• 0 commenti
  • 03/09/2022 13:09

Concluso il il Puccini International Opera Composition Course

A Lucca si parla dell’opera del futuro. Si è infatti concluso in questi giorni, nei locali didattici di San Micheletto gentilmente concessi dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, il Puccini International Opera Composition Course organizzato dalla associazione Cluster con il contributo della Fondazione CRL e BML. Vi hanno partecipato ben sei giovani compositori provenienti dall’Italia, Stati Uniti, Australia, Giappone, Taiwan. Ciascuno con un proprio progetto lirico che è stato perfezionato da docenti di fama internazionale durante le due intense settimane di lezioni: Queste opere saranno messe in scena la prossima primavera sul palco del Teatro di San Girolamo, in base ad una convenzione firmata col Teatro del Giglio, durante il Puccini Chamber Opera Festival organizzato anch’esso dalla Cluster. Si tratta di spettacoli in prima mondiale e questo rappresenta un fiore all’occhiello della cultura musicale lucchese, considerando che nei cinque anni di attività il festival ha messo in scena circa quaranta opere in “prima assoluta”. Spettacoli ripetuti spesso e con grande successo nei Paesi di origine dei giovani compositori, pubblicizzando fortemente la città di Lucca, con l’auspicio che tra queste giovani leve possa emergere il “Puccini del futuro”. Da ricordare che il Corso, la cui direzione artistica è di Girolamo Deraco, beneficia di collaborazioni importanti sparse in tutta Italia: Fondazione Zefirelli di Firenze per la regia, istituto Boccherini di Lucca per la direzione d’orchestra, Conservatorio di Ravenna per i cantanti di canto contemporaneo, Associazione Scriptorium di San Daniele del Friuli per la scrittura dei libretti (dove il corso si è trasferito per tre giorni su richiesta del sindaco Pietro Valent), Fondazione Giacomo Puccini, con visita al Puccini Museum guidata da Luigi Viani per allievi e docenti, Miur di Lucca e Massa Carrara, Ema Vinci Records che ha effettuato le registrazioni video, alcune delle quali trasmesse in diretta streaming in tutto il mondo. Da ricordare infine le Masterclass che hanno caratterizzato questa edizione del Corso:

Girolamo Deraco “Come finalizzare un progetto d’opera” e “Scrivere per la voce”;
Alessandro Bianchi “Il palcoscenico”;
Roberto GIurano “Scrivere, la scuola antica”;
Stefano Teani, analisi di “Arie d’opera”,
Nicola Sani “Falcone – il tempo sospeso del volo”;
Antonio Agostini, analisi di “Infinite now, opera in six act - Chaya Czernowin”;
Gabriele Micheli “Il librettista, quello sconosciuto”;
Giuseppe Nicolò “Voci dal passato”,
Maria Elena Romanazzi ‘Canto tradizionale e contemporaneo

Gli altri post della sezione

I tricicli di Bove

Non servono a nulla. Vende ...