• 0 commenti
  • 29/07/2022 19:39

Utopia del buongusto, cibo e teatro nel Compitese con Andrea Kaemmerle


Domenica 31 luglio, al Centro Culturale Compitese, lo spettacolo "Urge. Come dal nichilismo cosmico passammo alla torta Sacher" con Andrea Kaemmerle e Francesco Bottai. In programma anche una cena con prodotti locali e la visita al Camelieto

CAPANNORI (LU). Torna a Capannori il festival teatral-gastronomico "Utopia del buongusto", che quest'anno compie 25 anni. Domenica 31 luglio, presso il Centro Culturale Compitese a Sant’Andrea di Compito, Guascone Teatro presenta lo spettacolo "Urge. Come dal nichilismo cosmico passammo alla torta Sacher" (ore 21.30), di e con Andrea Kaemmerle e con Francesco Bottai (voce e chitarra). La cultura teatrale si sposa con quella gastronomica, e così a partire dalle ore 20 è possibile cenare al Centro Culturale Compitese. Il menu? Pappa al pomodoro, arista con verdure dell'orto in agrodolce, cocomero e buccellato, vino e acqua del compitese (costo 15 euro, per informazioni e prenotazioni chiamare il 3280625881 o il 3203667354). Chi lo desidera potrà visitare anche il Camellietum Compitese, giardino d'eccellenza a livello internazionale, a partire dalle ore 17.  
"Molto di bello si è scritto, ma molto di più si è detto, si è urlato, si è cantato, sussurrato" si legge nella presentazione dello spettacolo (ingresso 8 euro). "Verba volant e questo è incantevole, le parole volano altrove, come polline, come schegge di un albero abbattuto. Verba Volant è la salvezza perché per insegnare una canzone ad un bambino non serve altro che
il tempo. Verba volant, scripta manent è una maledizione, un insulto, è il permesso tacito di tradire quanto non immortalato dalla scrittura. Pericolosa epoca quella dove dare la propria parola rimanda al far west di Sergio Leone, epoca dove i bambini hanno già dieci password segrete prima di avere dato un bacio. 'Urge' ripartire dall’ebrezza delle grandi parole al vento, assaporarne il profumo e farsi coccolare l’anima e l’immaginazione".

Sul palco Francesco Bottai, raffinato e protoromantico cantautore teatrale, e Andrea Kaemmerle, attore e autore da più di 30 anni. Entrambi divertiti e ammaliati da molte cose comuni. Amici e sodali, sono i due pescatori che ogni sera di spettacolo si mettono a pescare nel grande pozzo dell’umanità ricercando la bellezza della parola detta, cantata, sussurrata.

__________________________
Centro Culturale Compitese
Via Fonda 1, Pieve di Compito
55062 Capannori (LU)

Gli altri post della sezione

Per ogni nome una poesia

Pierpaolo Orlando, preside ...