• 1 commenti
  • 17/02/2024 17:23

UNA LISTA DEL POPOLO DELLA FAMIGLIA A SOSTEGNO DI PAOLO RONTANI ALLE AMMINISTRATIVE DI CAPANNORI

 

E’ stata presentata oggi all’Hotel Le Ville a Lammari la lista del Popolo della Famiglia di Lucca che sosterrà il candidato sindaco, Paolo Rontani, alle prossime amministrative a Capannori. Il movimento, presente dalla fine del 2017 anche nella nostra provincia, si ispira alla Dottrina Sociale della Chiesa Cattolica e ha come obiettivi principali il sostegno alle famiglie, la lotta alla denatalità, la difesa dei valori non negoziabili e la promozione di una cultura della vita, contro una sempre più dilagante cultura della morte. Tra le proposte illustrate dalla coordinatrice provinciale Ilaria Giurlani ci sono: incentivare la piccola e media impresa, creare un Assessorato alla Famiglia per dare voce alle esigenze di tutte le famiglie, dare un contributo alle mamme lavoratrici e non che scelgono di stare a casa con il figlio nel primo anno di vita, sostenere le nuove generazioni per prevenire e combattere i nuovi disagi giovanili, aprire un punto di ascolto e di aiuto per le pratiche burocratiche rivolto agli anziani e alle persone diversamente abili, dare vita ad un osservatorio sui progetti proposti nelle scuole sul tema dell’affettività per combattere l’ideologia gender che impone un modello sessuale libero da ogni logica e fondamento scientifico.  Tra i candidati, insieme ad Ilaria Giurlani, anche il Professor Mario Motta, insegnante di religione ora in pensione: “Ci rivolgiamo a tutti coloro che non vanno più a votare perché hanno perso fiducia nella politica, il nostro intento è proprio quello di stare vicino ai cittadini, ascoltare i loro bisogni e far venir fuori i talenti che ognuno ha. In Paolo Rontani – ha continuato Mario Motta - abbiamo visto una persona capace di portare questo cambiamento ed è nato subito tra noi un rapporto di stima e di fiducia.”

E’ intervenuto anche il candidato sindaco di “Capannori Cambia” Paolo Rontani che ha confermato proprio questa unione di intenti fra i due movimenti politici ed ha ribadito che insieme cercheranno di riportare a votare i delusi della politica, quella politica che si è dimenticata che le famiglie sono il perno della convivenza e una risorsa per la società.

Era presente anche il coordinatore regionale del Popolo della Famiglia Toscana, Leonardo Bisori, che ha illustrato la proposta di legge di iniziativa popolare “Una firma per la vita” che lui stesso, insieme ad un gruppo di cittadini, ha depositato in Corte di Cassazione lo scorso 28 dicembre. “Si tratta di una proposta di legge a difesa della vita, bene non disponibile e come tale va tutelato, a partire dal concepimento fino al suo tramonto. In questo modo noi difendiamo i deboli investendo denaro pubblico che sottraiamo al finanziamento della guerra, – ha spiegato Bisori – incoraggiamo la natalità dando alle mamme un reddito mensile di 1000 euro per i primi 8 anni di vita del bambino, sosteniamo i sofferenti incrementando le cure palliative e i disabili fornendo alle famiglie il contributo necessario per accudirli”.

Il Popolo della Famiglia non può che condividere questa proposta di legge e pertanto, a breve, si potrà firmare sia per sostenere i candidati del movimento alle amministrative di Capannori, sia per “Una firma per la vita”.


Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione che vorrete riservare a questo comunicato e Vi invio cordiali saluti.



Popolo della Famiglia Lucca
cell. 328 8280206

I commenti

Sostengo pienamente queste proposte.

Anonimo - 17/02/2024 18:22

Gli altri post della sezione

La guerra dell'acqua

Tutti insieme a un tavolo? ...

CaSSaPound Lucca

CaSSaPound Lucca La Giu ...