• 0 commenti
  • 28/10/2022 15:00

Caro bollette, dal Comune di Porcari rimborsi fino a 600 euro per le famiglie più fragili


Previsti tre sportelli sul territorio per aiutare le persone a compilare la domanda


Una manovra sociale da 60mila euro per contenere gli effetti della crisi economica internazionale sul territorio e sostenere concretamente i nuclei familiari più vulnerabili di Porcari nel pagamento delle utenze domestiche di luce, gas e acqua. È con questo atto che l'amministrazione comunale rimborserà una significativa parte dei costi sostenuti dall'1 novembre 2021 a lunedì (31 ottobre) dai cittadini e le cittadine con attestazione Isee non superiore ai 22mila euro.


Per ottenere il beneficio economico una tantum sarà necessario compilare un modulo di domanda scaricabile dal sito internet dell'ente a partire da mercoledì (2 novembre) e allegare le ricevute delle bollette già pagate: documentazione che dovrà essere trasmessa entro il 21 novembre all'ufficio protocollo di piazza Felice Orsi.


“Per facilitare questo adempimento – anticipa l'assessore alle politiche sociali, Michele Adorni – abbiamo raccolto la disponibilità del Cif di Porcari, che voglio ringraziare da subito per la collaborazione. Le volontarie dell'associazione terranno aperti tre sportelli, in paese, in Padule e a Rughi, in tre momenti distinti, per informare e aiutare le persone a presentare la propria richiesta di rimborso bollette”.


Il primo sportello è previsto per mercoledì 9 novembre dalle 17,30 alle 19,30 al nido d'infanzia Alice di via Boccaione; il secondo è in programma per sabato 12 novembre dalle 9,30 alle 12,30 nei locali della biblioteca comunale di via Roma; il terzo e ultimo sarà lunedì 14 novembre al centro anziani Il Girasole di via Romana ovest dalle 15,30 alle 17,30.


I nuclei familiari con Isee in corso di validità fino a 9360 euro potranno ricevere un contributo massimo di 600 euro come rimborso per le utenze domestiche già pagate. Fino a 500 euro sono invece previste per chi ha un Isee compreso tra 9360,01 e 15000 euro, mentre da 15000,01 fino a 22000 euro il rimborso massimo ottenibile è pari a 400 euro.


Il contributo per le domande ammesse in graduatoria sarà aumentato del 10 per cento se nel nucleo familiare ci sono tre o più minori o una persona con disabilità. Inoltre il beneficio potrà andare anche a saldare situazioni di eventuale debito nei confronti del Comune per servizi sociali o scolastici, con conseguente riformulazione del contributo per le utenze al netto della compensazione.


“Dopo l'emergenza sanitaria – commenta Michele Adorni – ci troviamo a fronteggiare gli effetti lunghi della guerra in Ucraina sul prezzo dell'energia. La tenuta economica dei nuclei familiari più in difficoltà è una priorità per il Comune di Porcari: siamo consapevoli che l'impoverimento della popolazione ha conseguenze sulla convivenza e sulla sicurezza e quindi sulla qualità della vita di tutti. Nel nostro piccolo cercheremo di mettere in campo tutte le misure possibili per arginare fenomeni di marginalità e disagio coltivando un sano senso di comunità”.


Gli altri post della sezione

I Presepi di Pescaglia

A Pescaglia ritorna la Via ...