• 0 commenti
  • 23/06/2022 12:44

Raspini Tour

Raspini ha quasi finito di “sciropparsi tutta la periferia” del comune , così ha detto, espondendo in ognuna il suo programma di dettaglio (dal vocabolario: sciropparsi= sopportare, subire con fastidio persone antipatiche, noiose, ecc.) Già in forza da dieci anni al governo della città e ora in corsa per diventare sindaco ha sviluppato una serie piuttosto estesa di promesse. Si comincia con i tavoli per argomento; allo sport si promette “la messa a norma di almeno un impianto sportivo all’anno” cioè il nostro assessore competente che in dieci anni non è evidentemente stato capace di mettere a norma gli impianti sportivi comunali ora promette che almeno uno all’anno lo farà: c’è da credergli? I programmi dedicati alle ex circoscrizioni sono sullo stesso tenore. E’ un dato di fatto che i cimiteri sono mal curati da questo assessorato ai lavori pubblici e quindi quando sarà sindaco promette “più cura ai cimiteri”; una domanda: perché non l’ha fatto fino ad ora? Ci sono poi i plessi scolastici sui quali si apprende che il nostro assessore ai lavori pubblici non ha idee di manutenzione ed infatti promette che quando sarà sindaco organizzerà “un Piano di manutenzione programmata di tutti i plessi scolastici”. Se non è riuscito in dieci anni e con la delega diretta come farà a mantenere la promessa? La segnaletica stradale è in condizioni penose e l'attuale assessore ai lavori pubblici lo riconosce, infatti, quando sarà sindaco promette “il miglioramento della segnaletica orizzontale e verticale”; evidentemente non l’ha fatto quando poteva per poterlo promettere dopo: vedi che fine strategia! Le strade secondarie poi sono abbandonate e l’assessore lo sa benissimo infatti subito pronto promette “interventi di manutenzione straordinaria sulle strade secondarie per migliorare la viabilità”; ma non poteva farlo nei dieci anni al potere? Perché uno dovrebbe credergli ora? La ciliegina sulla torta è per gli abitanti della Brancoleria e di Tramonte per i quali, afflitti da frane che danneggiano la via pubblica, l’attuale assessore, invece di farsene carico per le sue proprie responsabilità di assessore ai lavori pubblici, ne promette la sistemazione nel programma elettorale! Se sarà sindaco farà per Tramonte e Brancoli quello che come assessore ai lavori pubblici avrebbe già dovuto fare. Un genio della comunicazione! Raspini rappresenta la continuità dell’amministrazione Tambellini e pur volendo nascondere i fallimenti dell’ultimo decennio è un fatto che il suo programma è rappresentato da promesse vuote o peggio ancora da rimedi ai propri fallimenti. Il vero cambiamento è con una nuova amministrazione, in totale discontinuità.

Gli altri post della sezione

La polpetta avvelenata

Si apprende dai giornali c ...

Lo scarto politico

Vi rendete conto che il nu ...

Marchini saluta il nuovo Sindaco

LUCCA HA UN NUOVO SINDAC ...

Palazzo Boccella

Palazzo Boccella: dopo ave ...

Il canto del cigno

La peggiore amministrazion ...

La barzelletta della Francesca Fazzi

Dice che abbia dato le dim ...

IL TEMPO DELLA RAGIONEVOLEZZA

Credo che sia necessario c ...

La Mammini che non ride...

ho visto una foto sul gior ...

Leggo sul giornale

Leggo sul giornale di Gran ...