• 3 commenti
  • 01/12/2022 08:03

Camini e Alberi: le proposte di Italia Viva Lucca


La Regione Toscana, con decreto dirigenziale 22707 del 15 novembre 2022 ha adottato il bando per il miglioramento della qualità dell'aria nei Comuni dell'area di superamento "Piana lucchese"

Ogni cittadino dei Comuni interessati ha possibilità di avere un contributo a fondo perduto per sostituire i vecchi camini e le vecchie stufe con altre di tecnologia avanzata meno inquinante, fino all’esaurimento dei fondi stanziati.

Ottima iniziativa, che abbiamo sempre caldeggiato e che dovrebbe essere accompagnata da una sospensiva del divieto di accensione per questo inverno, visto il ritardo con cui è partito il bando ed in attesa di fare i cambiamenti con i fondi stanziati quest’anno, da aumentare, se non fossero sufficienti per tutte le richieste.

Al plauso per questa decisione aggiungiamo una proposta:

Sappiamo che gli alberi intervengono positivamente nell’abbattere i fattori di inquinamento dell’aria.

Sappiamo altresì che al centro dell’area interessata di “superamento Piana Lucchese” esistono importanti aree umide intorno all’ex Lago di Sextum ed intorno al Padule di Fucecchio, facenti parte dei Comuni interessati.

Proponiamo la piantumazione di un milione di alberi nei Comuni interessati, con interventi diretti di Regione e Comuni nelle aree pubbliche e/o contributi della Regione a fondo perduto ai privati che impiantino alberi adatti a tali zone, dal Pioppo Bianco all’Ontano ed altro ancora, in accordo e sotto la sorveglianza della Regione e dei Carabinieri Forestali.

 

Alberto Baccini, Antonella Guadagni, Coordinatori Italia Viva Lucca

Francesco Colucci, Riformisti per Italia Viva e il Terzo Polo

I commenti

La lobby del gas è potentissima e tutti non stanno nella pelle ansiosi di continuare e ad incrementare l'invio di miliardi verso la Russia. La lobby del legno è debole. Quanto alla gran parte dei cosiddetti ambientalisti, essi non sono altro che gli utili idioti. Utili a Gazprom, a Lukoil e agli altri padroni delle fonti fossili, siano essi orientali o occidentali. Quanto all'ambiente si segnala che mentre la legna è una fonte rinnovabile il gas non lo è.

anonimo - 02/12/2022 01:02

Capisco bene che questo nostro tempo è caratterizzato da deliri multipli. Però sarebbero da evitare le proposte assurde. La pianura attorno a Lucca, da sessant'anni a questa parte, si caratterizza per uno spintissimo abbandono dell'agricoltura. Le superfici alberate sono aumentate in modo molto significativo. Vero che ci sono molte aree in abbandono coperte da rovi che potrebbero essere alberate, ma ridurre ulteriormente le aree aperte porterebbe ad una riduzione della biodiversità, che si è ridotta già notevolmente a seguito della riduzione delle attività agricole tradizionali.

Quanto alle polverine ci vorrebbero studi scientifici seri prima di dar la colpa ai caminetti o a non si sa cosa.

anonimo - 02/12/2022 00:56

Smettetela di parlare a c.....
:Leggetevi il bando, non incentivano un bel niente.
Tre esempi per una persona che abita a Lucca o a Capannori.
Se hai una stufa a legna non la puoi accendere e puoi solo passare ad una caldaia a gas.
Se hai una caldaia a pellet inferiore a tre stelle non la puoi accendere e puoi solo passare a gas.
Se hai un camino chiuso che riscalda tutta la casa con potenza maggiore di 10Kw ma inferiore a tre stelle non prendi l'incentivo per sostrituirlo e non lo puoi nemmeno accendere.

Quindi benissimo gli alberi, ma per camini e stufe prima di aprire bocca e plaudere ai vostri colleghi politici, altrettanto incompetenti ,che hanno tirato fuori queste norme e questo bando, studiatevi la situazione

Anonimo - 01/12/2022 16:31

Gli altri post della sezione

Traffico in via di Tiglio

Leggo su un quotidiano onl ...

Ballano dieci milioni

in sintesi i fatti - nel ...

Le città turistiche

Ha presente Venezia? Ci so ...

Quale turismo per Lucca ?

Si parla spesso di Lucca s ...

Eppure

Eppure con le famose lucin ...