• 0 commenti
  • 15/05/2024 12:17

La presentazione del libro di Bertini

Auditorium della Cgil strapieno

e forte partecipazione emotiva

per la presentazione del libro di Virginio Giovanni Bertini


Tantissime persone lunedì scorso hanno partecipato alla presentazione del libro “Inversione di rotta”, un libro originale fatto di poesie di Virginio Giovanni Bertini e di fotografie di Liliana Barone, di Io e NOI, di temi esistenziali e sociali, di esperienze vissute e di memoria storica, di fraternità operaia e nuova radicale sensibilità ecologica. Un pomeriggio ricco di emozioni e sensazioni diverse, di riflessioni, di storia, di cultura, di memoria, tanti messaggi, tanta densità e forte partecipazione emotiva diffusa nella sala strapiena. Come se una piccola onda quantica permeasse un po' tutti al di là della poesia o foto più o meno attrattiva. Un messaggio forte contro la guerra, le morti sul lavoro, la morte del Pianeta, la crescente barbarie, un appello ad alzare la testa contro le vecchie e nuove ingiustizie, per riprendere il cammino, per costruire una nuova Altraumanità. Un romanzo in versi, un libro fotopoetico come l’ha definito Gianni Quilici, autore della prefazione al libro e coordinatore dell’incontro, aperto da una splendida e puntuale introduzione della prof. Elisa Bertoni, docente di materie letterarie al liceo Scientifico Vallisneri. Tanti gli interventi di notevole spessore culturale che si sono alternati a letture di alcune poesie, a riflessioni, a domande, mentre le immagini delle 26 fotografie scorrevano sullo schermo, intrecciandosi con due canzoni di Franco Fantozzi, musicate e cantate sulla base delle due poesie di Bertini, “Il furto” e “Su la testa”.

Grande commozione per il ricordo iniziale della scomparsa di Giuseppe Matteucci e forte emozione per la poesia “Se ne vanno” dedicata a lui e ad altri che ci hanno lasciato ancor prima ed alle vittime delle attuali guerre.

Era presente in sala un ospite d’onore, così come aveva promesso: Dante Unti internato militare italiano fatto prigioniero dalle truppe tedesche dopo la fallita rivolta di Ragusa del settembre del 1943. Per lui, 104 anni, vivo e in buona salute, è stata scritta la poesia “Il superstite”.

Da ricordare infine le due poesie “Il furto” e “Su la testa” trasformate in canzoni dalla musica e dalla voce di Franco Fantozzi.

Il libro, OpzioniEditions in Firenze, con una grafica e un’impaginazione di grande qualità di Maurizio Della Nave, si può acquistare presso la libreria Luccalibri Caffè letterario o direttamente dall’autore.

In pochi giorni ne sono già state vendute oltre 200 copie e ci si avvia ad una prima ristampa anche in vista di altre presentazioni. Nel libro è presente la mail dell’autore a cui si possono inviare brevi valutazioni e riflessioni in merito.

Gli altri post della sezione

Decoro ?

Quanto è sconosciuta la p ...