecento, è ancora possibile una forma di conflitto che contribuisca a produrre, come scriveva Machiavelli “leggi e ordini in beneficio della pubblica libertà”? Proprio dal pensiero del Segretario Fiorentino prende il via il ragionamento di Baccelli, ordinario di Filosofia del Diritto all’Università di Camerino, che articola il proprio lavoro seguendo le riflessioni, tra gli altri, di Marx, Gramsci, Laclau e Fraser. Per giungere alla conclusione che, dopo l’egemonia neoliberale e la colonizzazione della politica da parte del sistema economico-finanziario, servono volontà e progettualità, ma anche immaginazione per tornare a strutturare un conflitto sociale che organizzi i subalterni e si articoli in forme virtuose.

“Con questo appuntamento – spiega Silvana Sechi, presidente del circolo Arci Laboratorio Sociale Piazzale Sforza – diamo il via ad una serie di incontri dedicati ai temi della contemporaneità, dal lavoro alla situazione delle donne, passando per l’economia e la pace. Stiamo completando un calendario che vogliamo far partire prima dell’estate, per proseguire da settembre in poi a cadenza mensile”.

“Il conflitto sociale” di Luca Baccelli, 2023, collana Fondamenti, Editore Futura.  

Gli altri post della sezione

Lo sport a Lucca

lucca ha un bacino di uten ...

La guerra dell'acqua

Tutti insieme a un tavolo? ...

CaSSaPound Lucca

CaSSaPound Lucca La Giu ...